Chocolate and avocado pudding

 Adesso vi racconto una buffa storia.
Il mio amore per l'avocado {perchè oramai è una storia consacrata} è relativamente recente, ed è scoccato grazie... a Pinterest.

Già, Pinterest.
A chi non piace? Io trovo che sia una miniera di informazioni e di ispirazione: ricette, moda, fotografia, arredamento, diy a manetta, yoga {specifico per le addicted, ma vale un po' per ogni pratica sportiva o simil}. Insomma, nella ricerca per arricchire la cucina del mio percorso vegetariano {con punte ravvicinatissime di veganesimo}, come potevo rimanere insensibile alle migliaia, letteralmente migliaia, di proposte presenti su Pinterest? Affascinano ed invogliano, almeno per la sottoscritta. E ho notato che l'avocado è un ingrediente molto ricorrente: burrosissimo, delicato, oh my gosh *_*!!!

Sebbene questa ricetta non sia tratta da un pin, ma mi sia ispirata a un vecchio numero di YJ*, posso dire con tranquillità che stando alla mia esperienza tutte le pinned recipes funzionano alla grande. Un unico appunto, una sottile delusione l'ho avuta con la carrot vichyssoise di Martha Stewart ma ehm... lo stesso disappunto era presente nei commenti. Ben venga Pinterest in cucina!

Con questo dolcetto vi auguro di trascorrere il lungo fine settimana prossimo con le persone a cui volete più bene, facendo quel che vi piace ♥


Chocolate and avocado pudding
per 2

avocado maturo, 1/2
cacao amaro in polvere, 2C
miele misto di acacia e ciliegio {o altro molto delicato}, 4c

Sbucciate l'avocado, togliete il nocciolo e tagliatelo in pezzi. Mettetelo nel bricco del mixer insieme agli altri ingredienti e frullate a più riprese fino ad ottenere una crema liscia e omogenea. Suddividete nelle ciotoline monoporzione e tenetele in frigorifero per almeno un'ora.
Volendo servire il dolce come gelato, basta conservarlo per qualche ora nel congelatore avendo cura di estrarlo circa 20' prima di servirlo.
Yummy!

*YJ, giugno 2012

3 commenti:

  1. Ciao Sara!
    l'ho provato anche io questo pudding e ne sono rimasta affascinata! Nella mia versione ho usato lo sciroppo d'acero ma questo è un mio gusto personale, so che a te non è molto simpatico.
    L'avocado ogni tanto lo compero, anche per fare una salsa facilissima che uso per accompagnare i burger di ceci che in casa adoriamo! Tipo una maionese ecco, ma meno pesante. L'hai mai provata?
    Un abbraccio tesora.
    Sissa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mmm interessante la salsetta versione salata :)
      Io ho la fortuna di poter comprare avocado e parenti da un signore dello Sri Lanka, che gestisce un negozietto a due passi da casa. Frutta e verdura arrivano direttamente dalla sua patria soltanto il martedì, sbarcano a Linate e lui stesso va a recuperarli. E' tutta un'altra storia rispetto ai prodotti del supermencato: come si sa sono una sostenitrice sfegatata dei prodotti a km 0, ma alcune eccezioni ci sono. E poi meglio così che alimentare il commercio delle grandi multinazionali che vendono nella grande distribuzione, no?
      Ti abbraccio forte forte, buona domenica!

      Elimina
  2. E ' già diverse volte che posso controllare il vostro blog e lo dico BRAVO a te, è fantastico ! :) Continuate così !

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...