Frittelline di farina di ceci con cipolla, salvia e rosmarino

Non è che abbia un gran rapporto con il fritto.
Intendiamoci, mi piace, e se c'è sono felice. Adoro i quadrotti di polenta del giorno prima e le verdurine miste {carciofi, zucchine, cimette di cavolfiore,..} che trovo dall'ambulante al mercato {e che divoro anche in agosto}, i porcini, che come li fanno su in montagna non ce n'è per nessuno. I fiori di zucca appena colti dal contadino, specialità della mamma, o quelli ripieni di mozzarella, che ho conosciuto qui a Firenze.

Il fritto l'è bono. 
Punto e basta.
Il fatto è che è noioso.

Perchè ci va tanto olio, si fa cattivo odore, si schizza, poi si sa, non è mica salutare... :P
In realtà queste son tutte scuse, il punto è che io proprio non so friggere, son negata.

Dunque, qual'è la storia di queste frittelline?
Da noi esistono le serate fisse {o quasi}, e quella della domenica da un bel pezzo è riservata allo strudel semintegrale ripeno di cavolo nero {sbaaavvv!}: ebbene, a 'sto giro avevamo voglia di accompagnarlo, più per gola, visto che sazia ampiamente :)
Scambio d'idee, e la cena della domenica diventa una *cena con le mani*, perchè queste frittelline devono essere mangiate così!

Buona settimana d'inverno.


Frittelline di farina di ceci con cipolla, salvia e rosmarino
per 2

farina di ceci 150 g
acqua 1/2 l circa
olio evo 2C
sale integrale
cipolla di Tropea 1, piccolina
salvia e rosmarino freschi

Preparate la pastella con anticipo {per noi circa un'oretta, ma più riposa e meglio è}: in una ciotola raccogliete la farina e il sale, mescolate con una forchetta e cominciate a versare l'acqua a filo. Continuate a mescolare perchè non si formino grumi, quando la pastella sarà abbastanza fluida {regolatevi in base alle caratteristiche della farina} aggiungete l'olio, amalgamate e aggiungete la cipolla a dadini e le erbe aromatiche tritate. Riponete in frigo.
Dopo il tempo di riposo, scaldate la giusta quantità d'olio in una padella profonda e, aiutandovi con un mestolino, dosate poca pastella per volta e friggete, giusto il tempo di una bella doratura.
Via via che prelevate le frittelline, fatele asciugare su carta assorbente e salatele in superficie.

 
Naturalmente non sono io l'esecutrice materiale di queste meraviglie :)
Thanks ♥

13 commenti:

  1. buone! io adoro i ceci in tutte le salse, effettivamente adoro anche l'hummus ;) ma come te non amo friggere, allora le cuocio di solito o in padella con un filo d'olio o in forno :)
    proverò anche questo semplice ma già immagino delizioso accostamento
    un abbraccio

    ester

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io spesso inforno: vengono delle polpette buonissime :)

      Elimina
  2. accidenti non solo per la ricetta gustosissima ma per le fantastiche foto, migliori sempre di più, non solo nella tecnica c'è anche una maggiore sensibilità

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, è un commento bellissimo e mi fa davvero molto piacere. Mi sto allontanando completamente dal filone classico del *prepariamo il set* a favore di fotografie prese... sul momento. Meno *alla moda* ma realistiche :)
      Grazie ancora.

      Elimina
  3. Ciao Wenny!!!
    Bone ste frittelline! ... come delle piccole panelle! :) adoro la farina di ceci!
    Bacioni e chissà che non partecipi anche tu al WHB... mi farebbe taaaanto piacere! :)
    Terry

    RispondiElimina
  4. adoro tutte le preparazioni con farina di ceci, dalla classica farinata alle panelle siciliane, ho una ricetta da provare con delle mini farinate al forno nello stampo dei muffin (anche io sono una frana a friggere ;-) )
    Tutto bello, ricetta e foto.
    un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mmm, suonano deliziosi questi muffin, li aspetto ;)

      Elimina
  5. Ma solo l'evocazione della farina di ceci mi fà gola.. La tua ricetta mi sà un po' di farinata, come dice sopra "Fico e Uva", o per lo meno -per me- di qualche fritto genovese.. perchè è quello che conosco di più. Comunque mi dai tanta voglia di provarla, che sia fritta nell'olio oppure al forno.. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti è proprio la pastella che di solito uso per preparare la farinata. Sono dosi azzeccate e riesce sempre. Provai una ceina {si chiama così?} alle Cinque Terre che era veramente da urlo, non avrei mai smesso di mangiarla!
      Baci!

      Elimina
  6. Nutro per i ceci una quasi ossessione: li metterei dovunque, e in qualsiasi forma. [ma credo riserverei lo stesso trattamento a tutti gli appartenenti alla categoria "legumi" (; Spesso uso la farina di ceci per delle semplici frittatine in padella, magari con un po' di verdura: la rapidità vince!
    Bacioni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai provato quelli neri? Qui da noi li prepariamo *in rosso*, e devo dire che sono sorprendenti :)

      Elimina
  7. Il tuo blog è davvero grande, vengo su ogni giorno e ogni volta trovo qualcosa che mi si addice. Questo blog ha un sacco di cordialità e calda ospitalità
    Grazie mille

    voyance gratuite par mail ; voyance mail gratuite

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...