Code di gamberone al profumo di vaniglia in salsa al cioccolato e riso thai allo zafferano

ricetta_resized
 Tutto è cominciato con la fotografia della farfalla blu.

Conoscevo Martina di Nepitella già da diverso tempo, leggendola con interesse e curiosità, con ammirazione e stima crescenti per le sue doti di cuoca e fotografa. Mi colpì il suo modo di raccontarsi, di condividere le ricette, di impegnarsi a tradurre in immagini quel che realizzava e la rendeva felice: non mi fu difficile diventarne lettrice assidua e commentatrice, ma ancora più bello fu ritrovarla tra le mie pagine, con lo stesso mio entusiasmo. Oramai ci eravamo prese.
Ma come ho detto, di lì a poco questa neonata amicizia virtuale avrebbe preso una via tutta sua, lasciandomi, sono onesta, sbalordita, per quante coincidenze sono occorse via via, che hanno contribuito a stringerla sempre più. 
Martina rimase incantata dalla farfalla *morpho blu* che pubblicai in un post, tanto da scrivermi per averla di qualità tale da poterla stampare ed incorniciare: è stato grazie a questo gesto che, una volta letto del contest *Aggiungi un blogger a tavola* indetto da Genny, mi contattò chiedendomi di fare coppia con lei.
Che, potevo forse rifiutare?!? :)
La nostra situzione era perfettamente descritta dalle parole di presentazione del contest, meglio di così...
L'idea era talmente allettante che da entrambe le parti ci fu grande entusiasmo fin da subito: da quel fatidico giorno le rispettive caselle di posta cominciarono a riempirsi di quelle che abbiamo battezzato *mail-conferenze*, nelle quali ci mettevamo al corrente l'un l'altra delle proprie pensate, in un flusso di coscienza decisamente mal gestibile ;)
L'avvio, perchè un avvio serve sempre, venne da una ricetta particolarissima che trovò Martina scartabellando tra i suoi libri: discutendone, scoprimmo che i nostri pranzi di Natale sono addirittura simili!
Parla che ti parlo, tante idee ed intuizioni si susseguirono e si compenetrarono, per giungere al risultato che state per leggere. Risultato del quale sono *estremamente orgogliosa*, perchè è frutto unicamente delle nostre due zucche, che hanno lavorate insieme divertendosi, scoprendo nuovi ingredienti e nuove combinazioni. Non avrei mai detto che un giorno sarei riuscita a tirar fuori una ricetta estremamente convincente, tanto da poterla proporre alla famiglia intera per un'occasione tanto importante come quella di Natale: e difatti no, non posso dirlo, perchè questa ricetta non l'ho scritta io, da sola non avrei mai potuto. Questa ricetta appartiene a me e Martina :)
Il contatto assiduo riguardante il contest certo non era concluso con la messa a punto della nostra *ricettuzza*: c'erano ancora le peripezie per scattare la fotografia, che preoccupava entrambe (ci sarà la luce? pioverà? dovrò montare le luci?), il parere dei nostri assaggiatori... questi ultimi hanno gradito assai, per il resto, giudicate voi.


Dunque la rete mi ha fatto un regalo inestimabile, l'affetto di una persona. Un'amica con la quale mi era stato richiesto di cucinare una ricetta, e che invece, come me, è andata ben oltre, mescolando il suo mondo con il mio, dando vita a qualcosa che rimarrà impresso a chiare lettere nella mia memoria. A testimonianza di questo, voglio riportarvi un'ultima, significativa esperienza. Entrambe demmo la nostra adesione (senza sapere che avevamo fatto la medesima scelta) a *Cibinlibri*, uno swap natalizio, che prevedeva la spedizione di un proprio libro ad un altro foodblogger. Avevo già scelto il regalo da inviare, ma quando, con  grande incredulità, lessi che ero stata accoppiata proprio con Martina, decisi di aggiungere a quel libro un altro testo, al quale sono affezionata moltissimo. Un fuori stampa elegantissimo, curato e fotografato splendidamente: per separarmi da un oggetto così, vi assicuro che devo essere ben sicura che finirà in ottime mani. 
E quelle di Martina per me lo sono.


Buona lettura!


Code di gamberone al profumo di vaniglia in salsa al cioccolato e riso thai allo zafferano
Ingredienti per 4 persone

- per le code di gamberone:
code di gamberone 16-20 (a seconda della grandezza), sgusciate con la codina intera
olio evo
vino bianco ½ bicchiere
timo fresco 1 rametto
vaniglia  1/3 baccello
fior di sale

- per la salsa:
cioccolato fondente all’70% tritato grossolanamente 20 g
scalogni 2
concentrato di pomodoro ½ cucchiaio
sale
olio evo
brodo vegetale q.b.

-per il riso:
riso thai 160 gr
zafferano alcuni pistilli
sale
olio per mantecare

Per la salsa: sbucciate ed affettate finemente gli scalogni, scaldate un filo d’olio evo in una casseruola dal fondo pesante e soffriggeteli, aiutandovi con un cucchiaio di brodo. Unite il concentrato di pomodoro ed il cioccolato, mescolate e lasciate che quest’ultimo si sciolga, allungando se necessario con altro brodo. Trasferite il tutto nel bicchiere del minipimer e frullate la salsa a più riprese. Tenete al caldo.
Per il riso: cuocetelo in poca acqua (al max il doppio del volume) salata per il tempo indicato sulla confezione, a metà cottura unite alcuni pistilli di zafferano e regolate di sale. Mantecate con un giro d’olio e suddividetelo in quattro cupoline, sformandolo poi al momento di impiattare.
Per le code dei gamberoni: mentre il riso cuoce fatele rosolare in una padella con un filo d’olio, sfumate con il vino, saltatele un paio di minuti e spegnete il fuoco. Salate e insaporite con le foglioline di timo ed i semini di vaniglia, grattati via dal baccello con un coltellino.
Per impiattare: preparate uno specchio con la salsa al cioccolato ed adagiatevi 4 code per piatto, affiancandole con una cupolina di riso.

Aggiornamento: con Martina abbiamo deciso di iscrivere questa ricetta al contest indetto da Blog di cucina in collaborazione con i cioccolatieri Fratelli Gardini.

Tifate per noi? :D

19 commenti:

  1. ma che belline che siete!!!!! :)

    RispondiElimina
  2. Sara! ma com'è mi vuoi far piangere??? felicemente commossa ti abbraccio forte forte forte

    RispondiElimina
  3. Che belle siete e che brave!!! In bocca al lupo, ragazze:))
    Bacione

    RispondiElimina
  4. Sara ma che bello! trovo questo contest geniale perché oltre a far capire come la rete sia importante per vecchie e nuove amicizie da anche l'opportunità di conoscere altri blogger: per esempio io non conoscevo nepitella che ha un blog bellissimo!
    grazie ancora :) e complimenti per il raffinatissimo piatto che avete creato... per la foto beh che dire? bellissima! :)

    RispondiElimina
  5. Oh Wenny, finalmente so il tuo vero nome! E che bella la storia della vostra amicizia...a volte il web offre delle bellissime possibilità di incontrarsi e conoscersi per intraprendere rapporti unici...e voi ne siete l'esempio! E questo risotto è incredibilmente goloso...Un abbraccio!

    RispondiElimina
  6. Mie care...bellissima la ricetta fatta assieme e meraviglioso conoscervi un po' meglio anche attraverso questo contest! :)
    bravissime!

    RispondiElimina
  7. Grazie a tutte voi: effettivamente questo contest ci ha dato un'occasione davvero meravigliosa :)

    RispondiElimina
  8. wenny, nepitella, quanto mi è piaciuto leggere di voi! :)

    RispondiElimina
  9. Informazioni preziose..:
    como sorpresa leggere la tua età, da come scrivi sembri più grande!( e questo è un complimento!)
    e sei Nikonista ( sto per comprarla 'sta benedetta macchina )
    Complimenti per la foto!

    RispondiElimina
  10. @Paprika&Paprika: sììì, evviva, un'altra nikonista :D
    Vedrai, c'è da fare esercizio, ma poi son soddisfazioni vere...

    @the t time: cara che sei :)

    RispondiElimina
  11. E' una storiella di una bella unione, la vostra! siete due roselline preziose e di queste reciproche simpatie bisogna averne gran cura!
    Avere qualche lume sulle personalità di chi scrive è sempre un piccolo dono. Buona giornata,
    Sissa

    RispondiElimina
  12. Ha il sapore di un'amicizia elettiva, questa ricetta raffinata e ben fotografata :D
    Bravissime :D

    RispondiElimina
  13. Tu e Nepitella siete davvero molto simpatiche! Complimenti anche per le ricette e per i vostri blog!!!

    RispondiElimina
  14. Ho visto il post da Nepitella e l'ho trovato molto carino...e anche questo.
    mi piace molto il tuo blog e ti seguo volentieri da subito. ciao!
    e a presto.

    RispondiElimina
  15. Siete due persone eccezionali con due blog veramente belli.. vi faccio l'impocca al lupo... a me piace davvero un sacco la vostra ricetta.. un bacione

    RispondiElimina
  16. Il tuo blog ha attirato la nostra attenzione per la qualita delle sue ricette.
    Saremmo felici se lo registrassi su Ptitchef.com in modo da poterlo indicizzare.

    Ptitchef e un sito che fa riferimento ai migliori siti di cucina del
    Web. Centinaia di blog sono gia iscritti ed utilizzano Ptitchef per
    farsi conoscere.

    Per effettuare l'iscrizione su Ptitchef, bisogna andare su
    http://it.petitchef.com/?obj=front&action=site_ajout_form oppure su
    http://it.petitchef.com e cliccare su "Inserisci il tuo blog - sito"
    nella barra in alto.

    Ti inviamo i nostri migliori saluti

    Vincent
    Petitchef.com

    RispondiElimina
  17. complimenti per la ricetta, per la presentazione e per il blog!!!!
    a prestissimo,
    ciaooooooooooooooooo

    RispondiElimina
  18. @la sissa: hai ragione. Le conoscenze che si raffinano in amicizie sono molto preziose, e bisogna averne gran cura.
    Un abbraccio!

    @Milen@: l'ho pensato anch'io. Oh beh, la prima parte, non che fosse ben fotografata ;) (grazie)!

    @Robjana: benvenuta! ti ringrazio e spero di rileggerti presto :)

    @Eleonora: felice di averti tra queste pagine. Grazie dei complimenti.
    A presto!

    @La Cuoca Pasticciona: che crepi, povero lupo! grazie per le belle parole che mi hai lasciato.
    Buon fine settimana!

    @vincent: guarderò!

    @Sgt. Pepper: benvenuta/o! quest'entusiasmo è contagioso, e fà sempre bene!
    A prestissimo allora ;)

    RispondiElimina
  19. Eh che bel post!
    La storia della vostra amicizia, la ricetta, davvero stupenda, tutto molto molto bello da leggere.
    Tifo per voi!

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...