Oregano and orange flavoured loaf


{english version below}

Ha un sinonimo il termine *plumcake*?
No, ditemelo, perchè proprio non lo sopporto più, d'altra parte non saprei come barcamenarmi nella galassia dei sostituti che mi vengono in mente: mi sembrano tutti inappropriati.
Il termine quindi l'ho preso un pò a casaccio, ebbene sì, ma la preparazione è azzeccata e ispirata :)
Sa di sud; mi ricorda la mia nonna lucana che preparava *il piatto*, tagliando delle belle fette di arance succose e condendole con grandi pizzichi di origano, di quelli buoni buoni...

Oregano and orange flavoured loaf

uova codice 0 2
olio evo 2C
farina 0 macinata a pietra 180 g
lievito 7 g
scorza di mezza arancia grattugiata
sale marino integrale una presa
pepe nero da macinare al momento
origano 2 c
succo d'arancia 10 cl 

Preriscaldate il forno a 180°C; imburrate ed infarinate lo stampo.
In un piatto fondo sbattete le uova con il latte, aggiungendo poi a filo l'olio.
In una ciotola capiente setacciate la farina con il lievito, la scorza d'arancia e l'origano. Aggiungete il composto di uova e amalgamate con un mestolo, salate, pepate poi versate il succo d'arancia e lavorate fino ad ottenere un impasto omogeneo.
Infornate per 40' {prova stecchino prima di sfornare} e lasciate raffreddare su una gratella.


English version
Oregano and orange flavoured loaf
2 eggs
2 tablespoons extra virgin oil
180 g all purpose flour 

7 g baking powder 
grated zest of half an orange 
a pinch of sea ​​salt  
freshly ground black pepper 
2 teaspoons oregano 
10 cl orange juice

Preheat oven to 180 ° C,
Grease a rectangular mold with butter then flour it. In a bowl beat the eggs with the milk, then add the oil. 
In a large bowl sift the flour with the baking powder, orange zest and oregano. Add the egg mixture and stir with a spoon, add salt and pepper, then pour the orange juice and mix well. Pour into the mold and bake for 40 '.

16 commenti:

  1. Di una bontà e poi condito pure dai ricordi. Ti invito a apertecipare al mio primo contest. Ti lascio il link:

    http://diariodicucina.blogspot.com/2012/01/prova-di-bimbo-il-mio-1-contest.html
    un abbraccio ;-)

    Mi farebbe molto piacere se tu partecipassi.

    RispondiElimina
  2. nonna lucana????
    wenny hai detto "nonna lucana"?

    RispondiElimina
  3. Passo di qui in un momento di pausa per commentare il *flower monday* e che mi trovo!!?!?!? Strabuzzo gli occhi incredula ^_^ (si fanno così le faccine sbalordite??)! Un cake!!! ah, se sà di sud.. origano e arancia, che coppia! Lo segno, lo vedo bene da spiluccare in compagnia. ..'Buona', ovviamente.
    Bacio,
    Sissa

    RispondiElimina
  4. mia nonna è del sud: pantelleria e il piatto così lo fa ancora: origano ma di quello buono, arancio tagliato a fettone, sale, olio e qualche volta anelli di cipolla ammollati nell'aceto... ha quante ene con la nonna così con una bella acciuga sottosale fatta da lei! quasi quasi appena torno a casa... ^_^

    RispondiElimina
  5. arancia e origano ... mai sentita questa accoppiata, ma mi fido; e siccome abbondano qui sia le arance sia l'origano, domani provo a seguire la tura ricetta.
    abbraccissimi!

    RispondiElimina
  6. Beh devo dire che il nome è azzeccatissimo, è intrigante e nasconde un dolce che basta guardarlo per farsi venire l'acquolina in bocca! Curioso l'abbinamento degli ingredienti!

    RispondiElimina
  7. I pani salati e aromatizzati mi piacciono moltissimo. Cerco di non prepararli spesso perché altrimenti mi ci ingozzo in maniera invereconda. Di questo potrei tranquillamente mangiarne metà così, senza quasi accorgermene, magari con del buon pecorino.
    Saluti affettuosi!
    (Wenny, nella versione inglese hai dimenticato di sostituire i c e C dei cucchiaini e cucchiai in t e T - teaspoon e tablespoon)

    RispondiElimina
  8. Brava...come sempre...
    Piano piano spero di imparare a rendere visivamente le mie ricette come te..o almeno avvicinarmi.
    La fotografia è molto importante per rendere appetitoso agli occhi un buon piatto...
    Ti seguo sempre con attenzione...Bravissima

    Ciao
    Chiara

    RispondiElimina
  9. a me piace tanto loaf, o semplicemente bread. funziona. anche la combinazione, arancia e origano, nella mia mente, funziona. devo passare alla prova papille. un bacio

    RispondiElimina
  10. bellissimo tutto: la ricetta, il ricordo della nonna, la foto. un abbraccio :)

    RispondiElimina
  11. @Letiziando: ho letto del contest, che bella idea! Prometto, faccio il possibile per partecipare.
    Buona serata!

    @rossella: yes, don't you remember? Della serie *separate alla nascita*...
    :D

    @la sissa: oh sì, è spilucchevole, e come ha ben detto Duck poco più sotto, è fantastico con del buon formaggio {per noi toscani sicuramente pecorino, e per voi? Chissà quale golosa alternativa *_*}.
    Un bacio grande

    @Erica: la cipolla fatta così la conosco, la prepara la nonna del mio compagno. E guarda caso, lei ha sposato un calabro doc ;)
    A presto!

    @simo: oh sì, fammi sapere. Penso proprio che potrebbe piacerti.
    Un abbraccio grande grande

    RispondiElimina
  12. @Claudia: beh, è vero, anche se non è *corretto* il nome è evocativo, e questo ci basta ;)
    Un abbraccio cara

    @Duck: me too. Queste preparazioni su di me hanno un effetto calamita completo. Cosa curiosa però, ancora non possiedo la bibbia della Chovancova, sono anni che lo scrivo e ancora non ho posto rimedio a questa mancanza.
    Ti ringrazio per la segnalazione: sto cercando di scrollarmi un pò di pigrizia e dare una minima svolta bilingue ai post che prevedono ricette {appoggiandomi alla galleria di foodgawker -corri a vedere!- molti stranieri approdano a questi lidi, e voglio evitar loro di aprire la pagina dei traduttori online}. Quindi cara mia, continua a segnalare, consigliare e quant'altro -anche perchè potrei cominciare a farlo io :)
    Un abbraccio!

    @Chiara: benvenuta e buon anno, anche se in ritardo :)
    Ti ringrazio e non credere, non c'è nessun effetto speciale: se senti che cucina e fotografia sono tue passioni, con un pò di pazienza riuscirai ad ottenere delle belle soddisfazioni.
    A presto!

    @Valeria: loaf, sì. E' così morbida e accogliente come parola, non trovi?
    Bacio a te!

    @tiziana: carissima, che belli i tuoi passaggi con annessa polvere di fata e polvere di stelle.
    Grazie :*

    RispondiElimina
  13. stavo infatti per scriverti di seguito un secondo commento: pensavo: dejà vu??? ne abbiamo parlato? nooo? mi comincio a confondere, dato che anche Juls, intesa in questo senso, ci è parente!!!! :)

    RispondiElimina
  14. @rossella: yes ne parlammo, very di fretta però {alla stazione *da me*, remember?}.
    Anche Giulia separata alla nascita? :)

    RispondiElimina
  15. Ciao Wenny :) è un grande piacere anche per me conoscerti e scoprire il tuo blog! Mi piace molto, le ricette sono particolari e le tue foto sono bellissime! A presto!!!!

    RispondiElimina
  16. Effettivamente! Buon testo, molto informativo ed esplicito! Grazie per aver condiviso i tuoi suggerimenti.

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...