Passi di metà ottobre

 Ci sono momenti, e ci sono luoghi che ti fanno innamorare.

Perchè conosci talmente bene i primi, davvero come le tue tasche, che sei certa potranno regalarti l'aria, l'atmosfera, il sole che stai cercando e di cui senti il bisogno.

A me capita con questa campagna, per dirne una.
Il sentiero parte deciso in salita, serpeggiando tra le ultime case del paese, con i giardini bordati di alte siepi di lauro, attraversa la ferrovia con uno stretto ponte in pietra e s'infila in un tratto di castagneto buio e scivoloso.
La riapertura è improvvisa, inondata dalla luce che filtra dalle sottili foglie degli olivi; l'erba è morbida e i passi devono essere misurati: la traccia continua su e su, con alcune scalette ricavate nel terreno.

 Qualche minuto e si arriva alla terrazza panoramica.
Qui il sentiero termina, immettendosi in una carrareccia: seguendola per l'ultimo tratto s'incontrano un paio di fichi, anziani e bellissimi.

 Da quassù si gode un paesaggio vero, il più delle volte silenzioso eppure evocativo.
Questa volta, arrivata su, è calata una nebbiolina sottile.

 Qualche scatto, e è ora di tornare a casa.
Alla prossima, dolce campagna.

 
  

2 commenti:

  1. Questo blog mi aiuta molto, perché so che i miei amici blogger.
    Che lavoro !! ben fatto

    RispondiElimina
  2. I agree with the points made in the article.

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...