Tagliatelle alla salvia e rosmarino con burrata



Queste tagliatelle arrivano dritte dritte da un'archivio di lavori che mi hanno lasciato l'amaro in bocca. Non è un peccato, è un gran bene che non abbiano conosciuto la pubblicazione adesso {meno male davvero, aggiungo ora}: sono libera e felicissima di poterle condividere serenamente qui!
All'epoca le preparai, bella felice e spensierata, per uno dei nostri pranzi domenicali, che erano distinti dalla pasta fresca fatta da noi. Sarebbe bello e confortevole riprendere certe abitudini; vero è che di cambiamenti ce ne sono stati e riproporre usi e tradizioni del passato può non essere semplice o appropriato. Ma quando si tratta di preparare una buona pasta fresca, si tratta di una vera e propria eccezione. Non trovate che sia uno di quei gesti che più di altri sanno di famiglia?
Buon lunedì ♥


Tagliatelle alla salvia e rosmarino con burrata 
per 4
300 g di farina 0
150 g di acqua tiepida
una decina di foglie di salvia
2 rametti di rosmarino
300 g di burrata molto fresca
olio evo
sale
pepe nero da macinare al momento

Preparazione:

  1. Lavate la salvia e il rosmarino, prelevate gli aghi da quest’ultimo. Asciugate bene le erbe e, con un coltello da battuto, riducetele in piccoli pezzi. Questo passaggio è fondamentale, poiché se le erbe non sono ben sminuzzate potrebbero bucare o lacerare l’impasto una volta steso. Su una spianatoia disponete la farina a fontana, aggiungete un pizzico di sale e l’olio al centro. Cominciate a lavorare con la punta delle dita, affinché la farina assorba l’olio, dopodiché iniziate a versare l’acqua a filo. Dosate lentamente il liquido, perché a seconda della capacità di assorbimento della farina che state utilizzando, la quantità d’acqua potrebbe variare. Dovrete ottenere un composto elastico, liscio ed omogeneo. Formate una palla, copritela con un canovaccio e lasciatela riposare mezz’ora.
  2. Riprendete l’impasto e cominciate a stendere la sfoglia (usando l’apposita macchina o il matterello). Lo spessore è a vostra scelta, indicativamente 1 mm. Per regolarizzare la lunghezza delle tagliatelle suddividete la sfoglia in strisce: infarinatele bene, arrotolatele su se stesse e tagliate a fette alte circa 1 cm il cilindro di pasta ottenuto. Con le dita separate le tagliatelle e lasciatele asciugare sulla spianatoia.
  3. Prendete la burrata: apritela a metà, raccogliete l’interno e il siero in una ciotolina. Tagliate a strisce sottili la pasta dura dell’esterno e unitela al resto.
  4. Portate a bollore abbondante acqua salata. Versate le tagliatelle, cuocetele per un paio di minuti (dipende dallo spessore che avete dato alla pasta), scolatele e conditele con olio. Versatele in una ciotola da portata, unite la burrata mescolando bene. Macinate del pepe nero e servite.

7 commenti:

  1. Mi spiace leggere tra le righe di un progetto non andato in porto, immagino che di questi tempi siamo tutti sulla stessa barca...
    Ti dirò, sono talmente abituata a gestirmi in autonomia pranzi domenicali, cene e spesso anche feste comandate, che ormai non ci sono più piatti che associo categoricamente ad occasioni conviviali o piatti che mi fa tristezza mangiare da sola... anzi, diciamo pure che, in certi casi, ci si può consolare con l'idea che di burrata e tagliatelle ne restano di più per noi...
    Insomma, se la vita ti offre limoni fai una limonata...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, verissimo. E una lemon curd, aggiungo :)

      Elimina
  2. Come dicono gli inglesi?
    Non c'è nulla che non si possa risolvere davanti ad una tazza di tè...
    La mia versione (per metà) lucana è "non c'è nulla ce non si possa risolvere davanti ad una bella burrata"...! ;-P
    :-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lucana dici? Era, come la mia, la nonna materna? Che bbbona XD

      Elimina
  3. Thanks to your site I have just learned several things. Continue!

    voyance gratuite en ligne

    RispondiElimina
  4. Sanno di focolare della cucina la centro della casa e degli affetti

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...