Conserva speziata di prugne e susine

barattoli
Di tutte le portate, l'antipasto è indubbiamente quella che più m'interessa e mi coinvolge.

Che sia io l'ospite o la padrona di casa è indifferente: sono sempre irrimediabilmente irretita e concentrata sugli entrées. Nel primo caso, ovvero quando sono servita e riverita, mi perdo in congetture di menù che *devono* necessariamente essere figli di una delle prime righe, scelta per la quale, oltretutto, impiego tempi biblici. Ecco perchè, se non ci fosse la metà, mi ridurrei ad ordinare, e non prima di quaranta minuti, una deliziosa *battuta di manzo chianino nostrale con sale di Mothya e olio extravergine di Pianogrillo* o un seducente *creme caramel al pecorino stravecchio con salsa di rucola e pomodorini canditi* (sbaaav), a cui poi seguirebbero un primo e un secondo svogliatamente e frettolosamente (per me) abbinati. Grazie alla metà, invece, le nostre sortite gastronomiche riescono sempre (davvero, sempre) ad essere bilanciate ed appaganti, dall'inizio alla fine, passando per il vino.


Quando al contrario sono io a preparare una cena che crea delle aspettative, inevitabilmente parte il trip del *programma e struttura il menù*, che conoscerà varie revisioni e correzioni, che quasi quasi per concertare tutto ci sarebbe da convocare la conferenza dei servizi (colleghi, questa era per voi :)). Mi vedete già, vero, completamente succube di sablées, bouchées e canapè? no? allora dovreste :)
Il problema è che poi casco dal mio empireo personale e mi ritrovo con pochissimo tempo e tutta la cena da mettere sul fuoco. Insomma, o mi organizzo con largo anticipo o mi faccio aiutare dalla metà. Tanto per sottolineare che sì, è proprio vero, c'è chi li fa e poi li accoppia.

Ebbene, tutto questo per conoscerci un pò di più, ma anche per dirvi che no, non sono proprio così paranoica. Non completamente, non ancora: anche a me piace rilassarmi nelle serate che organizzo, ragion per cui non esito a presentare, come piatto d'apertura, un classico e intramontabile tagliere di formaggi. Purchè (ecco il baco) sia accompagnato da un buon assortimento di miele, mostarde, chutneys e conserve: tutto preparabile con settimane di anticipo però :D


Conserva speziata di prugne e susine

prugne e susine Claudia 240 g
zucchero semolato bianco 140 g
cipolla rossa di Tropea 1/2
cannella 1/4 c
chiodi di garofano 1
pepe rosa 4 bacche
acqua 1dl

Lavate e asciugate le prugne e le susine, dividetele a metà e privatele del nocciolo. Tagliate ogni metà in due parti. Sbucciate la cipola e affettatela sottilmente.
In un tegamino versate lo zucchero, il chiodo di garofano, le bacche di pepe rosa leggermente pestate e l'acqua, portate ad ebollizione e unite la frutta e la cipolla. Mescolate bene e fate cuocere per circa 20' senza coperchio e a fiamma vivace.
Versate nei vasetti sterilizzati, chiudete con capsule nuove e rovesciate i vasetti. Affinchè si formi il sottovuoto, capovolgeteli soltanto quando si saranno completamente raffreddati.

Ricetta tratta da La Cucina del Corriere della Sera, n°12, Settembre 2010, pag. 106.

prugne e susine

20 commenti:

  1. Tesoro, mi sono ritrovata moltissimo nelle tue parole: il menu strutturato a partire dall'antipasto e, soprattutto, l'affermazione per cui vivresti di antipasti... beh, se ti fa piacere posso darti un paio di dritte su locali dove non c'è modo di mangiare altro... nel frattempo, il classico tagliere rimane un evergreen, purché accompagnato dalla giusta mostarda. Le Reines Claudes le vedo perfette per i muffati, non so perché

    RispondiElimina
  2. Ho appena commentato da Onde raccontandole di quanto io adori l'abbinamento salato/dolce quando di mezzo ci sono formaggi e marmellate, mieli, conserve, chutney,...

    Ma dimmi una cosa? Il programma e la strutturazione del menù avvengono su carta? No perché io uso persino un quadernino apposito dove creo menù da favola che poi, per mancanza di tempo (o organizzazione!), la maggior parte delle volte non riesco a mettere in pratica... Però mi piace da morire tutta quell'atmosfera che precede il pasto!

    Senti ma quel delizioso "creme caramel al pecorino stravecchio con salsa di rucola e pomodorini canditi" dove potrei trovarlo nella mia adorata città? :)

    Grazie per il commento di ieri sera. Io adoro i tuoi commenti, perché non sono mai banali e in poche righe riescono ad essere costruttivi.
    Buona giornata mia cara Wenny!

    RispondiElimina
  3. meraviglia delle meraviglie!
    "anch'io, anch'io" inizio a gridare!
    questa devo farla assolutamente

    (e bellissime foto, ogni volta superi te stessa!!)

    simo

    RispondiElimina
  4. Che meraviglia..me la immagino su un crostino con del brie..aiuto che fame!!Bravissima cara!!Anch'io vivrei di antipasti :)
    Bacioni

    RispondiElimina
  5. @Onde99: assolutamente sì, me ne gioverei alla grande. Ora ti scrivo :)
    Sono d'accordo con l'accostamento che proponi: appena stappo questa conserva verifico!
    Un abbraccio

    @Carolina: stella stellina, fiuuu... pensavo che sarei stata fraintesa; sai, a volte può non essere semplice spiegarsi :)
    Senti, per la storia del menù, sì, assolutamente, le troppe idee che mi svolazzano in testa le devo fermare su carta. E può essere:
    -lo (ma più spesso gli) scontrino della spesa;
    -il blocchetto dei post it;
    -i memo accanto al telefono
    *ma soprattutto*
    la moleskine! ci credi che ti dico che faccio proprio una tabellina? :D
    Per il creme caramel ti mando una mail, che ho voglia di scriverti oltretutto :)
    Baci

    @simo: carissima, grazie! i tuoi complimenti mi emozionano tanto, e sapere che proverai questa ricetta mi fa onore.
    Un abbraccio caro :)

    @meggY: ciao! sì, sul brie delicious. Ma anche sugli erborinati, come suggerisce Onde... non resta che provare ;)
    Buona giornata!

    RispondiElimina
  6. Tesoro, il tuo post è di una dolcezza infinita!!!! Complimenti per questa sublime preparazione! Un abbraccio e felice giornata

    RispondiElimina
  7. Ciao Weeny! anch'io sono come te se devo preparare una cena inizio a prepararmi un sacco di tempo prima per poi arrivare sempre all'ultimo piena di cose da fare. La mia metà in realtà mi aiuta tenendomi Elia ed è già una gran cosa :-) Un abbraccio

    RispondiElimina
  8. Tesoro quando mi inviti a cena? :-D Pensa che anche per preparare u ndolce per un evento imporante ci metto giorni a decidere cosa fare, figurati quando devo preparare una cena... :-D Un abbraccio!

    RispondiElimina
  9. Ciao tesoro, anche io adoro gli antipasti, soprattutto se sono variegati!!! ottima preparazione cara, a presto :-p

    RispondiElimina
  10. scoperto via Duck.
    trovato molti spunti.
    grazie.
    tornerò sovente! ;)

    RispondiElimina
  11. Io, invece, per l'antipasto sono un disastro. Temo sempre che 'guasti' l'appetito dei miei ospiti, che voglio si gustino tutto, anche il dessert.
    A casa degli altri, invece, l'antipasto me lo godo eccome. E chutneys e conserve da abbinare ai formaggi mi rendono una papera felice.

    RispondiElimina
  12. Sorrido perché sei carinissima e l'idea di preparare con settimane d'anticipo, che dire, mi garba tantissimo. Anch'io parto sempre con il trip menù in genere decido qual'è il principe e poi gli metto intorno la corte ;-)
    Questa conserva mi piace tantissimo appunto per il suo equilibrio stuzzicante che non sa' ancora bene se sta' dalla parte del salato o del dolce...come formaggi :-)
    Un abbraccio e buona serata

    RispondiElimina
  13. Cipolle e prugne mi sembrano ottimi compagni che tra l'altro amano stare insieme a lungo fino al momento di incontrare i formaggi ...
    Quando il tempo a disposizione è poco, basta ricorrere alle preparazioni jolly ;D

    RispondiElimina
  14. Ecco che si scoprono gli altarini, vedo che non sono per niente sola nella rocambolesche avventure dei menù :)

    @Lady Boheme: dovremmo organizzare una cena, dividendo le portate da preparare. A me, manco a dirlo, toccherebbero gli antipasti... dai, pensaci e facciamolo!
    Buonanotte

    @Nepitella: e questo è un grande, grandissimo aiuto, direi! che tenerezza deve esserci nella vostra famiglia :)
    Un abbraccio

    @Mirtilla: sabato prossimo? vieni? dico sul serio :)
    Un bacione

    @Luciana: ciao! esattamente, è l'assortimento un'altra importante caratteristica che il mio ideale buffet dovrebbe avere. Altrimenti non mi sento *tranquilla* con gli ospiti :\

    RispondiElimina
  15. @manusa: ciao, benvenuta! sono molto, molto contenta di apprendere la tua *provenienza*. Scambio culturale garantito :)
    A presto allora!

    @Duck: ma che bella la mia papera felice! mi hai regalato un'immagine così allegra che farei di tutto per poterla realizzare, se ci fosse davvero una cena in mezzo ;)
    Buonanotte

    @Edda: qui devo davvero ringraziarti di cuore. Credo che questo sia, tra tutti i tuoi dolcissimi commenti di sempre, quello che più mi fà compiacere di averti come lettrice.
    L'idea di eleggere un principe per nominare poi la sua corte è geniale (oltre che un'immagine bellissima): la prossima volta che sono alle prese con un menù vedrò di metterla in pratica ;)
    Un abbraccio grande

    @Milena: anche secondo me si abbracciano bene. Sarà il colore? chissà, magari è anche merito di una componente cromatica, se decidiamo di cucinare qualcosa in un modo piuttosto che in un altro...
    Un bacione, buonanotte

    RispondiElimina
  16. Stupenda!!! amo anche io abbinare formaggi (che ovviamente son particolari pure quelli!)...con salsine, marmellate e mostarde etc... quindi questa me la segno! dev'esser una delizia!:)
    brava stellina!

    RispondiElimina
  17. E' vero anche per me Wenny, gli antipasti assorbono gran parte delle mie fantasie, dei miei desideri, delle elucubrazioni (anche notturne), chè alla fine sarei capace di presentare anche venti assaggini !!! Comunque il tagliere dei formaggi è un cult intramontabile, che,come dici tu, se curato e ben assortito può diventare un antipasto sofisticato, oltre che BUONO ! E questa conserva me l'appunto, sì. Bacissimi (un po' incimurrati, però :-))

    RispondiElimina
  18. Semplicemente per salutarti... (visto che non si puo' allungare una mano per immergere un cucchiaino nel vasetto) (...o si puo!?!?)
    Ciao...
    Sissa

    RispondiElimina
  19. Che ridere, a me succede sempre di perdermi nella preparazione di antipasti e dolci... l'ultima volta mi sono persa tra la gelificazione di pomodori e la preparazione di una mousse al mango con i lamponi aaah stavo impazzendo, non c'era più spazio in frigo e bisognava pensare al resto della cena! Per fortuna a casa c'è chi ama preparare primi e secondi... insieme ce l'abbiamo fatta :)
    Carlotta

    RispondiElimina
  20. @terry: oh, sicuramente, dalla cura nella scelta dei formaggi non si deroga :)
    Un bacione

    @Marilì: come dimenticarli, quelli che hai pubblicato? mi fanno venire l'acquolina in bocca, soprattutto quelli *al cucchiaio*: che bocconi divini, devono essere!
    Incimurrata tu? no problem, pure io!

    @la sissa: prego prego, s'accomodi!
    Un abbraccio a te

    @Carlotta: benvenuta! che ridere, vero? rido io per prima, a volte anche per delle punte di isteria, in quelle situazioni :O
    Sapessi quante volte ho maledetto il frigorifero perchè non abbastanza capiente (come se fosse colpa sua, povero...).
    A presto!

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...