31.1.13

Stamattina soltanto per me.

Sono uscita presto, perchè è sempre bello aspettare con la metà il suo autobus e salutarlo con un gran bacio. Il mio, nella direzione opposta, mi ha portata in uno dei posti che più mi piace della mia Firenze, che compare soltanto il giovedì mattina, sotto i portici dlla Repubblica.

Il mercato dei fiori. 

Per me è un mondo a se stante. 
Un mondo piccolo, gentile, pacato, fragrante e allegro. Sono convinta che sia merito della Natura, protagonista indiscussa, e delle persone che le vogliono bene e vivono di e per lei. E' tutto tranquillo; il venditore {che ho individuato come mio personale di fiducia finchè potrò permettermi i fiori della Repubblica :)} mi spiega con pazienza e dovizia di particolari ciò che gli domando, ipnotizzata dalle meraviglie che ha scaricato dal furgoncino. E così porto via con me un piccolo vaso con tre bulbi di muscari e un enorme mazzo di glicini color indaco e di narcisi, di quelli minuti, che sembrano selvatici.
Sono felice e serena, questo mercato riesce ad attenuare il mio mal di campagna :)
E tornando a casa, con un autobus deliziosamente vuoto, assaporo l'aria dorata intorno alla Fortezza, ripetendomi che sì, la gentilezza ispira davvero la migliore filosofia di vita.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...