Pennette allo scoglio corto

penne allo scoglio corto
*Et voilà!*.
Disse così, stappando una bottiglia dalle forme sinuose, mentre ammiccava alla meravigliosa padellata che era in tavola. Io ero basita; già mentre spentolava in un crescendo di aromi e colori la mia curiosità era alle stelle, figuriamoci ritrovarmi seduta di fronte al fatto compiuto. 
La metà è stata proprio brava stavolta: credo fermamente che queste pennette siano da annoverare tra i suoi successi pieni, e che si avvicinino pericolosamente al *cavallo di battaglia* (del quale non rivelerò l'identità neanche sotto tortura).
Che cefalopodi e militi siano da lui molto apprezzati è risaputo, tant'è che, come potete constatare leggendo gli ingredienti di questa preparazione, il ragazzo c'è andato pesante e ha fatto proprio bene: il risultato è che ti alzi da tavola sazio, enormemente compiaciuto ma non appesantito. In effetti, con la proporzione che c'è tra pesce e pasta non si sa bene se ad essere servito sia un primo di mare o un secondo con dei crostini a forma di pennetta: noi lo consideriamo un bel piatto unico, al quale aggiungere giusto giusto un'insalatina *di carattere* (o rucola o radicchio rosso). Sublime soddisfazione!

Stante tutto ciò mi perdonerete, mi auguro, di essere *emozionalmente fuori stagione*, con questa proposta così estiva: che l'avrei bloggata gliel'ho detto alla prima forchettata, rapita, nell'estasi del gusto :)


Pennette allo scoglio corto

polpo, seppie, calamari e gamberetti* già puliti e tagliati a piccoli pezzi, per un peso totale di 250 g
cozze e vongole*, al netto degli scarti, 200g
cipolla bianca 1
aglio 3 spicchi
alici 3
olio evo qb
peperoncini rossi piccanti freschi 2
pomodorini ciliegini 8
vino bianco 1/2 bicchiere
salsa di soia 2 C
prezzemolo come se piovesse
pennette corte 120-140 g

Lavate e tagliate in quarti i pomodorini, avendo cura di sprecare la minor quantità possibile del loro succo e dell'ultima acqua di lavaggio; affettate finemente la cipolla e tritate l'aglio.
In una padella capiente scaldate un cucchiaio di olio evo e fate soffriggere aglio e cipolla, unite i filetti di alici ben sgocciolati e, con un mestolo di legno, ripassateli bene nell'olio finchè cominceranno a disfarsi. Versate il vino e fatelo evaporare a fuoco vivace. Aggiungete la salsa di soia, i pomodorini e i peperoncini; saltate per un paio di minuti a fiamma alta, aggiungete il misto mare e saltate nuovamente. Abbassate il fuoco e lasciate cuocere per una decina di minuti. Controllate la morbidezza del pesce, se occorre prolungate la cottura, integrando con qualche cucchiaio di acqua tiepida.
Preparate la pentola per la pasta e cuocetela: con l'acqua di cottura allungate, se necessario, il condimento, che deve rimanere *lento* come in fotografia. Scolate la pasta al dente, saltatela in padella per un minuto poco più e impiattate. Spolverate con abbondante prezzemolo tritato finemente e servite.

*Possono tranquillamente essere prodotti surgelati. In questo caso non occorre scongelarli ma unirli agli altri ingredienti appena tolti dal freezer, avendo l'accortezza di non aggiungere l'acqua indicata (basta quella che rilasceranno).

23 commenti:

  1. Ciao Wenny! è già che bel piattone di pasta all-inclusive. E' da tanto che non cucino un sughetto con il pesce... mi hai fatto venir voglia!
    Un bacione

    RispondiElimina
  2. Mi sa che invece a me qual è il cavallo di battaglia l'hai rivelato. Perché fuori stagione, tesoro? Anch'io ho una serie di ricche proposte di mare da pubblicare, dici che è inopportuno?
    Una volta, comunque, dobbiamo cenare tutti e 4 insieme. Mi sa che ne vedremo delle belle. Più tardi, se ho un attimo di respiro, ti scrivo un'email!

    RispondiElimina
  3. Macchè estiva! Va bene anche per questo periodo...e la proverò perchè è davvero invitante!!!

    A proposito di inviti! Vorrei invitarti a partecipare alla mia prima raccolta:
    http://pandiramerino.blogspot.com/2010/09/il-mio-primo-contest-marios-mushroom.html

    ti aspetto!!

    RispondiElimina
  4. Adoro gli uomini au fornelli...
    Però, io il cavallo di battaglia vorrei proprio saperlo... ;)
    Buon fine settimana ad entrambi!

    RispondiElimina
  5. @Nepitella: era tanto che non capitava anche a me. E ne sono rimasta entusiasta!

    @Onde99: sì che l'ho fatto, hai ragione, ma intendvo qua sul blog... e poi, come potevo resistere, di fronte al tuo cake meraviglioso? certe dolcezze farebbero parlare chiunque :)
    Inopportuno dici? scherzi vero? :)
    Quanto alla cena, ti dò perfettamente ragione: chissà che verrebbe fuori!
    Un abbraccio!

    @Federica: ti ringrazio per l'invito! Appena ho tempo vado a vedere.
    A presto!

    @Carolina: vero, quanto saranno adorabili? :)
    Io impazzisco per quel piatto. Credimi, potrà apparire niente-di-che, ma io lo adoro proprio :)
    Un bacione!

    RispondiElimina
  6. O MIO DIO. che bella faccia. questa è la reazione alla foto, poi leggo la ricetta e svengo. baci

    RispondiElimina
  7. Tesoro, tu e la tua dolce metà siete i miei due gioielli!!! (Come definì i propri figli, Cornelia, la madre dei Gracchi!!! Un abbraccio e felice serata

    RispondiElimina
  8. Il tuo ragazzo mi ricorda il mio... quasi più condimento che pasta! :)
    cmq un primo invitantissimo anche per me che adoro frutti di mare di ogni tipo! bravo davvero!

    RispondiElimina
  9. Sì, sì, la pasta allo scoglio è una delle 7 meraviglie. Ne ho mangiate due veramente spaziali proprio una settimana fa, durante la vacanza in terra pugliese.
    Questa, cucinata dalla metà, ha un'aria sanissima e al tempo stesso porchissima - se mi passi l'espressione colorita! Sento il profumino da qui.
    Me l'affitti la metà?
    :-)
    Baci

    RispondiElimina
  10. Sbaglio o ricordo poche foto di salato? Son d'effetto anche queste vedo...
    Se poi si legge la sequela di ingredienti non rimane che chiudere gli occhi e immaginare il profumo...

    Senti, Wenny
    io tempo fa, prima di aprire il bloggolo, mi ero imbattuta in una tua ricetta di torta al limone che ricordo bassa come una focaccia e coi semini di papavero. Me la son sognata? No, perchè non riesco a trovarla e visto che mi era rimasta così impressa direi che è proprio il caso che provi a farla...
    Notte :)

    RispondiElimina
  11. @Alice: carissima! che gioia rileggerti. Svieni svieni pure che tanto queste pennette resusciterebbero chiunque ;)
    Buona notte!

    @Lady Boheme: sono felice felice di leggere queste parole (e anche la metà, e tanto).
    Ti abbraccio forte

    @terry: allora devi provarla. E poi si va di scarpetta. Ma tanto, mi sa che ti ci ha abituata ;)

    @Duck: con tale affermazione hai scatenato la metà, attenta che te lo ritrovi davvero in cucina, secondo me ha sbagliato mestiere, doveva fare il cuoco :)
    Un abbraccione

    @( parentesiculinaria ): troppo poche di salate. Rimedierò :)
    Sì ho capito, ti riferisci alla focaccina dolce: hai provato ad utilizzare la casella *cerca* qui a dx? non vorrei che non funzionasse :\ io ho provato digitando *limone semi di papavero* e l'ho trovata:
    http://wennycara.blogspot.com/2010/04/focaccia-dolce-al-limone-con-semi-di.html
    Un bacione, buonanotte!

    RispondiElimina
  12. bloggerellavo e mi sono imbattuta in questo fiore e ho pensato, così, di fartelo vedere...

    http://ilgiardinodeisaporiedeicolori.blogspot.com/2010/09/un-fiore-farfalla.html

    RispondiElimina
  13. Simply mouthwatering, guardo la foto e mi penso già al mercato, fra una ventina di minuti, che quando arrivi alle 07.30 la mattina ti guardano con sorpresa e hanno tutto quel bendidio lì per te, che occhieggia dalle cassette. Vado a colpo sicuro, ho copiato gli ingredienti e mi fiondo : m'hai smosso nel profondo :-))
    Evviva gli uomini in cucina, che ci fanno sfrigolare di mille emozioni ! Have a nice weekend, you two !

    RispondiElimina
  14. EH si, effettivamente la proporzione pasta-condimento pende pericolosamente verso i lcondimento ma secondo me è proprio questo il bello! Anzi il buono! A me non piacciono molto i primi con poco condimento, sopratutto quando il sughetto è a base di pesce bisogna abbondare! E queste pennette sono perfette! Brava la metà! ^-^

    RispondiElimina
  15. EH si, effettivamente la proporzione pasta-condimento pende pericolosamente verso i lcondimento ma secondo me è proprio questo il bello! Anzi il buono! A me non piacciono molto i primi con poco condimento, sopratutto quando il sughetto è a base di pesce bisogna abbondare! E queste pennette sono perfette! Brava la metà! ^-^

    RispondiElimina
  16. @( parentesiculinaria ): grazie :)

    @Marilì: bella mia!!! quanto mi piacerebbe essere al mercato lì con te!
    Enjoy!

    @Mirtilla: sarà che noi toscani abbiamo *la scarpetta* nel dna? :)giro i complimenti alla metà e ti auguro buon sabato!

    RispondiElimina
  17. Ciao piccolina Wenny!
    Eccomi qui da te, che da un bel pò che non passavo;( scusami! Bella ricetta e bellissima foto:))
    Ma hai rinovato tutto blog?
    Per i tesi: il tema è "LE NUOVE PROSPETTIVE ECOSOSTENIBILI DEL QUARZO RICOMPOSTO.
    Una ricerca sulla possibilità di utilizzare dei materiali di scarto o riciclo.PROGETTAZIONE E UTILIZZO DEI NUOVI MATERIALI." Non lo so se lo sai che faccio il Master Universitario Architettura e Costruzione con la Pietra
    Un bacione

    RispondiElimina
  18. Ciao Wenny scusa è tanto che non passo di qua ma sono rientrata da poco e mi sto riprendendo ancora dallo shock del rientro...
    Dici fuori stagione? A parte che come paietto lo mangerei anche sotto la neve,ma se questo non ti basta,te ne dico una,ho appena scaricato le foto del prossimo post... Granita.... Pensi di essere ancora fuori stagione?
    Buona domenica
    Donatella

    RispondiElimina
  19. E' da tanto che seguo il tuo blog e finalmente mi sono decisa a scrivere...questo piatto è troppo invitante! Pensa sarà proprio il mio pranzo di domani! Purtroppo adesso non ho tutti gli ingredienti...ma che fame!!!

    RispondiElimina
  20. @Oxana: bello, bello, bellissimo master. Complimenti per la scelta!
    Ti abbraccio forte:)

    @Sissa: grazie ;)
    Buona serata!

    @Donatella: eh, se ti capisco, il rientro è traumatico un pò per tutti :)
    Buona domenica anche a te, un abbraccio

    @ciupy86: benvenuta! sono davvero felice che tu abbia deciso di commentare :) spero di rileggerti presto.
    Ciao!

    RispondiElimina
  21. la stagione della pesca ricomincia a settembre dopo il fermo estivo e quindi la tua metà ha scelto il periodo migliore! gran bel piatto e gran bella foto wenny! come quella del cappero che mi ha lasciata senza fiato! che peccato per cenerentola che ha perso la scarpetta!!! :-)

    RispondiElimina
  22. @silvia: non sai quanto mi piacerebbe poter capire qualcosa in più sulla stagionalità delle diverse specie di pesce. Qui in rete è tutto molto confuso :\

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...