Risotto con zucca, fourme d'Ambert e noci

risotto zucca, fourme d'ambert e noci
In questa giornata così grigiolina e piovigginosa, che *fà uggia*, come dicono da me, mi sento più che legittimata a porporvi questo risotto, sfolgorante e *tondo*. 

In realtà sono stata titubante fino all'ultimo riguardo alla pubblicazione della ricetta. Così com'è accaduto per l'orzotto, ho pensato che una preparazione del genere è talmente semplice che nasce spontanea. Dunque che bisogno c'è di descriverne i passaggi? Eppure a me è piaciuta moltissimo, quindi, un pò perchè voglio ricordarmela, un pò perchè mi fà piacere condividerla, ho deciso di darle il suo giorno di celebrità. Non glielo dite se non vi sembra un granchè, sono sicura che ci rimarrebbe male :)
Fatto sta che sono andata a naso, partendo da una ruota di zucca che doveva essere assolutamente cucinata. Affiancarle l'erborinato e la noce è stato pressochè spontaneo. Dolce, cremoso (un modo carino per dire *grasso*) e croccante, con la punta inconfondibile d'erba: un risotto che a mio parere và lasciato morbido, *all'onda*, perchè dia il meglio di sè.

Un abbraccio e buona settimana :)


Risotto zucca, fourme d'Ambert e noci

riso vialone nano 150 g
zucca lunga di Napoli 150 g
fourme d'Ambert 100 g, in una sola fetta
noci 4
scalogno 1
olio evo
sale
pepe nero macinato al momento

Tagliate il formaggio a cubetti di un cm di lato circa, sgusciate le noci e riducetele a piccoli pezzi.
Sciacquate la zucca e mondatela dalla buccia e dai semi. Tagliatela a cubetti di un paio di cm di lato. Cuoceteli al vapore, al dente. Tenete da parte l'acqua di cottura: aggiungetene qualche bicchiere e  mantenetela calda, usandola poi per cuocere il riso.
Sbucciate lo scalogno e tritatelo. Scaldate in una casseruola dai bordi alti e dal fondo spesso un cucchiaio d'olio scarso. Versate il trito di scalogno e lasciatelo diventare traslucido: unite il riso, mescolate bene e lasciatelo tostare per un paio di minuti. Aggiungete il primo mestolo di acqua calda, alzate la fiamma e fate evaporare. Abbassate la fiamma e portatelo a cottura come di consueto, aggiungendo un mestolo alla volta e mescolando saltuariamente. A metà del tempo (6'-7') salate e pepate, a due minuti dal termine aggiungete la zucca e mescolate. A fine cottura, fuori dal fuoco, aggiungete il formaggio, un giro d'olio e le noci, mescolando rapidamente dall'interno verso l'esterno, per incamerare il più possibile aria. Lasciate riposare un paio di minuti e impiattate, aggiustando di pepe.

bravo!

15 commenti:

  1. Ciao cara Wenny! e hai fatto benissimo a postare questa delizia :-) che languorino e che voglia di risotto con la zucca! un abbraccio e buona settimana speriamo un pò meno "uggia" :-)

    RispondiElimina
  2. Appoggio anch'io la giornata di celebrità che hai voluto dedicare a questo risotto, la foto ne esprime tutta la delizia, è bellissima!
    Che c'è di meglio di un risotto alla zucca abbinato ad un formaggio saporito..bravissima!
    Baci

    RispondiElimina
  3. "Fà uggia" mi piace proprio come espressione... :)
    Sapessi quanta uggia da queste parti!
    Faccio outing e confesso di non conoscere il fourme d'Ambert... Potrei avere qualche indicazione?
    Buona serata!

    RispondiElimina
  4. Mamma che bel risottino... fame fame!

    RispondiElimina
  5. Un risotto strepitoso, da provare sicuramente!!! Bravissima, un abbraccio

    RispondiElimina
  6. @Nepitella: ciao cara! sono contenta che questo risottino ti piaccia. Se lo provi fammi sapere!

    @meggY: ti ringrazio tanto, ma anche questa fotografia l'ha scattata la metà, quindi giro i complimenti :)
    Buona serata!

    @Carolina: ciao bella :) eh magari, verrei volentieri di là dalla Manica, ma la mail si riferisce a qualcosa a me ben più vicino (domani spedisco).
    Quanto al formaggio: io lo assaggiai tempo fa dal Pegna, ma lo puoi trovare tranquillamente alla Coop. E' un erborinato francese che, al contrario di tutti gli altri formaggi blu (chi più chi meno), pur conservando l'odore forte di muffa e erba ha un sapore molto morbido, delicato e dolce. In più è grassissimo, una goduria :)
    Baci :*

    @BARBARA: grazie mille!

    @Lady Boheme: sei molto gentile. Guarda, ti consiglio di provarlo davvero: è ottimo e molto semplice da preparare. Nel caso, fammi sapere!
    Un abbraccio :)

    RispondiElimina
  7. Quella forchettata che si gode il suo momento di celebrità riporta il sole all'improvviso ....

    RispondiElimina
  8. Il risotto di zucca io lo faccio tutto arancione, è più una vellutata di zucca con risotto poiché amo abbondare con l'ortaggio!
    Ma questo tuo quasi a ..pois mi ispira tantissimo!
    Buona notte e complimenti al fotografo!
    Sissa

    RispondiElimina
  9. Ciao!! abbiamo appena scoperto il tuo blog...complimenti per questo risottino...non è mai banale proporre qualcosa...anche se è semplice...può sempre esserci qualcuno (come noi :-D) che ha bisogno di idee!! Torneremo presto a trovarti! baci

    RispondiElimina
  10. MA NOOOOO! BUONISSIMO!! STREPITOSISSSIMO!!

    psst(sguardo circospetto)... va bene cosi? Dici che con sti complimenti è contento??
    No, perchè a me basta che mi ci metti la gorgo (ops... l'erborinato, sorry) e io me lo pappo direttamente nel tegame... ma non dirglielo sennò si spaventa!!

    RispondiElimina
  11. senti, ma l'ultima foto è per sottolineare il gradimento? ;))) bellissima! :) e vedo anche un nuovo avatar in bianco e nero, molto fascinoso. ma mi controllerò moltissimo non facendo alcuna domanda a proposito.
    mentre riverisco e saluto.

    RispondiElimina
  12. Carissima Weeny... non c'è cosa migliroe di una ricettina tanto veloce da fare quanto squisita! Non mi piace molto la zucca, ma questo risotto mi invoglia così tanto...che una forchettata la prenderei subito! :-)

    RispondiElimina
  13. Solo nel leggere "Fourme d'Ambert" mi sono emozionata, al ricordo delle mie (ormai remote) vacanze in Provenza... ma se vedi la zucca non glielo dire che non è stata lei a provocarmi questo entusiasmo, è così abituata a giocare da protagonista nella mia cucina...

    RispondiElimina
  14. Ieri mia mamma mi ha stressato con questo risotto: "Mamma qui al nord i risotti con la zucca te li tirano dietro" "No Vero, tu devi fare un risotto dove la zucca non si scioglie, io l'ho mangiato è buonissimo"
    Adesso ho visto praticamente cosa di così meraviglioso ha mangiato :)

    Ciao ciao!!
    Vero

    RispondiElimina
  15. @Milen@: a giudicare dai vostri commenti ho fatto bene a darglielo. Ma soprattutto sono contenta di aver condiviso ancora volta con voi qualcosa :)

    @la sissa: la metà mi stà rubando la scena. Umpf! ;)
    Perchè non posti la tua versione? sono curiosa.
    Baci

    @Lauretta & Mary: benvenute! sono contenta che vi piaccia.
    A presto!

    @( parentesiculinaria ): ahah, quanto mi piacciono le esclamazioni a tutto maiuscolo! certo, la netiquette disapprova, ma solo così passa l'entusiasmo. Il risotto ringrazia :)

    @tiziana: avatar andato. Ma arriverà presto molto di più :)

    @Claudia: va a finire che se continui a frequentare questa porzione di blogosfera zucca-dipendente ti metterai a cucinare a go go cucurbitacea :)

    @Onde99: con buona pace del mio fegato, ogni volta che vedo quel formaggio nel banco lo compro. Manco fosse un paio di scarpe a cui ho fatto il filo da mesi!

    @Vero: ma è meravigioso! ne sono onorata :)
    A presto!

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...