Carrot pudding

stefano arturi's carrot pudding
Sono felice, felicissima.
Due sere fa, vuoi per questo o vuoi per quello, di ragioni ne posso trovare mille, mi sono messa a cucinare, con il dichiarato intento di pubblicare sul blog quanto avrei infornato. Ero allegra, motivata, per nulla spaventata all'idea di dover pesare decine di ingredienti e lavare poi ciotole ciotoline spatole fruste e quant'altro. Guarda strano però, dal libro che mi stava chiamando dalla libreria mi sono andata a cercare la ricetta più semplice in assoluto, sia quanto a composizione che procedimento e cottura. Evidentemente il mio buonsenso ha avuto la meglio sull'entusiasmo dell'ispirazione, che pure ha saputo districarsi bene in ogni passaggio e movimento, rimanendo soddisfatta e compiaciuta da quanto era riuscita a concretizzare.
Quanto a questo pudding, c'è poco da dire: è semplicemente perfetto.


Carrot pudding*

uova codice 0 3
zucchero di canna 70 g
mollica di pane fresco non salato 70 g
carota grattugiata due medio-piccole, circa 150 g
burro fuso 50 g
limone la scorza grattugiata e 2 cucchiai di succo
cannella 
noce moscata

Imburrate e cospargete di zucchero di canna una tortiera del diametro di 20 cm; preriscaldate il forno a 180°C.
Montate bene le uova con lo zucchero e aggiungete tutti gli altri ingredienti, avendo l'accortezza di unire il burro per ultimo e speziando a piacimento ma senza esagerare. Mescolate velocemente e trasferite nella teglia. Cuocete per 30'.

Stefano Arturi, English Puddings. Ricette e curiosità dal raffinato universo dei dolci inglesi, Guido Tommasi Editore, Milano, 2005, pagg. 79-80.

stefano arturi's carrot pudding

In ultimo un annuncio importante: mi trovate per la seconda volta sulle pagine di Donne sul Web. Con che ricetta? Andate a scoprirlo!

25 commenti:

  1. Ciao cara, ma che delizia questo pudding! Mi sembra quasi di sentirne il profumo fin qui!!!

    RispondiElimina
  2. Mamma mia che delizia mi sà che lo provo in direttisma e poi ti faccio sapere... foto che incantano ;-)

    RispondiElimina
  3. E' semplicemente meraviglioso, tesoro!!! Potrei averne una fettina?!?! Le foto sono incantevoli! Un bacione

    RispondiElimina
  4. ciao Sara, il pudding è delizioso e la ricetta su "Donne sul Web" ancor di più, bravissima due volte!

    RispondiElimina
  5. Siamo in sintonia! Per il cineforum di stasera porterò proprio un carrot cake! Bello percepire il tuo entusiamo per la riuscita della tua dolce missione, credo proprio che lo metterò nella lista dei prossimi dolci, tra l'altro è pure leggero..
    Un lume per favore.. per "mollica di pane non salato" intendi pane grattuggiato? o mollica spezzettata? scusa non capisco questo passaggio........... :|
    Baci baci,
    Sissa

    RispondiElimina
  6. Che bella ricetta, mi viene l'acquolina in bocca.. Chissà perchè adoro mangiare i carrot cake e non ne ho mai cucinato uno.. Pero' il tuo mi spira davvero molto!! Mi sà che sarà quello :o)

    RispondiElimina
  7. Già il colore è allegria allo stato puro..mi immagino il gusto!
    Gnam!
    Sul mio blog c'è un giveaway per la gourmande che c'è in te!
    Aina

    RispondiElimina
  8. si vede.
    anzi si vedono.
    perfezione e felicità.
    non è che rivalutiamo la primavera? ;)
    baci

    RispondiElimina
  9. @Marina: oh che bello rileggerti, mi sei mancata!

    @Letiziando: fammi sapere poi, ti prego!

    @Lady Boheme: te lo preparo volentieri: farò la cuoca a domicilio per te :)

    @Chiara: ti ringrazio. Mi dispiace per l'inconveniente del ritardo :\

    @la sissa: ho specificato *non salato*perchè si sappia che il pane da utilizzare è quello toscano, quello sciapo per intendersi :) E se ne prende la mollica spezzettandola con le mani {io ho messo anche la crosticina delle fette e ci sta benissimo!}.
    Baci

    @Ellemme: io invece non ho mai preparato un vero carrot cake. Ne cercherò una ricetta originale :)

    @Aina: arrivo!

    @rossella: no, sie. Le mie rivalutazioni in certi casi abbisognano di prove certe ed inconfutabili :)

    RispondiElimina
  10. Ah, ehm, quel *Francesco* di cui sopra sono io, wenny. Mi sono imbrogliata con gli account!

    RispondiElimina
  11. bentornata ai fornelli amica! e anche se semplicissima questa ricetta fa gola e chiama il sole :D
    Un bacione

    RispondiElimina
  12. Complimenti per il blog.Molto bello e pieno di belle immaggini.
    Questa torta di carote poi e' spettacolare buca lo schermo.Ne prenderei volentieri una fetta.
    Un abbraccio e buona giornata.
    Ciao,Fausta

    RispondiElimina
  13. meraviglioso! sarà mio.
    a presto cara!

    RispondiElimina
  14. ti ringrazio dei lumi, non riesco affatto ad immaginarne la consistenza. Chissà se riuscirò a trovare il pane sciapo da queste parti per togliermi questo cruccio..
    A presto,
    Sissa

    RispondiElimina
  15. A me sinceramente la semplice freschezza di questo pudding piace molto più delle tante elucubrazioni e formule magiche necessarie per ottenere torte principesche, sai?

    RispondiElimina
  16. me che buono! questo docle con il coloer che ti tira su anche nei giorni piovoso , grigi.... uhmmm provo a farla per domenica? si proprio si!!!

    RispondiElimina
  17. E' bella questa ricetta anche come colore, perfetta ciao

    RispondiElimina
  18. @Nepitella: amica di fornelli e di scatti, i tuoi commenti mi danno sempre più carica ;)

    @Mousse: ti ringrazio, mi fa proprio piacere che tu sia arrivata fin qui.
    A presto!

    @the t time: felicissima!

    @la sissa: ma scusa, una panificatrice come te non ha questo tipo di problemi ;) ;) ;)

    @Onde99: ah tesoro, ma il pudding che più mi ha rubato il cuore è stato quello che mi hai fatto scoprire tu l'anno passato. Indescrivibile.

    @Colores: ciao cara! Mi piace questo tuo entusiasmo, e spero che il pudding non disattenda quanto ti aspetti!

    @stefania: grazie, ma il merito è di Stefano ;)

    RispondiElimina
  19. CHe belle le tue ricette, sempre particolari eppure golosisisme...questo pudding così colorato e cremoso è una gioia per gli occhi..e per il palato!!!

    RispondiElimina
  20. Sembra proprio buono...che soddisfazione quando una cosa riesce meglio del previsto!

    RispondiElimina
  21. Che bello scoprire il tuo blog. Non ho tempo in questo periodo di girare nella blogosfera ma ringrazio questo piccolo momento per avermi fatto capitare qua. La tua ricetta è splendida, il tipo di dolce che io adoro e casualmente ho anche io postato un budino, però di pane. Adoro la consistenza di questi dolci, umidi, morbidi ma "densi" di sapore. Lo proverò di sicuro, intanto ti seguo con piacere. Bacio, Pat

    RispondiElimina
  22. deve essere proprio buono...
    buona giornata!

    RispondiElimina
  23. Riconosco il tocco del caro Stefano e il tuo, delicatissimi entrambi.
    Tanti baci

    RispondiElimina
  24. mi piace un sacco questo pudding di carote!! Secondo me potrebbe piacere molto anche ad Uvetta.....

    RispondiElimina
  25. Ecco Wenny, il pudding l'ho fatto in pausa pranzo: sono riuscita ad incartarlo velocemente ancora caldino per la merenda pomeridiana in ufficio al posto della solita ma buona mela.. Beh, oggi si va di lusso visto che non ho resistito ad assaggiarne un pezzo prima di volare via!! Buonissimo! E che consistenza, ..strana ecco! Gli ho aggiunto una manciata generosa di uvette ed usato il cardamomo al posto della noce moscata. Grazie mille della ricetta :))
    Bacini,
    Sissa

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...