Welsh rarebit my way

welsh rarebit
Probabilmente vi aspettavate dolci, creme cremine e cremette e invece no, ecco che vi presento questo lussurioso (sì, perchè lo è davvero) welsh rarebit, o meglio welsh rabbit (credo che se avessi intitolato così il post non mi avreste più riconosciuta. Coniglio??? la weeenny???), che sarebbe l'etimologia corretta.
A proposito di etimologia: è quasi d'obbligo, per farvi sorridere, citare il satiro americano Ambrose Bierce, che nel suo Devil's Dictionary (!) del 1911 scrive: "RAREBIT n. A Welsh rabbit, in the speech of the humorless, who point out that it is not a rabbit. To whom it may be solemnly explained that the comestible known as toad in the hole is really not a toad, and that ris de veau à la financière is not the smile of a calf prepared after the recipe of a she-banker".

Questo piatto infatti, altro non consiste che in formaggio fuso (sempre bianco e lattoso è, non vi pare?) su del pane: le varianti sono mille e più, così che alcuni ci aggiungono le uova, altri la birra, chi usa il cheddar e chi, europeizzandolo, la fontina.
Buon coccoloso fine settimana :)


Welsh rarebit my way

chester 250 g
burro 30 g
birra Guinness 1/2 bicchiere
pepe nero
pane toscano 4 fette alte un dito

Tagliate a cubetti di circa 1 cm il formaggio.
Tostate appena le fette di pane: deve formarsi la crosticina in superficie senza che questa si annerisca. Scavatele al centro, formando una piccola conchetta.
In un pentolino fate ridurre di circa la metà la birra; unite il burro e mescolate finchè non si è sciolto. Togliete dal fuoco, fate intiepidire qualche momento. Unite il formaggio, lavorate con una spatola il composto finchè non diventerà omogeneo e liscio: nel caso fosse troppo compatto aggiungete qualche goccia di latte appena scaldato.
Ungete appena una pirofila, disponetevi le fette di pane e versatevi il composto di formaggio. Passate al grill per qualche minuto e servite con una macinata di pepe nero.

18 commenti:

  1. buono il formaggio filannte fuso sopra una bella fetta di pane! E la cosa positiva è che la ricetta può avere mille varianti perchè si può usare con un formaggio sempre diverso! ^__^ Ma il Chester che tipo di formaggio è? Mi pare di non averlo mai sentito questo nome...

    RispondiElimina
  2. Ciao Mirtilla! lo so, il Chester non è molto conosciuto; l'esatto opposto del Cheddar, insomma (che in realtà *gli rubò il titolo* dopo la II guerra mondiale). Trovi delle notizie qui
    http://www.viveresenigallia.it/index.php?page=articolo&articolo_id=136383
    io ho scelto di usarlo perchè amo i formaggi e sono curiosissima di scoprirne sempre di nuovi: visto che sei di Firenze, se non lo conosci già, ti consiglio di andare dal Pegna (via dello Studio, vicino al Duomo). Hanno un banco affettati/formaggi da urlo!!!
    A presto :)

    RispondiElimina
  3. Oh! Weeny che semplice bontà!
    Un bacione e buon we

    RispondiElimina
  4. Sara, sei sempre con i piatti sconosciuti per me! C'è sempre da imparare da te:))
    Un bacione e buon fine settimana

    RispondiElimina
  5. Che bontà!! Grazie per questa deliziosa e invitante coccola!!! Baci

    RispondiElimina
  6. Credo che il termine "rabbit" si sia affermato in quanto contrazione dialettale, appunto, di rare bit... personalmente lo trovo delizioso e il gusto amarognolo della birra lo sublima! NB: Ma davvero ti stai leggendo L'Omin di Panpepato dalle origini ad oggi? Cielo, tesoro, io e te dobbiamo parlare! ;-)

    RispondiElimina
  7. Che delizia questo pane con il formaggio e la riduzione di guinnes!!! Per il formaggio ho già visto che dovrò andare a Firenze ma per trovare il tuo bellissimo blog mi sono segnata le coordinate!! Ciao e complimenti Simona e Claudia

    RispondiElimina
  8. @Nepitella: carissima, ti ringrazio :)
    Buon we a te!

    @Oxana: senti chi parla! tu per me sei una miniera di novità, sai? stasera spulcio la tua categoria *vegetariane* per programmare la cena ;)

    @Lady Boheme: brava, perchè di coccola si tratta davvero. E alla grande!
    Baci anche a te

    @Onde99: eh sì: gli inglesi sono dei maestri per le contrazioni.
    Certamente che mi sto leggendo l'Omin dall'inizio: credi di essere la sola? ti faccio ridere adesso, perchè ti rimando a leggerti quello che scrivesti tu stessa e che potrebbe essere uscito dalla mia tastiera. E' così anche per me!
    http://omindipanpepato.blogspot.com/2009/04/zuppa-piccantissima-di-calamari.html
    Parliamo parliamo quando vuoi!

    @Le pellegrine Artusi: benvenute! che bel nick avete scelto :)
    Grazie per i complimenti, spero di rileggervi presto!

    RispondiElimina
  9. perfetto, e semplice come piace a me, di questi giorni... :)

    RispondiElimina
  10. Me lo ricordo quel post... ci credo ancora, fermamente, in quello che ho scritto! Ma certo che parliamo chérie, quando vuoi tu!

    RispondiElimina
  11. Accidenti... ma lo sai che mi è venuta l'acquolina?? Ma non per dire, eh! Straordinariamente efficace questa foto...

    RispondiElimina
  12. Buongiorno cara,
    come stai?
    Sono appena rientrata da un'umida passeggiata al Borough Market. Banchi e banchi di formaggi internazionali (persino mozzarella di bufala e parmigiano reggiano di ottima qualità), ma soprattutto inglesi. Con il cheddar non avrò problemi... ;)
    Mi piace molto questo pranzetto "dell'ultimo minuto" che in realtà rappresenta un pasto coccoloso e cosy.
    Un bacio e buon bianco fine settimana!

    RispondiElimina
  13. @rossella: ciao bbbella :) date le giornate movimentate, questo potrebbe essere un pranzino/cenino da tenere presente ;)
    Un abbraccio forte

    @Onde99: :)

    @( parentesiculinaria ): cara, ti ringrazio tanto. Mi è *di conforto* sapere che in qualche misura i miei scatti vi piacciono: è un grande incoraggiamento.
    Buon sabato!

    @Carolina: carissima, buon pomeriggio a te! mi aspetto fotografie di questi banchi, che sennò non ci credo :P
    Sono felicissima per te, mi sembra che questi primi giorni stiano andando proprio bene ;)
    Un bacione!

    RispondiElimina
  14. che voglia di assaggiarlo! e mi vado subito a preparare una fetta di pane con...

    ciao!

    RispondiElimina
  15. Il formaggio fuso e' una delizia di cui difficilmente si riesce fare a meno...a me piace molto sulla polenta grigliata...
    Buona domenica!

    RispondiElimina
  16. Hai un blog che mi piace molto, ricette e foto davvero interessanti (mi sono presa una cotta per il tuo budino di latte). Tornerò a trovarti spesso :)
    Ciao

    RispondiElimina
  17. @simo: ciao, bentornata! :)

    @Fico e Uva: uh si, sulla polenta calduccina... chissà *come fila* poi :)

    @Rose di burro: benvenuta! ti ringrazio dei complimenti, mi fa molto piacere che questo mio blog ti piaccia.
    A presto!

    RispondiElimina
  18. OMG, che cosa deliziosa! Mi vien fame solo a guardare la foto!!

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...