Torta al cacao {sans beurre}

torta al cacao {sans beurre}
Ci sono dei momenti, nella vita di ognuno di noi, nei quali il nostro corpo sa perfettamente di che cosa ha bisogno.
Ammiro molto coloro che, per sensibilità, interesse, dovere o anche per lavoro, sono costantemente tesi all'ascolto del proprio corpo, che hanno trovato e che rinnovano quotidianamente un'esclusiva affinità.

Tempo fa ebbi modo di accennare ai miei percorsi alimentari passati: ebbene, in quelle situazioni avevo sviluppato una vicinanza di cui andavo orgogliosa e, ripeto, che mi ha portato davvero benessere.
Adesso che le cose, per vari motivi, si sono modificate, ho altri "canali di comunicazione", tutti validi e da sperimentare appieno, che finora mi hanno unicamente giovato. Difatti temi che prima mi erano un pò estranei (o quantomeno lontani), come la stagionalità, il consumo consapevole e l'autoproduzione, mi stimolano riflessioniche inevitabilmente portano ad una maggiore intimità con il mio corpo.

Questo post però mi serve per parlare di un altro registro utilizzato: essì, perchè in quei particolari momenti che citavo all'inizio, mi capita di leggere messaggi per colori, forme, sapori e consistenze. Che poi il cervello deve rielaborare in un oggetto.
Fatto sta che il messaggio dell'altro giorno riguardava qualcosa di "basso, cioccolatoso, compatto, scuro, morbido ma non soffice"...
Ho cominciato a sfogliare l'interessante libretto "Cioccolato" (volume allegato con "La Cucina del Corriere della Sera" in collaborazione di Slow Food Editore) e ho optato per questo dolce, togliendo dalla ricetta originale gli aromi previsti per lasciarlo in purezza.
Vola via che è un piacere...

p.s.: grazie a Jasmine, perchè l'uso del limone -anzichè del sale- per montare gli albumi è tutta un'altra cosa!

torta al cacao {sans beurre}

Torta al cacao {sans beurre}
per uno stampo del diametro di 20 cm

cacao amaro in polvere 75 g
zucchero semolato bianco 100 g
uova codice 0 4
farina bianca 00 50 g
fecola di patate 1 C
limone un goccio

Imburrate e infarinate lo stampo; preriscaldate il forno a 190°C.
Separate i tuorli dagli albumi: in una ciotola capiente sbattete bene i primi con lo zucchero, fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso.
Setacciate insieme la farina, il cacao la fecola e unite il tutto al composto di uova e zucchero.
Montate a neve ben ferma gli albumi aiutandovi con un goccio di limone, uniteli delicatamente e a più riprese agli altri ingredienti (in modo da ammorbidire il composto via via) mescolando dal basso verso l'alto per non farli smontare.
Versate il composto nello stampo e cuocete per 35'. Fate la prova stecchino prima di sfornare.

20 commenti:

  1. Mia cara, hai ragione: l'ascolto del proprio corpo � un'arte che pu� portare solo benessere... il mio principale problema � che, quando mi metto in ascolto, la parola cioccolato si ripete decisamente troppo spesso... soprattutto se vengo sollecitata da certe pantagrueliche visioni!!!

    RispondiElimina
  2. Una meravigliosa visione! L'immagine parla da sola! Complimenti per questa strepitosa torta! Baci e felice giornata

    RispondiElimina
  3. Fa venire l'acquolina! Ed è pure senza burro!! La devo provare!

    RispondiElimina
  4. @Onde99: un'arte. Brava si, hai usato una parola che descrive esattamente quello che intendevo.
    Buona giornata!

    @Lady Boheme: troppo gentile :)
    Un abbraccio

    @Federica: per la serie: posso fare il bis, tanto è senza burro! ;)
    A presto

    RispondiElimina
  5. Non mi crederai ma proprio stamattina mi sono alzata presto per fare un dolce simile, per smaltire il cioccolato pasquale, certo che anche senza burro non smaltisce i rotoli ... io l'ho faccio per i miei figli, mica per me!!!
    Buona giornata

    RispondiElimina
  6. "Vola via che è un piacere"... Non ho dubbi!
    Sembra molto buona... :)

    Questa storia dell'uso del limone, al posto del sale, per montare gli albumi è una grande novità per me... Proverò senza ombra di dubbio.
    Buona giornata cara!

    RispondiElimina
  7. anche io ho il libro di cui parli,mi sembra molto carino!almeno tanto quanto questo dolce cioccolatoso!quando il corpo chiama...bisogna rispondere!:) buona giornata

    RispondiElimina
  8. Mi piace questa cosa di provar ad ascolatarci meglio per capire ciò che desideriamo anche a livello culinario!:)
    questa torta è davvero golosa anche senza burro!:)
    bacioni!

    RispondiElimina
  9. @Mariluna: certo che ti credo :)
    e che mamma premurosa che hanno i tuoi figli!
    Un abbraccio

    @Carolina: guarda, per me è sempre stata un'operazione fastidiosa, quella di montare gli albumi a neve. Non ho mai saputo dove è meglio inserirla nel momento della preparazione e mi sono sempre stufata molto prima che fossero "a neve ben ferma".
    Questa del limone è una benedizione!
    Un bacione

    @Cris: è simpatico vero? Ci sono tante idee interessanti; le mie preferite sono le monoporzioni... yum!

    @terry: ho scelto il francese perchè mi pareva meno crudele di "senza burro". Infatti non è che sia nelle mie corde fare una torta con i "senza" :)
    Un bacione!

    RispondiElimina
  10. Ogni qual volta mangio un dolce un attimo dopo il mio stato d'animo è pianamente appagato ma inesorabilmente in colpa... Forse non è il caso di questo dessert sentirsi in colpa! Da provare!

    RispondiElimina
  11. ciao! ho anche io quel libretto e trovo che sia fatto molto bene... non ho ancora sperimentato nulla ma mi darò da fare! e per intanto complimentissimi per il tuo dolce supercioccolatoso, umido, morbido... ho l'acquolina!!!!

    RispondiElimina
  12. Ho sentito un profumino di cacao e di buona torta;))!!...Bella, semplice e gustosa, come piace a me!
    Un bacione!

    RispondiElimina
  13. Il gusto è equilibrato e piuttosto ricco, la consistenza una "divinezza" incredibile, l'aspetto è da sogno (o da svenimento?!) e per di più non c'è burro! Fantastica! Deborah

    RispondiElimina
  14. @ilcucchiaiodoro: macchè colpa :) forse dovremmo sentirci in colpa, a volte, per quanto reprimiamo certi naturali istinti... buona serata!

    @Vale: a me è piaciuta molto la parte introduttiva. E' da studiare ;)
    A presto

    @Oxana: cara amica, è proprio come hai detto tu!
    Un abbraccio forte

    @Deborah: quel che mi ha fatto scegliere 'sta torta è stato proprio il suo aspetto sai? Bassino e concentrato...
    Buona serata e grazie dei complimenti :)

    RispondiElimina
  15. è favolosa cara Wenny!
    Da provare assolutamente...
    simo

    RispondiElimina
  16. come hai ragione Wenny... anche io ho avuto un percorso con molti bivi in campo alimentare ma se si ascolta la propria natura, è lei a vincere sempre. sto passando un periodo di immenso benessere psico-alimentare. mi piace quello che mangio e mi piace come la penso... tanto che lo vorresti dire al mondo. ti consiglio (se non li hai già letti) i libri su Pietro Leeman e Joia di cui ho parlato proprio ieri è veramente un altro modo di vedere e mangiare.
    P.S.
    il cioccolato!!! non ne posso fare a meno e questa torta è veramente GODERECCIA :D

    RispondiElimina
  17. leggendo bressanini non sembra così importante l'utilizzo di altro che non siano albumi, basta che siano a temperatura ambiente. invece il sale serve per sviluppare meglio gli aromi del dolce nello stesso modo in cui lo zucchero equilibra le ricette salate. ma prendi questa cosa come l'aver riferito quello che ho letto. io con la planetaria ho risolto il problema, li monta molto bene, il limone nelle meringhe si mette per sbiancare.
    ps questa versione senza burro ma con le uova mi mancava.
    un abbraccio wenny

    RispondiElimina
  18. Che bello questo tortino tutto scuro di cacao! Di filato nel mio pasticciatissimo quaderno delle ricette
    :-)

    RispondiElimina
  19. @simo: grazie :)

    @ciciuzza: ti ringrazio molto cara ciciuzza, mi procurerò i libri di cui parli (lunedì intanto sbircio in libreria!).
    Un abbraccio

    @silvia: uhuhuh!!! Che bello: brava silvia, non farmi mancare queste note. Mi piace imparare, capire veramente le cose come stanno (e citando bressanini stai in una botte di ferro :)). Grazie. Un abbraccio a te

    @Duck: vero? Ma quanto è tenero? :)

    RispondiElimina
  20. Fantastico! una torta dietetica, geniale!!! me l'immagino da pucciare nel latte

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...