Torta con crema di semolino al limone e copertura al cioccolato fondente

Torta con crema di semolino al limone e copertura al cioccolato fondente
L'avevo promessa questa ricetta: promessa mantenuta!
Devo dire che, dopo averla fatta, ho dato ancora più valore a quel "bentornata" di mia mamma: mi ha mandato nei pazzi (non me la dico ancora -e chissà mai se- con i dolci che vanno poi "montati"), e pensare che invece lei la fa con così tanta naturalezza (che sia un segno del cielo? per la serie: alla mamma quel che è della mamma alla figlia quel che si sta inventando?)!
Comunque, nel mentre che decido se mai mi eserciterò con i "multifase", tentando di immaginare come qualcuna tra le mie lettrici riesce a destreggiarsi in maniera bucolica in montaggi impossibili, mi gusto questo dolce, semplicemente sfacciato e godurioso...

Buon fine settimana a tutti voi.


Torta con crema di semolino al limone e copertura al cioccolato fondente
per uno stampo da 28 cm di diametro

per la base:
farina 00 300 g
burro 150 g, tagliato a cubetti e a temperatura ambiente
zucchero semolato bianco 80 g
lievito 1 c raso
uovo codice 0 1
acqua freddissima 1 C (o poco più)

per il semolino:
semola di grano duro 4 C
latte intero 2 bicchieri
zucchero semolato bianco 1 C
limone bio un ricciolo di scorza

per la crema:
uovo codice 0 1, solo il tuorlo
zucchero semolato bianco 2 C
farina 1 C scarso
latte intero 1 bicchiere (da valutare)

per la copertura:
cioccolato fondente di buona qualità 150 g

Imburrate ed infarinate lo stampo.
Setacciate insieme la farina e il lievito, mischiatevi lo zucchero e unite il burro. Cominciate a lavorare velocemente con la punta delle dita, procedendo come per la comune brisée. Quando gli ingredienti secchi avranno "preso" (non so quale sia il termine) il burro unite l'uovo e all'occorrenza pochissima acqua; riprendete l'impasto e cercando di lavorarlo il meno possibile dategli la forma di una palla. Avvolgetela nella pellicola e lasciatela riposare in frigo per circa mezz'ora.

Preparate il semolino: in un pentolino portate ad un accenno di bollore il latte con il limone e lo zucchero, versatevi la semola e, mescolando molto spesso, lasciate che cuocia e assorba tutto il liquido. Ritiratela dal fuoco, togliete la scorza e mettetela da parte.
Preparate la crema: in un bricco intiepidite il latte con la scorza di limone (che ritirerete non appena avrà sfiorato il bollore); in un pentolino versate l'uovo e lo zucchero. Cominciate a lavorarli velocemente fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso, unite la farina e amalgamate gli ingredienti. Versate il latte, mescolando immediatamente perchè l'uovo non cuocia, ponete su fiamma bassissima e, continuando a girare, fate addensare la crema. Appena è pronta trasferitela in una ciotola capiente e unite il semolino: mescolate bene affinchè i due composti si amalgamino.

Preriscaldate il forno a 180°C.
Riprendete la pasta, stendetela ad uno spessore di circa 7-8 mm e foderate lo stampo, in modo che anche il bordo sia ricoperto per tre cm circa. Bucate la superficie della pasta con i rebbi di una forchetta, coprite con carta da forno e pesetti (o legumi secchi) per la cottura in bianco e infornate per 35'.
Sfornate la base, liberatela dai pesetti (o dai legumi) e lasciatela riposare una decina di minuti. Versatevi sopra la crema di semolino e con una spatola distribuitela bene su tutta la superficie. Lasciate che si raffreddi del tutto.

Passate al coltello il cioccolato, versatelo in un pentolino e scioglietelo a bagnomaria. Colatelo lentamente sulla superficie del dolce, utilizzando la spatola per lisciare bene.
Infornate un'ultima volta per 15', sfornate e lasciate raffreddare completamente.
Si conserva in frigorifero per qualche giorno.

Torta con crema di semolino al limone e copertura al cioccolato fondente

29 commenti:

  1. Le torte montate mandano nei pazzi anche me! Però quanto sono buone!!! Quella di semolino è tra le mie preferite, ma sai che non l'ho mai fatta in casa? L'ho sempre comprata al forno. Me la prepari tu? ;-)

    RispondiElimina
  2. Non ho mai mangiato torta al semolino..però mi ispira tanto..gnam-gnam..
    Buona domenica anche a te!!!

    RispondiElimina
  3. Delizioso il contrasto tra una cremina così semplice ed il cioccolato dal sapore più deciso!
    un cake tutto da gustare!
    un bacione

    RispondiElimina
  4. Eccellentissima torta con una strepitosa copertura! Complimenti tesoro, un bacio

    RispondiElimina
  5. @Onde99: non l'avrei detto, anche oggi hai sfornato una delizia per me improponibile!

    @Aniko: ciao! Qui da me sono molto famose, anche se non tutti i pasticcieri o fornai sanno farle ;)

    @manuela e silvia: si, l'ho trovato anch'io molto piacevole

    @Lady Boheme: accidenti grazie! Ma la mamma è stata tutto il tempo lì con me a consigliarmi... :)

    RispondiElimina
  6. Ma che buona! mai usato il semolino per una torta... mi sa che devo provare :-)
    Buon we

    RispondiElimina
  7. Adoro questo tipo di dolci dalle consistenze diverse! Grazie per l'idea assolutamente da copiare ;)
    Un bacione e buon fine settimana
    fra

    RispondiElimina
  8. Uh, io l'aspettavo proprio... Che bello!
    Anch'io, come Onde, non l'ho mai fatta e l'ho sempre comprata in pasticceria e in qualche forno.
    Pensa che è uno dei miei primi "ricordi dolci" di quando ero bambina...
    Vedi che ho ragione: ci si ingegna per provare chissà cosa e poi non si fanno le torte che da sempre abbiamo sotto gli occhi... ;)
    Adesso, so dove pescare la ricetta! :)
    Buon fine settimana mia cara!

    RispondiElimina
  9. io non ho mai fatto la torta con il semolino..ahi ahi è ora di provarci

    RispondiElimina
  10. mmm...quella cremina nell'ultima foto è una tentazione visiva criminale!!:) anche a me manca all'appello la crema al semolino, rimediare rimediare!!:P

    RispondiElimina
  11. Non ho mai assaggiato un dolce con il semolino e in questa torta lo trovo alquanto ammiccante :)

    RispondiElimina
  12. Urca che bellezza...e che brava che sei stata dai!!!
    io mai provato una crema di semolino...mi incuriosisce alquanto!!!:)
    manda na fetta su!!!!;)
    buon weekend
    Baciiii

    RispondiElimina
  13. mi hai fatto ricordare la torta semolino e amarene! da quanto tempo non la faccio...questa non la conoscevo proprio ma il cioccolato fuso sopra lo cuoci nel forno? non è solo copertura? adesso devo provare anche questa. e chissà che pastrocchi...ps credo che il bello sia nel lasciare a mamma la magia...

    RispondiElimina
  14. perfetta, e così tua.
    questa per me è una "torta-wenny".
    Ecco, c'è qualcosa in questo blog che mi porta a pensare ad una etichetta "wenny". qualcosa che trovo solo qui, e che ha un sapore ben preciso.

    RispondiElimina
  15. @Nepitella: ciao! dalle mie parti è molto usato. Io ho provato, ottenendo un risultato più che buono, ad utilizzare il semolino anche in questo dolce

    http://wennycara.blogspot.com/2010/02/torta-di-semola-con-fragole-essiccate-e.html

    Buona serata!

    @Fra: anche a me piacciono molto i dolci "mossi", solo che mi creano qualche problema d'esecuzione :P
    Un bacione!

    @Carolina: carissima! E' vero, le torte che abbiamo sotto il naso non si fanno quasi mai. Che sia perchè inconsciamente troviamo il piacere di ripetere un gesto particolare nell'acquistare proprio quel dolce proprio in quella pasticceria, magari? Chissà.
    Un abbraccio :)

    RispondiElimina
  16. @Castagna: a me è piaciuta. Puoi provare prima quella che ho consigliato sopra a Nepitella, se incontra i tuoi gusti: è molto più semplice ;)

    @BreadandBreakfast: vero? La fotografia sarebbe stata da cestinare se non ci fosse stata quella crema prorompente ;)

    @Milena: ammiccante, bella parola (tu hai sempre la parola giusta al momento giusto)!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  17. @terry: non esageriamo: non è che abbia fatto chissà che, il risultato estetico lascia *alquanto* a desiderare, ma, come si dice... è la sostanza (più che il pensiero in questo caso) che conta!
    Grazie, baci

    @silvia: semolino e amarene??? Oddio che bontà infinita!
    Ops boh, copertura, mi sa che ho usato il termine impropriamente. Si, una volta colato e spalmato ripasso la torta in forno: non chiedermi perchè, queesto è il procedimento mammesco. E comunque si, hai perfettamente ragione: meglio lasciar fare a lei...
    Un abbraccio grande

    vaniglia: cara! Mamma che bello leggerti :)
    Ti ringrazio, sei davvero gentile, forse troppo... la dovresti assaggiare prima :)
    L'etichettatura *wenny* la possiamo fare, solo che devi decidere tu quali sì e quali no perchè io non sono in grado (mi rimetto al tuo intuito infallibile, ci sono rimasta basita con quella storia del gusto di gelato preferito).
    Ti abbraccio forte forte e spero di riuscire a scriverti una bella mail dopo

    RispondiElimina
  18. Uhm... le cose si fanno mooooolto interessanti qui!
    (domandina: forse ho letto male, ma di latte ci sono prima 2 bicchieri, poi 1? Mi sono persa un pezzo? Ci sta, sono tutta sottosopra alla vigilia di una partenza)
    Tanti baci!

    RispondiElimina
  19. eheheheh, è un'etichetta mentale, perchè io me le sogno alcune cose "tue", che qui hanno un senso così speciale.
    Il tuo soffiato al formaggio, la tua rovesciata di mele, quella torta di semola con le fragole essiccate e questa qui di oggi. e poi quella quattro quarti con pere caramellate che mi ha folgorato, e sono sicura che adesso mi sto dimenticando un sacco di cose.
    gatòone mi reclama e vuole che vada a nanna... quindi per ora ti abbraccio e ti saluto.
    bacibaci

    RispondiElimina
  20. Che bontà! Già mi aveva colpito la tua torta di limone e semi di papavero e la voglio fare assolutamente. Però mi intriga anche questa... secondo te come verrebbe aggiungendo del succo di limone all'impasto invece dell'acqua?

    RispondiElimina
  21. @Duck: uhhh che belli tutti questi punti esclamativi! I viaggi fanno bene all'umore :)
    Si hai ragione ho fatto un pò di pasticci: è che il latte serve sia per cuocere il semolino che per fare la crema. Ho diviso le due preparazioni con le corrispondenti dosi di latte. Grazie per la segnalazione!

    @Silvia: grazie! Un bacione!

    @vaniglia: ehhh che ricette hai tirato fuori, in effetti sono tra le mie preferite.
    Un bacione :)

    @( parentesiculinaria ): ciao, benvenuta! Sono contenta che ti piacciano questi dolci. Non saprei riguardo al succo: non mi è proprio passato per la mente. Se provi mi fai sapere?
    A presto!

    RispondiElimina
  22. interessante dolce complimenti

    RispondiElimina
  23. la foto con la crema al limone fa sbavare!!! complimenti, la procedura sembra impossibilmente lunga, ma il risultato..mmmmm

    RispondiElimina
  24. ciao,
    scusa la mia ignoranza, ma cosa significa quel C negli ingredienti, 100 ml ?

    grazie mille,
    Barbara

    RispondiElimina
  25. @paolo: grazie!

    @Alice: impossibilmente no, faticosa, sì!

    @Barbara: ciao! non so quanto sia corretto, ma nelle mie ricette uso C-> un cucchiaio da minestra, c->un cucchiaino da caffè.
    A presto!

    RispondiElimina
  26. Grazie mille !!!!
    si vede che non sono un'esperta !
    Essendo anche io toscana conosco bene questa torta e la sua bonta'. E' una delle mie preferite, ma non l'ho mai fatta. Grazie per la ricetta, mi cimentero' il prima possibile !

    Barbara

    RispondiElimina
  27. @Barbara: ma figurati, sono contenta di esserti stata utile. Ma non chiamarmi esperta ti prego! :D
    Buona giornata!

    RispondiElimina
  28. Qualche consiglio hai condiviso sono adorabili !!! Grazie.

    voyance gratuite

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...