{flower monday.17}

biancomuro
Come ho potuto non pensarci prima?

Mi ci sono voluti ben 17 *diciassette* lunedì prima di arrivarci, ma soprattutto un pò di polvere di stelle che solo lei sa dispensare.

Fare una passeggiata per la città e ritrarre i *suoi* fiori: quelli che sbucano dai giardini altrui, quelli dei parchi urbani o delle aiuole, quelli che si intravedono dalle vetrine dei fiorai o quelli che fanno bella mostra di sè nei grandi vasi appena fuori dalla porta. I fiori che al passo veloce di un innamorato volano per cadere tra le braccia del suo amore (mai fotografia mossa sarebbe più bella), quel paio di corolle spezzate e schiacciate da un autobus, quelli tra le trecce bionde di una bimba o quelli che spuntano dalla borsa della sua nonna.

Tanti fiori, tante storie diverse.

Questi grappoli bianchi, ostinati, si fanno largo tra i mattoni sbeccati di una galleria ferroviaria cieca: urban survivors in piena regola, visitati dagli occhi di chi passeggiando guarda le nuvole e avvicinati dalla metà munita di digitale, gentilmente trasformatasi in trapezista per l'occasione.

Buon lunedì a tutti voi.

oltre biancomuro


{flower monday}

16 commenti:

  1. Quindi anche la metà si occupa di "flower monday"?!
    Ah, queste fantastiche metà!
    ;)

    RispondiElimina
  2. Buon lunedì cara, aspetto di vedere allora :-) un abbraccione

    RispondiElimina
  3. Buon lunedì cara.. e buon lunedì a coloro che passano di qua!
    Che ode alla Bellezza questo tuo delicato e romantico post mattutino..
    Mi fai sorridere (ancor di piu') l'animo..
    Ciao tesora!
    Sissa

    RispondiElimina
  4. Buon lunedì, tesoro... eh, sì, la nostra città ne riserva di sorprese di questo genere... basta farsi spazio tra lo smog e poi di urban survivors (bellissima definzione) ce ne sono da vendere e da regalare!

    RispondiElimina
  5. @Carolina: vedi com'è caro? e poi *mi ha messo a cena*, preparandomi le piade!

    @Nepitella: beh sì, la saga dei lunedì fioriti è destinata a continuare ;)

    @la sissa: sono molto contenta di leggere commenti così. Mi stimolano a proseguire quest'avventura.
    Grazie, quindi!

    @Onde99: *urban survivors* è un'espressione targata metà. Me ne ha dato perfetta dimostrazione fin dai primi tempi di fidanzamento, *costringendomi* a slalom terrificanti tra auto, carrozze, turisti... un inferno O.o

    RispondiElimina
  6. Buon lunedì, che bel pensiero e che belle foto, un bacio

    RispondiElimina
  7. Buon lunedì cara Wenny! Romantica come sempre, con delle foto che mi hanno illuminato gli occhi e delle parole che mi hanno fatto sognare... E' così piacevole iniztrae la settimana con i tuoi post! Un bacione

    RispondiElimina
  8. Vorrei averla io un po' della tua poesia negli occhi... :)

    RispondiElimina
  9. oddiochebello, ma allora anche tu dici aiUole???
    il mio prof di arte dei giardini, nonchè di tesi, mi prendeva un po' in giro per l'utilizzo da parte di mia di questo termine un po' 'desueto'...
    uff che stanchezza oggi... :)

    RispondiElimina
  10. @Le pellegrine Artusi: ciao, buona settimana a voi!

    @Mirtilla: buongiorno cara, grazie a te per essere passata :)

    @( parentesiculinaria ): te le consiglio, le *passeggiate tematiche*. Questo suggerimento sul sito di tiziana- the t time è tanto semplice quanto meraviglioso :)

    @rossella: oddio e che devo dire, aiole? mi sembra di parlare della salsa all'aglio, così :D
    Un abbraccio bella

    RispondiElimina
  11. Sì, com'è bella e commovente questa fragile tenacia della natura in città, come parla al mio cuore di resistenza, bellezza, pazienza.
    Grazie Wenny cara per avermici fatto pensare ancora una volta!

    RispondiElimina
  12. Ma sono... bocche di leone? Le bocche di leone erano il mio fiore preferito quando ero piccola perchè potevo giocare a far aprire la bocca ai fiori :)

    RispondiElimina
  13. Ciao, Wenny, piacere di conoscerti!
    Fa tanto tenerezza la prima foto con i fiori...Bella, davvero.:-)

    RispondiElimina
  14. @Duck: e dire che siamo sempre così presi a correre. Ho deciso che quest'anno voglio rallentare il più possibile. Non farmi fagocitare dallo stress, quantomeno ;)

    @Jas: credo di sì sai? solo che, come dicevo a Carolina, sono proprio minuscole. Carine carine :)

    @Giulia: benvenuta, piacere mio! sono proprio contenta che ti sia piaciuta la fotografia.
    A presto!

    RispondiElimina
  15. ma...! che sorpresa bella e inaspettata (del resto si chiama sorpresa proprio per questo ;))
    dispensatrice di polvere di stelle.
    quasi quasi lo scrivo sul mio biglietto da visita ;)
    grazie wenny!
    torno da una lunga immersione in un mondo di boschi, cime (già) innevate, silenzi.
    e passare qui da te e leggere stasera questa cosa bella, e leggere queste parole belle, e vedere queste foto belle, mi ne fa sentire meno la nostalgia di quell'altra bellezza, quella lasciata lassù.
    un abbraccio affettuoso,
    t.

    RispondiElimina
  16. @tiziana: sono così felice quando ti leggo. E' come se l'aria si alleggerisse.
    Fossi in te lo scriverei davvero, sul biglietto da visita, perchè è vero :)
    Un abbraccio!

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...