{falso} Pavè di castagne alla fava tonka


{english version below}

Altro proposito per questo neonato anno: cucinare.
E con cucinare intendo cucinare con una marcia in più, che poi sarebbe quella del blog.

Ho sempre cercato di dedicarmi alla cucina con consapevolezza, calma, attenzione e amore {quello c'è sempre}, ma negli ultimi mesi è mancata... come dire... la coda della realizzazione del piatto, quella per cui mi divertivo a conciarlo per le fest... ops, pardon, per il set :)

Fatto è che ho detto Basta, su, così non si può continuare, specie dopo uno scatto- {forzato e svogliato} flop domenica sera, che ha punito, negandole la pubblicazione, una passatina di cavolfiore e rape {poverina}.

Dunque eccomi qui a riprendermi quello che mi sono auto-negata: si parte con qualcosa di semplice semplice, che per ingredienti, profumi sapori e consistenza mi lega alla mia Toscana, in un abbraccio confortevole. E' un dolce rustico, autunnale {chè si può ricominciare da qualche altra parte???},  che necessita di una lunga cottura per poter assestare tutto quello di cui è composto.
Ed è buono. Lo vedo giusto compimento di un pranzo semplice con un unico piatto {e magari una insalata di scoltellato}, o a colazione, immerso nel latte caldo.

Buon proseguo di settimana d'inverno :)


{falso} Pavè di castagne alla fava tonka

farina di castagne macinata a pietra 250 g
lievito 7 g
fava tonka 1/4 di bacca circa
zucchero di canna grezzo 250 g
latte intero 125 ml
uova codice 0 2
sale una presa
burro 125 g

Preriscaldate il forno a 180° C, imburrate ed infarinate uno stampo rettangolare.
In una larga ciotola setacciate insieme la farina, il lievito e la fava tonka grattugiata. Unite lo zucchero e mescolate sommariamente con una forchetta. 
A parte, sbattete le uova con latte e sale, poi unitele al composto di ingredienti asciutti e lavorate velocemente. Incorporate a filo il burro fuso, mescolate bene e versate nello stampo. 
Infornate per 1 h 30' {devono formarsi delle crepe in superficie} e lasciate raffreddare bene prima di sformare.


English version
Flavoured tonka bean chestnut cake

250 g chestnut flour   
7 g baking powder
1 / 4 of tonka bean 
250 g brown sugar
125 ml whole milk
a jar  of self-produced yogurt {about 150 g}
2 eggs
a pinch of salt 
125 g butter
 
Preheat oven to 180° C. Grease a rectangular mold with butter then flour it.In a large bowl sift together the flour, baking powder and grated tonka bean. Add the sugar and stir briefly with a fork. Separately, beat the eggs with milk and salt, then mix them into the mixture of dry ingredients and work quickly. Add the melted butter, mix well and pour into the mold. Bake for 1 h 30 '.

7 commenti:

  1. Ciao cara,innanzitutto auguri per il nuovo anno ti auguro che sia come più lo desideri!

    Non ho mai mangiato questo tipo di dolce ma dalla consistenza sembra proprio qualcosa che sarebbe molto amato dal mio palato... pecato che per la fava tonka mi sono messa con l'anima in pace perchè non l'ho mai trovata in giro :((

    Donatella

    RispondiElimina
  2. ciao cara, anch'io prima di tutto ti faccio tanti auguri perchè nell'anno nuovo nuovo tu riesca nei tuoi propositi, poi... questo dolce, questo dolce che all'apparenza sembra un castagnaccio qualunque nasconde al suo interno ingredienti non-pensati, assolutamente da testare, bentornata a te, alle tue meravigliose foto e alle tue ricette.

    katia

    RispondiElimina
  3. Wow, dico io! Anche se con i castagnacci non vado molto a braccetto, per questo trancetto in primo piano potrei fare uno strappo alla regola :)))
    E: sarei proprio curiosa di vedere quella foto senza lode che ci ha negato la ricetta della passatina che ha tutti i connotati per essere interessante... Suvvia, sii ragionevole... ;)
    Un bacio, tesora.
    Sissa

    RispondiElimina
  4. Innanzitutto, auguri! Ti capisco, anche io continuo a cucinare (è vitale!), ma senza la voglia di preparare i piatti alle foto... ogni tanto qualche scatto mi sfugge, ma che rabbia quando non sono come li desidero. Comunque anche io inizio questo nuovo anno con il proposito di impegnarmi di più per il blog. Se lo merita, e se lo meritano tutti quelli che mi seguono e mi leggono.
    Dai che ce la facciamo ;)

    Un bacione cara!

    a.

    RispondiElimina
  5. Ho giustappunto della farina di castagne che andrebbe usata.
    Domanda: ma dove le compri le fave tonka? Intendo dire qui dalle "nostre" parti?
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  6. @Donatella: tanti tanti auguri anche a te.
    Il dolce è molto compatto, ricorda vagamente il castagnaccio. Diciamo che non è un dolce da inzuppo {e infatti scrivendo *immerso* nel latte potrei dare adito a seri dubbi riguardo le mie capacità descrittive :)}
    Ciao!

    @k@tia: grazie, ricambio con i miei migliori auguri!

    @la sissa: va bene, giurin giurello, la passata la pubblico. Dopo aver fatto la spesa, cucinata e fotografata di nuovo però!
    Bacione

    @Agnese: grazie carissima, buon anno a te! Sì, mi piace tutto questo tuo entusiasmo {beata gioventù}, ce la possiamo fare!
    Un abbraccio grande!

    @Duck: nostre, oh sì! Abbiamo un piccolo grande gioiello in centro, sono sicura che se entri rimani a bocca aperta e ci schiacci un pò di minuti come un ebete {=come me}. L'indirizzo? via della Condotta, 32, da Bizzarri!
    Fammi sapere, baci ;)

    RispondiElimina
  7. Sì un grande bravo per questo articolo, hai un modo di dire cose in modo naturale, semplice e così vero, tiro il mio cappello !!

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...