Considerazioni.

Detto da me, che mi sono lasciata compenetrare dalla passione per l'architettura e che al momento lavoro in uno dei patrimoni dell'umanità per tutelarne tanti altri, suona poco credibile o quanto meno stridente. Ma chi mi conosce sa che non può che essere vero.


Scriveva Pirandello*:
"Aria! aria! Lasciamo la casa [...]"
"[...] Diciamo dunque che è in noi ciò che chiamiamo pace. Non vi pare? E sapete da dove proviene? Dal semplicissimo fatto che siamo usciti or ora dalla città; cioè, sì, da un mondo costruito: case, vie, chiese, piazze; non per questo soltanto, però, costruito, ma anche perchè non ci si vive più così per vivere, come queste piante, senza saper vivere; bensì per qualche cosa che non c'è e che vi mettiamo noi; per qualche cosa che dia senso e valore alla vita: un senso, un valore che qua almeno in parte, riuscite a perdere, o di cui riconoscete l'affliggente vanità. E vi viene languore, ecco, e malinconia.
Capisco, capisco. Rilascio di nervi. Accorato bisogno di abbandonarvi. Vi sentite sciogliere, vi abbandonate".
E ancora,
"«Uomo», dite voi, sdrajati qua sull'erba, «lascia di volare! Perchè vuoi volare? E quando hai volato?» Bravi. Lo dite qua, per ora, questo; perchè siete in campagna, sdrajati sull'erba. Alzatevi, rientrate in città e, appena rientrati, lo intenderete subito perchè l'uomo voglia volare. Qua, cari miei, avete veduto l'uccellino vero, che vola davvero, e avete smarrito il senso e il valore delle ali finte e del volo meccanico. Lo riacquisterete subito là, dove tutto è finto e meccanico, riduzione e costruzione. Un altro mondo nel mondo: mondo manifatturato, combinato, congegnato; mondo d'artificio, di stortura, di adattamento, di finzione, di vanità; mondo che ha senso e valore soltanto per l'uomo che ne è l'artefice".


E mi viene da pensare che è la società {e sì, povero piccolo mondo} ad essere storta, finta e vanitosa. La gentilezza non le appartiene e dunque, come è possibile ritrovarla in ciò che produce? E questo in qualunque aspetto e a ogni livello.
Certo, esistono le perle, le eccezioni. Non soltanto singole persone, ma stabili comunità. Speranze gentili.
Leggevo questo post stamattina, e sottilmente ho trovato espresso un sentimento comune.

Vi è mai capitato di fare considerazioni simili?

Sereno fine settimana.

*Luigi Pirandello, Uno, nessuno e centomila {versione per il kindle, ci sta che ci siano errori di punteggiatura}.

2 commenti:

  1. Ciao,ti scopro dopo aver letto un tuo commento che mi ha colpito molto da Sabrine.Che dire? Chapeau,l'onesta' ripaga sempre,anche quando non sembra che sia cosi.
    Buon weekend.

    RispondiElimina
  2. Ho appena trovato il tuo sito, wow, è veramente buono e in francese. Congratulazioni, mantenete il buon lavoro. Tornerò e pubblicizzerò il tuo sito.

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...