Piccole pies di pere, mele e mirtilli alla cannella {wenny's teeny tiny pies}

weeny's teeny tiny pies
*Teeny tiny pies, teeny tiny pies...

Sono tornata piccola!
Ma piccola davvero: ieri in cucina mi è sembrato di cucinare per le bambole, per poi prendere un tè con loro. Non dev'essere un buon segno questo, ma tant'è. Mi sono divertita da matti :)
Già la pie di per sè è un dolce che mi attira, se ci aggiungiamo *l'edizione monoporzione* e i cuoricini beh, il gioco è fatto.
L'idea di realizzare questi bocconcini me l'ha data una fotografia di alcuni dolcetti, che la cuoca ha chiamato *teeny tiny pie* (che trovo azzeccatissimo): appena l'ho vista ho avvertito la necessità di avere qualcosa di simile a portata di mano. A mio parere ha funzionato: e mi raccomando, con i ritagli di pasta andate giù di stampini mini. Sono così carini i teeny tiny cookies!

Dolcissimo fine settimana :)


Piccole pies di pere, mele e mirtilli alla cannella
per 8 piccole pies

per la pasta:
farina 00 200 g
burro 50 g
acqua freddissima qb

per il ripieno:
mela una piccola, io ne ho usata una selvatica
pera william una
cannella un pizzico
zucchero di canna 1 C
mirtilli sciroppati della valle del Teso 8 c ben colmi (+ eventuali di rinforzo;) )

per la lucidatura:
uovo codice 0

Tagliate il burro a dadini; separate l'albume dal tuorlo e sbatteteli appena in due ciotoline diverse. Spennellate con dell'olio degli stampini circolari o, in mancanza, 8 incavi della classica teglia da muffins*. 
Preparate la pasta: in una larga ciotola sabbiate la farina con il burro, velocemente; unite poi l'acqua con parsimonia, quanto basta per formare un'impasto liscio, omogeneo ed elastico. Fatene una palla, avvolgetela in un telo pulito e lasciatela riposare in frigoriferp per 15'.
Lavate e sbucciate la pera e la mela: tagliatele a fette e poi in pezzi molto piccoli. Riunite il tutto in una ciotola e condite con lo zucchero e la cannella; mescolate bene con un cucchiaio di legno.
Tirate fuori la pasta, infarinate leggermente il piano da lavoro e stendetela ad un'altezza non superiore di 2-3 mm: con un coppapasta da 8 cm di diametro ricavate 16 dischi. Sistematene la metà in altrettanti stampi, versatevi un paio di cucchiaini del composto di mela e pera e sopra i mirtilli, aggiungendo eventualmente dello sciroppo (in cottura al limite *colerà* un pò, ma io lo trovo così azzeccato nella sua rusticità da essere chic!). Con una formina piccola piccola, della forma che preferite, ricavate il *camino* negli altri dischi. Mettete il coperchio alle tortine, premendo i bordi con i rebbi di una forchetta. Spennellatene la superficie con l'albume, attaccate l'avanzo di pasta e ripassate l'albume una seconda volta. Infornate a 180° C per 20'. Sfornate, pennellate con il tuorlo e infornate per altri 5'.

*Io ho trovato indispensabile utilizzare un accorgimento davvero geniale, che ho avuto modo di conoscere in rete (non ricordo dove, ahimè): per ogni incavo unto ho disposto a croce due strisce di carta forno, in modo da poter estrarre agevolmente la pie una volta cotta.

weeny's teeny tiny pies



{thanks to SkippingSkones!}

25 commenti:

  1. Non so che dire.Se non che sono una meraviglia e ti sono venute benissimo.Monoporzioni di dolcezza e cuoricini da mordere, stupende!!Bravissima baci

    RispondiElimina
  2. Mamma mia! Già le foto mi hanno fatto venire un acquolina..
    Adesso ci provo.
    Complimenti per le foto e i dolcetti.
    Ciao
    Aina

    RispondiElimina
  3. sìììììììììììì
    no pera? no party!!!!!
    sogno segreto di oggi: vederci in un posticino tranquillo della toscana o delle marche a cucinare insieme casse e casse di pere, composte, pie, crostate, crumbles, torte sfogliate, succhi di frutta....
    la Vani

    RispondiElimina
  4. Il mio fine settimana sai come sarà :-) e mi porterò nel cuore questi dolcetti che prometto farò al mio ritorno perchè sono invitanti da morire e con tutti gli ingredienti che mi piacciono. Un abbraccio e grazie per gli auguri! Scappo...

    RispondiElimina
  5. @meggY: sono contenta che tu le abbia viste, sai? un dolce così american & '50es non può non piacerti!
    Buon fine settimana :)

    @Aina: benvenuta! sono da poco passata da te. Grazie per i complimenti e, se farai queste tortine, fammi sapere com'è andata ;)
    A presto

    @rossella: no pera no party :D
    Che immagine bucolica, queste giovini donzelle a sbucciar pere... mi piace assai, ma che peccato non poterlo fare :(
    cucinerei *tutto* quello che hai elencato. Uffi.
    Un abbraccio

    @Laura: ciao! sì, in effetti lo sono ;)

    @Nepitella: dolcissima, che onore! ti abbraccio fortissimo. Te ne spedirei una cassetta di queste pies, ma credo che ne troverai moltissime anche *laggiù* ;)
    Goditela!

    RispondiElimina
  6. Se le fasi regressive portano tutte a questi risultati... la mia mi porta semplicemente a vivere di latte e biscotti... sono meravigliose e, sì, immagino che farle sia stato divertentissimo!

    RispondiElimina
  7. Deliziose little pie!!! cutie pie davvero!:)
    ricche di frutta e speziate! anche per forma mi ricordano le mince pies che fan sotto natale in inghilterra!
    adoro il tocco vintage che dai alle foto...nostalgico e romantico!

    RispondiElimina
  8. Non avevo ancora finito di adocchiarle su flickr che son corsa subito di qua! ;)
    Cosa sarà questo bisogno di tornare piccine?! Io mi scopro a scegliere come preferite foto su flickr che profumano di infanzia, dolcezza,... Insomma tutte "cosine cute", per intendersi!
    Wenny, adoro queste *Teeny tiny pies, teeny tiny pies*. E vogliamo parlare di quel ❤?!
    Dolcissimo fine settimana a te!

    RispondiElimina
  9. Che meraviglia... sono deliziose nella forma.. immagino nella sostanza!!!
    Ho intenzione di provarle a fare anche io.. mi mancano gli stampini però... ed i mirtilli sciroppati.. Vediamo di riuscire a rimediarli! :-)

    p.s. le tue little pie sono molto più belle di quelle dalle quali hai preso spunto ed ispirazione!!! :-)

    RispondiElimina
  10. adoro le monoporzioni, adoro le pies, ricche di golosissimi frutti, adoro quei cuoricini :)

    un sereno fine settimana cara Wenny :)

    RispondiElimina
  11. Sono dei veri capolavori di dolcezza!!! Complimenti tesoro, un bacione

    RispondiElimina
  12. @Onde99: uh, latte e biscotti, che meraviglia... io adoro quel velo di panna quando lo scaldo troppo. Evviva le regressioni (ogni tanto si può, secondo me) :)
    Baci

    @terry: tu sei una miniera di informazioni per me. Come farei senza! Ho fatto una ricerchina su queste mince pies e devo dire che sì, inconsapevolmente mi ci sono avvicinata! Mi hai dato di che pensare, adesso... da qui fino a Natale!
    Un caro abbraccio

    @Carolina: che, potevo avere il benchè minimo dubbio sul fatto che ti piacessero? guarda un pò, ci ho pensato adesso: in italiano non esiste traduzione nè di *cosy* nè di *cute*. Insomma, tutta questa sfilza di aggettivi sembrano stati coniati da foodblogger :D
    *Cosine cute* però mi piace da morire :)
    Un bacione

    @Chiara: sì, sono buonebuone. E ti garantisco che ti divertirai. E' un pò come modellare la pasta di sale, quella per i più piccoli, fantasticando... :)
    Un abbraccio grande!

    @mariluna: anche tu, eh? ho riunito le mie lettrici sotto la bandiera delle *cosine cute* :)
    Baci

    @Lady Boheme: ehhh, capolavori mi pare eccessivo. Però assemblarle non è stato semplicissimo, per via del ripieno (e ho esagerato volutamente) che sgocciolava un pochino :)
    A presto!

    RispondiElimina
  13. che meravigliosa visione queste crostatine romantiche! Fanno tenerezza!
    (p.s. leggendo la tua happy-list sul blog SemplicementePepeRosa mi hai dato una dritta fantastica per l'essicazione delle erbe aromatiche tramite il setaccio!!!)
    Buon week end (forse domani gita a Firenze)
    Ciao
    Sissa

    RispondiElimina
  14. Cara Wenny queste pies sono bellissime... e non oso immaginare che buon sapore avranno: speziato, fruttato e dolcissimo. Anche io mi diverto un sacco a preparare i pasticcini in versione mignon... ma non faccio in tempo a servirli che me li sono già pappati tutti! :-D Un bacione grosso

    RispondiElimina
  15. Bellissime davvero, e che pazienza per farle. Io per questi lavori di eleganza e delicatezza non sono portata (sono una vera sciattona, temo) e sono sempre grata a chi ci si dedica e poi li condivide, fosse anche solo in fotografia!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  16. carinissime. è vero che le mini pie fanno tutto un altro effetto. oltre che buonissime, sono davvero tenerissime :)

    RispondiElimina
  17. Sono adorabili!! Il nome poi sembra il titolo di un cartone per bambini!

    RispondiElimina
  18. @Sissa: grazie :)
    Le erbe si essiccano perfettamente se messe nel setaccio: al sole, ben areate, vedrai che meraviglia ;)
    Buona serata

    @Mirtilla: sì, anche da me fanno il fumo. *Posso prenderne una? un'altra?*... e finiscono in un batter d'occhio. E mi devo rassegnare, per la fatica che ho fatto, sparito tutto in pochi minuti :\
    Un abbraccio

    @Duck: grazie cara. In effetti è un pò laborioso, ma come ho detto la fortuna è che sono regredita e divertita a più non posso :)
    Un bacione

    @Paola: sì, credo anch'io nel potere della porzione mini :)

    @Aniko: vero! manca solo la musichetta :)
    A presto!

    RispondiElimina
  19. Ecco, me ne sono innamorata... e adesso? So già cosa farò domani!!
    Grazie di questa nuova tentazione...tanto non riesco a dire di no ;)

    RispondiElimina
  20. Noooooo.....
    ma la poesia di sto cuoricino che si apre e lascia intravedere il ripieno... solo tu potevi...
    Ho ancora gli occhi a pallina!
    Che delizia... hai proprio un tocco speciale tutto tuo.
    Belle..........

    RispondiElimina
  21. Ciao! sono dolcissime! e non solo per il ripieno, ma anche per una forma piccina e davvero carinissima!
    bravissima! una tira l'altra!
    baci baci

    RispondiElimina
  22. sono deliziose!!! troppo carine!! ne vorrei una dozzina proprio adesso! ma come hai fatto a farle così perfette? le pie secondo me sono difficilissime, io non riesco mai a non farle "esplodere". non ho capito una cosa: il cuoricino usato come camino lo hai riattaccato in cottura o dopo? insomma, hai lasciato il foro aperto o no? non credo mi cimenterò mai, ma se mai mi decidessi voglio essere sicura di aver capito bene tutto.
    un abbraccio

    RispondiElimina
  23. @Elena: felice di...*darti da fare* ;)
    A presto!

    @( parentesiculinaria ): ahah, riesco a figurarmi benissimo i tuoi occhi a pallina. Immagino che sbrilluccichino pure ;)
    Grazie per i complimenti.
    Un abbraccio

    @manuela e silvia: ciao! sì è vero, la forma piccina le fanno essere davvero leziose.
    Buona serata

    @Moscerino: evviva!!! non sai che gioia leggerti: bentornata :)
    Ma soprattutto grazie di essere passata. Ho cambiato template e mi sono persa per strada una marea di info, tra cui tutta la mia blogroll :(
    Veniamo alla tua domanda. Sì, in cottura il buco è aperto. Praticamente, sistemi il disco di pasta inferiore nello stampo, ripieni con la frutta, copri con il disco superiore a cui hai tolto un cuoricino di pasta con il tagliabiscotti. Rimbocchi meglio che puoi la pasta per non far uscire il ripieno e spennelli la superficie della pie con l'albume sbattuto. Posizioni il cuoricino di pasta vicino al buco e ripassi l'albume, perchè si attacchi bene. Inforni :)
    Mi auguro di non aver reso le cose ancora più caotiche :P
    Un grande abbraccio, mi fiondo da te, chè ho visto che hai aggiornato!

    RispondiElimina
  24. Noooma guarda che carineeee!! Le adoro già ..sembrano uscite davvero da una casetta delle bambole! Posso passare da te per un the con vicky?

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...