Mahlabia {budino di latte egiziano}

mahlabia {budino di latte egiziano}
Questo è il mio periodo *bianco*: tradotto nella pratica cuciniera significa *latte* come se piovesse.
L'intento dell'altro giorno infatti era quello di infornare il glorioso flan pâtissier, seguendo pedissequamente la ricetta della mitica Anne. Quel *pedissequamente*, donc, implica l'esecuzione della pasta sfoglia, per la quale Anne si rifà alle indicazioni di Hermé.
Che devo dirlo? a tanto non sono arrivata, e così ho preferito desistere, perchè, come sa chi mi segue da un pochettino, non è mio uso comprare paste-base già pronte. 
Il tarlo del latte e del morbido però m'era rimasto; cerca di qui e cerca di là mi sono imbattuta in questo budino: esattamente agli antipodi del ricco ed opulento flan francese, il mahalabia è un dolce di origine egiziana, molto semplice, che mi ha sorpresa per la sua bontà. Tradizionalmente viene profumato con acqua di rose e cosparso da granella di mandorle: io ho optato per un aroma a me molto caro, la fava tonka, che trovo si sposi a meraviglia con il latte.


Mahlabia alla fava tonka
 per 6 piccole cocottes

latte 3 tazze
zucchero semolato bianco 1 tazza
farina di riso 3 C
fava tonka 1/4 di bacca

In un bricco versate una tazza di latte e scioglietevi la farina, facendo attenzione a rimuovere ogni grumo. 
Ponete su fuoco vivace una pentola capiente con il restante latte e lo zucchero. Mescolate e portate ad ebollizione. Unite la farina sciolta nel latte, abbassate la fiamma, e cominciate a mescolare, riportando il composto a sobbollire. 
Spengete e lasciate raffreddare. Grattugiate la fava tonka e mescolate bene; dividete il composto nelle cocottes, copritele con della pellicola e ponetele in frigorifero per almeno due ore.

Ricetta tratta da PourFemme

23 commenti:

  1. appena l'ho visto sono piombato si è una buona ricetta la farina di riso è la cosa milgiore per fare questo budino. brava

    RispondiElimina
  2. Che bella ricetta, Wenny, anche molto semplice e versatile, tanto è vero che sto già meditando su quale aroma potrebbe sostituire la fava tonka, che anch'io amo molto, ma, sai com'è, tanto per dare un tocco personale all'insieme...

    RispondiElimina
  3. Semplice quanto buona, mi piace davvero!

    RispondiElimina
  4. Bianco, bianco che colore vero??? questo budino mi ispira tantissimo e se invece del latte userei quello di riso??? La foto mi fa venir voglia di metterci dentro un cucchiaio per sbaffarmelo tutto :-)
    Un abbraccio
    p.s. grazie per le dritte sull'agar

    RispondiElimina
  5. @Gunther: ti ringrazio. Un altro aspetto positivo assai importante è che è un dessert adatto ai celiachi. Dici poco!
    Buona giornata

    @Onde99: brava, versatile è l'aggettivo giusto. Si presta a mille sperimentazioni; ti dirò, la prossima volta la provo in versione classica, acqua di rose e mandorle :)

    @Gloria: sono contenta di averti fatto conoscere un dolcino nuovo :)

    @Nepitella: ciao cara! tempo fa anch'io feci una sostituzione con il latte di riso (beh, una tragedia, sostituii la panna...): essendo molto liquido ho paura che non riesca a compattare bene, ma è tutto da provare.
    Un abbraccio a te!

    RispondiElimina
  6. Cavolo che nome!!! Ho letto il post e pensavo: ma che cos'è?! Bel dessert:))
    Un bacione, Saretta;)

    RispondiElimina
  7. Che bel dolcetto, semplice e di classe, tocco etnico e profumato con la fava tonka!
    io l'ho presa ma devo ancora provarla sta famosa fava!

    RispondiElimina
  8. Fava tonka inserita nella lista della spesa... Ormai la sento nominare da troppo e la mia curiosità non può più aspettare! Dessert libidinoso... ma purtroppo me lo posso solo gustare con gli occhi a causa della presenza del latte (che adoro).
    ciao e buona giornata di sole, anche se (quì) piove!
    Sissa

    RispondiElimina
  9. Complimenti per la deliziosa e raffinata preparazione!!!! Baci

    RispondiElimina
  10. @Oxana: un nome un pò complicato per un dessert semplicissimo ;)

    @terry: comincia a sperimentare. Se ti piacerà al primo assaggio diventerai *addicted* ;)

    @Sissa: bisognerebbe provare con altri tipi di latte, come suggeriva Nepitella. Chessò, mandorla, riso, avena: potrebbero andare bene per te? conferirebbero anche un profumo particolare... sai, penso che proverò :)

    @Lady Boheme: ti ringrazio.
    Un abbraccio grande

    RispondiElimina
  11. A me, invece, rievoca atmosfere cosy...
    Mi piace il tuo periodo latte. Guarda che attendo altre ricette, eh?!
    Buona serata e un abbraccio.

    RispondiElimina
  12. Candido che coccola, con l'autunno alle porte ( almeno alle mie) é deliziosissimo goderselo :))

    ps: mi piace molto questa ricetta ^^

    RispondiElimina
  13. "periodo latte"... bella questa! ^__^ Ma sopratutto buono il budino! Così candido, morbido, dolce... una vera delizia insomma! Ps: condivido la tua idea sulle basi-paste già pronte: meglio perdere un pò più di tempo e prepararle da noi che comprarle già fatte al super!

    RispondiElimina
  14. Il latte in versione soft, morbido e soffice, cremoso e puramente, innocentemente, bianco... quanti ricordi, quanti profumi e antiche sensazioni eevoca questa tua ricetta ! Ciao Wenny !!!

    RispondiElimina
  15. L'ho pensato vedendo la foto: periodo bianco. E che bianco... delicato. Io non saprei renderlo così bene in foto. Sempre belle le tue suggestioni.
    La crema mi manca. Mai assaggiata. Ma capisco la tua reticenza sul fattore sfoglia. Ora che pasticcio io mi scoccia tano prenderla fatta, anche se l'adoro! Ma è ancora un passo difficilino per me. Ci arriverò :)

    RispondiElimina
  16. @Carolina: si, anche. Stay tuned che arriveranno altre ricette!
    Un bacione

    @Mariluna: sono contenta che ti piaccia. Qui l'autunno si fa desiderare, ma ho la sensazione che arrivi da un giorno all'altro.
    Un abbraccio

    @Mirtilla: io le ho bandite definitivamente dopo aver letto quest'articolo http://papillevagabonde.blogspot.com/2009/09/acidi-grassi-trans-tfa-pericolosi-per.html
    ti consiglio di dargli un'occhiata.
    Buona giornata!

    @Marilì: ciao carissima! in effetti questo budino è una vera favola. Sono così felice di averlo scovato :)
    A presto!

    @( parentesiculinaria ): troppo buona, grazie :)
    Quanto alla sfoglia, ti capisco pienamente: neanche io l'ho mai fatta; è una di quelle bestie nere (insieme ai croissant) che proprio mi fa rabbrividire. Ma stay tuned, ho trovato il modo di aggirarla...
    Baci!

    RispondiElimina
  17. Ho comperato la Fava tonka.
    Una nasatina e mi si è aperto un mondo di profumi...
    Sfavillo di gioia!
    ciao
    Sissa

    RispondiElimina
  18. Mi sa di buono e di "puro": ha un candore da far inammorare ....

    RispondiElimina
  19. Però! Un blogghino davvero interessante, con foto particolari e ricette intriganti... Mi piace!!!

    RispondiElimina
  20. Nei miei anni a Cipro ho mangiato molte versioni di questo dolce che è tipico di tutta l'aria del Mediterraneo, anche orientale. Si ritrova nella cucina cipriota, appunto, in quella libanese e siriana. Un dolce delicatissimo, che se fatto bene è tra i più sublimi. (se fatto male sembra fatto con il detersivo per i piatti, né più né meno).

    RispondiElimina
  21. @la sissa: ciao! sei stata fortunata a trovarla, moltissime foodblogger hanno dei problemi a rintracciarla, non è così comune. Adesso non ti resta che sperimentare!

    @Milena: è lo stesso messaggio che ha comunicato a me...

    @Lucia: benvenuta! ti ringrazio, spero di leggerti presto :)

    @Duck: meraviglie delle meraviglie, pure a Cipro sei stata! grazie delle precisazioni, sei sempre una miniera di informazioni. Credo che la ricetta sia *accettabile*, a me non pareva sapesse di detersivo :)

    RispondiElimina
  22. periodo bianco anche per me ma meno cuciniero. bevo latte prima di dormire, mi nutrirei di sola ricotta con aggiunta di fiordilatte.
    che c'è nell'aria?

    RispondiElimina
  23. ah non so: io ho fatto merenda con due bicchieri di latte di riso (e me ne sarei fatto un terzo, poi per dignità mi sono fermata) e ho infornato una quiche con tantissima ricotta :)

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...