Vellutata di bietole al timo e salvia

vellutata di bietole al timo e salvia
Eccola, la prima vera vellutata!

Ho cominciato a tirar fuori gli ingredienti così, d'emblée, e altrettanto velocemente l'appunto qui, per me e per voi. E' la prima *vera* vellutata che preparo in vita mia: quando al roux aggiungerete del brodo mi darete ragione, riguardo alla sua consistenza ;)

Sono certa che quest'anno, più dei precedenti, sarà un fiorire di passate, creme e vellutate: un giorno sì e l'altro pure, insomma!

Auguro a tutti voi una serena giornata :)


Vellutata di bietole al timo e salvia

bietole 3 bei mazzi
cipolla bianca una media
brodo vegetale 4 tazze
timo fresco qualche rametto
salvia secca un paio di foglie
burro 30 g
farina 0 1+1/2 C
panna 1/2 bicchiere
uovo codice 0 1
olio evo
sale
pepe nero macinato al momento

Lavate bene le bietole e gettate via la parte più dura dei gambi. Tagliatele le foglie in tre pezzi.
Affettate ad anelli la cipolla e scaldatela dolcemente con un cucchiaio d'olio in una pentola molto capiente. Unite le foglie di bietola e girate, incoperchiate e lasciate che diminuiscano di volume. Aggiungete due tazze di brodo e acqua, se serve, fin quasi a coprire la verdura, chiudete con il coperchio e fate cuocere una decina di minuti. Passate tutto con il frullatore ad immersione, salate, pepate e unite le erbe aromatiche. Riportate a bollore e fate stringere il passato.
In una pentola a fondo spesso preparate il roux: fate sciogliere lentamente il burro e unite la farina, mescolate velocemente fin quando non si sarà dorata. Aggiungete una tazza di brodo e continuate a mescolare, togliendo ogni grumo. Fate sobbollire lentamente la salsa, finchè non si addensa. Unite il passato e l'ultima tazza di brodo, riportate a bollore e fate cuocere per qualche minuto.
Togliete dal fuoco e lasciate intiepidire. Versate la panna e sgusciatevi l'uovo, mescolando velocemente perchè non si stracci. Aggiungete se necessario altro sale e pepe e erbe aromatiche e servite.

bietole e fagioli serpenti

20 commenti:

  1. Dopo l'obbligata sospensione estiva per via del caldo... le sto riproponendo anch'io con enormissima soddisfazione per palato e dieta...
    Ciao e buona giornata a Te!
    Sissa

    RispondiElimina
  2. Ciao dolcissima Weeny! io adoro le vellutate. In invero sono un must sulla mia tavola. Questa è super anche se ti arrabbi se evito l'uovo???
    Un bacione

    RispondiElimina
  3. Sì, la prima vellutata!
    Che bello, adesso ritornano...

    Ma lunedì niente "flower monday"?! :(
    Mi hai abituata male...

    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  4. Tesoro, la tua puntualità linguistica nel definire le vellutate mi mette sempre un po' in imbarazzo... io chiamo vellutata ogni zuppa che si frulla. E anch'io, dopo la sospensione estiva, proprio ieri ho inaugurato l'autunno con la prima...

    RispondiElimina
  5. Una vellutata deliziosa e profumata!!! Bravissima, un bacione e felice giornata

    RispondiElimina
  6. Trovo che questa vellutata sia davvero deliziosa...e chissà che profumino sprigiona! Ma lo sai che io difficilmente le preparo... non mi viene quasi mai in mente! Ti rendi conto?!? Eppure sono cposì buone e delicate...

    RispondiElimina
  7. perfettamente daccordo con te, io comincio stasera la mia prima dell'autunno.
    :) ***

    RispondiElimina
  8. Adattissime per questo periodo, le vellutate le sto valutando anch'io! Non ne ho mai fatta una...e credo di seguirti! ;-)

    RispondiElimina
  9. Amo l'autunno soprattutto per le vellutate!! Questa ha un colore verde bellissimo ..immagino solo questo connubio di sapori che deve essere ottimo! Ti seguirò con interesse.

    RispondiElimina
  10. @Milena: onoratissima :)

    @la sissa: oh sì, sono davvero una panacea! però, non è detto che si possano preparare soltanto con il freddo, no? peccato che in genere col caldo vero (=agosto) non posto quasi mai, perchè di vellutate &co. frescoline ce ne sono!
    Buona serata!

    @Nepitella: carissima, buona sera! avevo proprio il presentimento che anche tu fossi una fan sfegatata di questi piattini :)
    Pensa, è la prima volta che sperimento la coppia uova e panna: cvertamente si ottengono golosi risultati anche omettendola!

    @Carolina: stella stellina, ciao :)
    Sì, ci siamo: lo sai che tu sarai una tra quelle che terrò più d'occhio, in proposito, veeerooo? e non accampare scuse col fatto del trasloco :P
    E' vero, il flower monday l'ho toppato questa settimana. Ma c'è un perchè. Avevo deciso che sarebbe toccato ai fiori di cappero della capperaia accanto alle scale in pietra: mi sveglio domenica (sì, perchè si aspetta la mattina che c'è la luce bella, non ci si accontenta di fotografarli *quando ci sono* loro) e li trovo tutti appassiti :( ma si potrà???
    Comunque lunedì prometto di postare.
    Un abbraccio a te!

    Onde99: ma no, ti prego, sono io che poi mi imbarazzo da sola, per la pignoleria :)
    Una ricetta nuova, dunque? spero che ce ne parlerai...
    Un bacione!

    RispondiElimina
  11. @Lady Boheme: grazie mille carissima!
    Ricambio il bacio e l'abbraccio :)

    @Mirtilla: io dico che quest'anno la solfa cambierà per te: hai fatto *l'errore* di cadere nella blogosfera e entrerai nel loop delle vellutate. Fidati, non c'è scampo. :)
    Ti abbraccio!

    @Mariluna: devono essere i giorni adatti allora. Che coincidenza piacevoli...
    Un gran bacio

    @Federica: io ti consiglio di provare. Poi sono così versatili e colorate che non puoi non mangiarle!

    @Fico e Uva: ci scommettevo, su quest'amore :)
    Anche io seguirò voi, quella vostra torta sottile alle mele mi suggerì delle atmosfere che mi ammaliano e attirano all'istante.
    Un grande abbraccio :)

    RispondiElimina
  12. Da come l'hai descritta ora ho capito che se cerco una vellutata devo aspettarmi una preparazione come QUESTA.
    Sempre belle le tue immagini. Quel verde brillante è di una freschezza...

    RispondiElimina
  13. I fiori di cappero non seguono le logiche delle blogger, eh?! Birbanti...
    Scommetto che lunedì ci sorprenderai lo stesso con qualcosa di molto bello.
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  14. wenny, te lo devo dire: le tue ricette sono ormai le più replicate qui da me. anche questa mi ha fatto venire una voglia immediata di vellutati passati. sarà la foto, con quel verde intenso accostato alla rosso della rosa (sempre splendide e curatissime le tue ambientazioni!), sarà la descrizione, semplice, immediata, naturale.
    bene. prevedo preso sostanziosi acquisti di bietole ;)
    un abbraccio, a presto!

    RispondiElimina
  15. @tutte: grazie, di cuore. Sapete, spesso ultimamente mi chiedo se sia il caso o no di continuare quest'avventura blogghesca, ma poi eccovi che mi togliete ogni dubbio :)

    In particolare:

    @( parentesiculinaria ): e io ne aspetto da te! giuro, farò una cartella, nel mio archivio personale, completamente dedicata alle passatine... :)
    Un abbraccio!

    @Carolina: sono rientrata adesso, e sai che ho visto, salendo le scale? che i birbanti hanno un sacco di bocci! birbanti davvero :P
    Un bacione

    @tiziana: carissima, questo tuo commento, beh tutti i tuoi ma questo in particolare, mi lusinga e mi riempie di tanta tanta gioia. E' buffo immaginare le mie ricette nella tua cucina... che darei per assistere!
    Un abbraccio, e grazie :)

    RispondiElimina
  16. Anche io quest'anno vorrei dedicarmi a zuppe, passati e preparazioni simili!
    La tua ricetta, me la segno già! Tornerà utilissima! ^__^

    A presto, Wenny!
    Elisa

    PS: Ci sarai anche tu, vero?, fra le mie vicine per la Ricetta Della Porta Accanto?
    http://massaiacanterina.blogspot.com/2010/09/torta-di-compleanno.html
    Baci

    RispondiElimina
  17. Cara Wenny, mi unisco al coro di lodi. Le bietoline mi piacciono tanto, anche solo lesse e condite con olio e limone, come me le faceva sempre la mia mamma. E in questa versione mi attirano molto. Un abbraccio

    RispondiElimina
  18. Ho "vellutato" molte verdure...ma le bietole mai... questa sì che è un'idea, una bella zuppetta verde, sana e profumata di erbette!
    brava!

    RispondiElimina
  19. @Massaia Canterina: ciao! grazie dell'invito, vedo di unirmi quanto prima :)
    Buon sabato!

    @Duck: buone, buonissime in padella. Credo che sia la morte loro :)
    Un abbraccio

    @terry: *ho vellutato* mi ha fatto morir dal ridere! beh, anch'io, e come vedi la bietola non è sfuggita alla mia operazione di vellutamento :)
    Buon fine settimana!

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...