{this moment.24}



Solitamente questo è un progetto *no words*, ma stavolta voglio spendere due parole per condividere questo mio momento speciale.

Raggiunta la cima del Monte Gennaio, abbiamo trovato la scatola metallica che, come in altri casi, contiene un'agenda su cui, chi vuole, può lasciare un pensiero, una traccia del passaggio. Il *libro di vetta*, c'è a chi piace e si emoziona a trovarlo e chi invece lo detesta; fatto è che preferisco di gran lunga scoprire quest'oggetto piuttosto che uno spazio brullo, resto sconsolato di uno sconsiderato che aveva appiccato un fuoco, andato poi fuori controllo.

Vi auguro un buon fine settimana, dovvunque voi siate che possiate trovare il vostro modo di appuntare le emozioni che vivrete ^^

{this moment} - A new semi-regular Friday ritual I've been thinking about. A single photo - no words - capturing a moment from the week. A simple, special, extraordinary moment. A moment I want to pause, savor and remember.

Il panino semplice e buono.1: pecorino fresco e melanzane grigliate

Sarà perchè è la stagione delle escursioni, sarà perchè fa davvero caldo per cucinare, fatto è che ritrovare l'estro del paninaro ogni tanto è divertente e ci sta proprio tutta :P

Questa combinazione è in realtà assaggiata quest'inverno, ma trovo che sia un passpartout per tutto l'anno.
Si prepara prendendo due fette di pane cotto a legna, rustico e possibilmente impastato a partire dalla madre, farcendo poi con pecorino molto fresco {qui in foto vedete la brinata, un formaggio a pasta molle ricoperto da una muffetta commestibile} e melanzane grigliate sott'olio {quelle in vendita nelle gastronomie solitamente sono buone buone}, senza sgocciolarle troppo, cosicchè condiscano un pochetto la mollica.

Si conserva bene impacchettato nella stagnola se ve lo portate come pranzo al sacco, oppure è un ottimo pranzo leggero, accompagnato da un'insalatina piccantina, con rucola e ravanelli.

Buon proseguo di settimana :)

{flowery monday.57}

Questo fortuito scatto mi ha fatta innamorare.

Eravamo appena usciti dal castagneto, e i prati fioriti del Parco del Corno alle Scale si stendevano a perdita d'occhio. Lassù la cima del Monte Gennaio, per noi una nuova conoscenza, che si è rivelata davvero emozionante.

Così come questa istantanea, che porta con se *naturalmente* e senza artificio colori invecchiati e d'antan, che davano al crinale un fascino sofisticato e etereo, impalpabile eppure presenza costante, come il grigio perla che non lasciava trasparire il sole. E per una volta ho preferito così; un vento sferzante e un'atmosfera rarefatta che silenziosamente ci accoglieva tra le vette silenziose e vuote da ogni altra presenza d'uomo.

Se vi va, l'escursione di ieri, assieme alle altre della stagione appena cominciata la trovate sul mio profilo instagram QUI!

Serena settimana ♥

Il rambutan, questo sconosciuto

L'avete mai visto o assaggiato?
Quando mi è stato offerto dal nostro mitico negoziante dello Sri Lanka {per intenderci, è sempre lui!} ero un po' titubante, ma mi son detta *sarà sicuramente un litchi, anche se non ci assomiglia propriamente...*.
E infatti del litchi è solo un parente. Si chiama rambutan.

Buonissimo. Morbido, dolce e profumato, ha la polpa bianco-traslucida e gelatinosa.
Ho letto che ha proprietà nutrizionali importanti {leggetevi la scheda che trovate qui!}.

Per adesso me lo pappo così com'è, al limite considererò l'ipotesi di una macedonia ma... less is better, in certi casi ;)

Buon fine settimana :)

Lenticchie rosse e barbabietole

Un piatto semplice, veloce da preparare, fresco e nutriente.
Per un pranzo o per una cena davvero da improvvisare ;)


Lenticchie rosse e barbabietole
per 2

lenticchie rosse secche, 120 g
barbabietole rosse precotte, 250 g
una piccola cipolla rossa di Tropea
salvia e rosmarino freschi
sale integrale
olio evo

Lavate le erbe aromatiche, pulite la cipolla e affettatela finemente.
Scaldate in una casseruola un velo di olio, unite le erbe aromatiche, mescolate e aggiungete la cipolla. Lasciatela imbiondire a fuoco dolce, mescolando di tanto in tanto. Unite le lenticchie, alzate il fuoco e mescolate per rivestirle bene di olio. Coprite con acqua, abbassate il fuoco e cuocete incoperchiato per circa 12'. 5' prima del termine della cottura unite le barbabietole.
Pronto!

Insalata di cetriolo, lamponi, semi di zucca e girasole

Secondo capitolo del meno mi muovo meglio è, anche se le temperature sono decisamente calate {a fronte di un meteo instabile come non avevo mai visto da anni -.-"}.

Ho sbucciato e dadolato 1/2 cetriolo,  sciacquato velocemente una manciata di lamponi selvatici {♥°♥}, un paio di semi di girasole appena tostati in un padellino e riunito tutto in una ciotolina. In un padellino ho tostato un paio di cucchiai di semi di girasole e di zucca, poi li ho uniti al'insalata. Una mescolata , un filo d'olio evo e un pizzico di sale integrale ed è pronta :)
E' buonissima accompagnata da crostini di pane di segale tostati e spalmati di tahin :)


Buona settimana!

Strudel semplice di peperoni corno

Estate uguale forno spento, lo so, ma se per caso vi ritrovaste una sera con temperature mooolto proprizie, fate uno strappo alla regola con questo semplice strudel.

Perchè i peperoni {e i corno poi, così dolci!} stanno dando il meglio di sè proprio adesso...


Strudel semplice di peperoni corno
per uno strudel

per la pasta:
olio evo 1/3 di bicchiere
acqua 1/3 di bicchiere
sale integrale
curcuma
curry
farina 0 macinata a pietra qb

per il ripieno:
peperoni corno, rossi e gialli, 4 o 5 dipende dalla dimensione
una piccola cipolla di Tropea
olio evo
sale integrale

 Lavate e mondate i peperoni; tagliateli a strisce per il lato lungo con una larghezza di circa 1 cm. Affettate finemente la cipolla. In una padella scaldate l'olio, unite la cipolla e fatela imbiodire a fuoco dolce, mescolando di tanto in tanto. Unite i peperoni, alzate la fiamma e saltate. Dopo 2' salate, abbassate il fuoco e incoperchiate. Proseguite la cottura utilizzando acqua tiepida, avendo cura di far restringere bene il fondo per non bagnare poi la pasta. Appena i peperoni sono morbidi toglieteli dal fuoco, versateli in una ciotola di ceramica e lasciateli raffreddare.
Preparate la pasta: in una ciotola capiente riunite gli ingredienti liquidi, il sale, la curcuma, il curry e mescolate con una forchetta. Cominciate ad aggiungere la farina. Continuate finchè non otterrete un impasto liscio, omogeneo e elastico. Dategli la forma di una palla e fatelo riposare in frigo per una mezz'ora.
Accendete il forno a 180°C.
Riprendete la pasta, stendetela in forma rettangolare su un foglio di carta da forno. Versate i peperoni a partire da un lato lungo, chiudete bene ai bordi e incidete la superficie per far uscire il vapore. Trasferite su una teglia e infornate per circa 45'.

Mountain I ♥ you

La nostra stagione escursionistica si è aperta da un paio di settimane; ancora non ho avuto modo di raccontarvi niente e dunque eccoci qui, con un due per uno :)

La prima cima è stata una doppia, perchè il *Libro Aperto* è in realtà una coppia di monti, mentre la seconda, il Balzo Nero, è stato un ritorno di fiamma. Per me anno dopo anno è sempre bellissima *_*

Quel che è successo in questi giorni...

*autostrade appena usciti dal lavoro, la montagna chiama;
*quanto tempo! Pulita e controllo di routine;
*sveglia presto, doppio caffè e croissant!
*strade nuove, strade vecchie...
*la prima cima: vento e nebbie da paura!
*dietro alla seconda, il margine estremo del rododendro. Che non ho fotografato, perchè sta su una ferrata :\ :D
*settimana successiva!
*sembra sempre vicino il Balzo, ma non arrivi mai :)
*sul Tartufo con le ciliegie :)

E voi cosa state combinanado in questi primi fine settimana estivi? Per me si affaccia il mare :D

Buona settimana ♥ 

Lattuga, pere selvatiche e avocado

Per la serie: è super caldo e meno mi muovo meglio è :)

Ho tagliato a striscioline qualche foglia di lattuga {le più interne e croccanti}, sbucciato e affettato alcune perine selvatiche {sostituibili con le coscia}, pulito e dadolato 1/2 avocado e riunito tutto in una ciotolina. In un padellino ho tostato un paio di cucchiai di semi di girasole, poi li ho uniti al'insalata. Una mescolata ed è pronta :)
Non uso olio, perchè l'avocado fornisce abbastanza grassi, e non ho salato perchè a mio parere si percepiscono meglio tutti i sapori. Se però sentite la mancanza di un condimento che leghi il tutto, opterei per una salsa a base di yogurt, allungato con un po' di acqua e aromatizzato con le erbe fresche che più gradite.

E se invece le temperature sono più clementi e avete bisogno di qualcosa di più in pancia?
Uno spago semplice semplice, condito con olio extravergine buono e una manciata di prezzemolo tritato finemente, una spolverata di lievito alimentare et voilà {per una versione più *leccosa* ho sbriciolato una fetta di caprino semistagionato a latte crudo *_*}!

Have a nice weekend ♥


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...