Rientro

Rientro definitivo.
Come ve la siete passata? Io discretamente, discretamente bene, anzi direi proprio benissimo. Consapevole della fortuna che ho avuto, appena riesco a riorganizzare il tutto cercherò di farvi partecipi delle mie scoperte :)

Grazie per i messaggi che mi avete lasciato nel post precedente, mi hanno davvero fatto piacere: e ritrovarvi tutti è sicuramente un incentivo a fare un buon lavoro {in tutti i campi che mi competono} nei mesi a venire. Quindi io non lascio voi e voi non lasciate me, mi pare un patto equo :D

Di valige da disfare non devo occuparmi; il bello di traslocare nella seconda casa è che puoi permetterti di portarti dietro soltanto la fidata super borsa {che in effetti, essendo quella di una donna, conta quasi quanto una valigia. Il bello però è che non c'è da preoccuparsi di disfarla} e il case di fotografia {anch'esso dotato di numerosi scomparti, utilissimi}. Dunque ecco, vorrei sfruttare questo tempo in più per farvi una domanda: c'è stato un momento preciso, non unico, ma che si è ripetuto per tutta la vostra vacanza e che vi ha tenuto compagnia, che avete officiato come fosse un rituale? Così, per curiosità.
Per me, manco a dirlo, è stata la colazione: e non la solita, bensì quella che amo di più, che dura ore, perchè è corredata dalla lettura di un nuovo libro. Stavolta è toccato ad Eco: una manciata di giorni, e con gran godimento ho terminato quello che in un anno non ero riuscita a fare.
Niente male, eh?

A presto carissimi, vi auguro una buona settimana.

Piesse: ehi tu, che sai chi sei, l'hai per caso letto? Quanto mi piacerebbero due righe su quel che ne pensi. Anche soltanto sull'autore...
:)

{merenda.1}

Ma quanto saranno buoni? Ricordo vagamente che Trish ci ha pure fatto un dolce... forse un gelato.
Per questa merenda devo accontentarmi del latte industriale, ma adesso che schizzo su un salto in azienda non me lo toglie nessuno ;)
Al ritorno dettagli ed indirizzi.
Buon fine settimana!

Intermezzo

Stamattina avevo la luna di traverso come mai in tutta questa estate. La prima frase che mi è uscita dalla bocca {imbronciata} è stata *Odio l'estate* {istantaneo l'eco gargamelliano della metà *Io ooodio l'estate*}: il solo pensiero di un'altra giornata all'insegna dei 40°C mi manda irrecuperabilmente in bestia.

Mi sono abituata male.

I giorni trascorsi in montagna mi hanno regalato temperature ritempranti, tanto che adesso sono quanto mai insofferente ed attendo ansiosa giovedì, quando potrò permettermi il lusso di ripartire per la casa dolce casa spersa tra i monti, e che chiuderò a doppia mandata soltanto a fine mese.

Nel mentre, qualcosa bisogna pure che m'inventi, e questo qualcosa riguarda sicuramente il blog: tutti voi frequentatori e lettori mi siete mancati {non che fossi in paranoia per non potermi connettere, ma rileggervi nuovamente mi procura tanta contentezza}. Ad onor del vero diverse volte ho accarezzato l'idea di chiudere {ancooora!}, per poi abbandonarla prontamente al pensiero di tutto quello che questo spazio mi ha dato finora e di quanto ancora può darmi {di qui a poco, pochissimo~ lavori in corso, rimanete sintonizzati}. 
Già ho deciso di confermare la parte di carattere food, dandogli un'impronta ancora più *ecocompatibile~ consapevole*, e di integrarla con contenuti artistici di varia natura... a km 0 :)

Prima di immergermi nei vostri post *di rientro*, una comunicazione di servizio.
Alcuni mi hanno chiesto come sia andata la mostra fotografica di fine giugno: bene :)
Questa la galleria dei partecipanti, questo il mio contributo.

A presto!

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...