Omelette con salsa piccante allo yogurt

omelette con salsa piccante allo yogurt
Questa è un'omelette speciale, cucinatami da una persona speciale.
Man a mano che condivido il mio tempo con lui mi accorgo, con crescente stupore e meraviglia, dei mutamenti significativi che avvengono nel suo animo, in quello che fa, che dice, che sceglie. E ne sono affascinata, incantata, rapita. Orgogliosa.

Come ho già detto questa omelette è particolare: non soltanto strettamente per me, per la sua provenienza, ma un pò per tutti gli stomaci; date una scorsa alla lista degli ingredienti e mi darete ragione. Se siete amanti dei gusti forti e decisi, se siete disposti a investire il pranzo della domenica (il pisolino o la camminata, a seconda della location, sono d'obbligo, a posteriori) prima che arrivi la bella stagione con il suo clima mite e le primizie di frutta e verdura, vi consiglio di provarla.
Per me è stata un'esperienza mistica :)

Preparata sulla falsa riga di un piatto messicano, perchè quando Francesco parte per la tangente nessuno lo ripiglia più, ecco a voi l'omelette che, tra quelle salate, dal fine settimana scorso ho eletto a mia preferita.

E' una raccomandata che sa il fatto suo ;)

Con questa ricetta partecipo al contest indetto da GustosaMente Eggs in smoking, che prevede come fantastico premio uno dei gioielli {una collana od un paio di orecchini} creati da Scacco alle Regine



Omelette con salsa piccante allo yogurt

per l'omelette:
uova 4
salsiccia piccante 200 g (sono 2 di dimensioni medio-piccole)
emmental 100 g
latte parzialmente scremato 4 C
sale alle erbe (rosmarino, salvia, timo) un pizzico
burro 20 g

per la salsa:
limone bio uno spicchio
peperoncino rosso piccante fresco 1 medio-piccolo
cipollotto fresco 1
aglio 2 spicchi spellati e privati del germoglio interno

Spremete il limone e mescolatelo allo yogurt. Lasciate riposare. Lavate il cipollotto e il peperoncino e passateli al coltello insieme all'aglio, riducendoli a pezzetti. Uniteli allo yogurt acidulato.
Spellate la salsiccia, sbriciolatela con le mani e passatela in una padella a fuoco alto. Quando ha perso la parte grassa ed è rosolata trasferitela in un piatto con della carta da cucina. Tenetela da parte. Tagliate a julienne il formaggio.
Sbattete in un piatto le uova, unite il latte e il sale; mescolate bene.
Scaldate una padella antiaderente e scioglietevi il burro; versateci le uova e fatele rapprendere senza seccarle. Trasferite la frittata in un piatto ampio e su una metà disponetevi la salsiccia e i tre quarti del formaggio. Chiudete, spolverate con l'emmental rimasto e versatevi sopra qualche cucchiaio della salsa.
Pronti? ;)

omelette con salsa piccante allo yogurt

21 commenti:

  1. Mmm?? Sono prima?? Ancora presto ma io ho avuto un svenimento di fame quando ho visto il tuo omelette!!! Mi piace tantissima questa idea! Bravissima Wenny!!
    Un bacione e buona giornata!

    RispondiElimina
  2. Buongiorno cara!
    Mi aveva colpita al primo sguardo per la sua golosità...
    E mi ero divertita a decifrare gli ingredienti. Alcuni li ho indovinati, altri proprio no... ;)
    La proverò sicuramente e ti/vi farò sapere.
    Un bacio e buon fine settimana.

    RispondiElimina
  3. Buongiorno tesoro, questa omelette è superlativa! Sono gioiosamente stupefatta e ORGOGLIOSISSIMA!...
    I miei complimenti allo chef e all'artista che ha immortalato questa stupenda immagine! Baci e serena giornata

    RispondiElimina
  4. @Oxana: per certe cose non ci sono orari :)
    Buona giornata anche a te

    @Carolina: mi ricordo che anni fa girava una pubblicità di un hamburger pieno di qualunque cosa, e c'era un concorso che premiava proprio chi riusciva ad indovinarne tutti gli ingredienti :)
    Saremo felici se tu la provassi :)
    A presto, un abbraccio!

    @Lady Boheme: vero? Sono magnifici, il piatto e lo chef :)
    A presto!

    RispondiElimina
  5. golosa ricca... affascinante direi....bellissima!!!

    RispondiElimina
  6. ehi!
    monsieur patou impazzisce per le omelettes!!!
    (dosi per due... giusto?)
    ;)

    RispondiElimina
  7. @Ely: lo è, lo è! Grazie ;)

    @Onde99: quando si dice avere capacità di sintesi, eh? :)
    Un abbraccio cara

    @vaniglia: ah siii? Sai, oramai non mi stupisco (quasi) più di tutte queste somiglianze :)
    Quanto alle dosi: io non ho specificato, ma vedo che a buon intenditor poche parole :)

    RispondiElimina
  8. Molto dolce e profondo quello che scrivi ed intuisci...cucinare per qualcuno è un atto d'amore speciale... bello come tu lo sappia osservare, bello quello che lui ti ha donato!

    Dalla lista ingredienti sembra motlo creativo ... la proverei questa omelette...gusti che mi ispirano!

    RispondiElimina
  9. È una banalità trita e ritrita, ma quale donna può resistere ad un uomo che si infila un grembiule (o anche no) e spignatta amorevolmente per lei?
    Io no di certo.
    E qualcosa mi dice neanche tu.
    :-)
    Complimenti allo chef (e a te che te lo sei scelto)

    RispondiElimina
  10. molto molto buona, mi piace tanto il condimento che hai fatto. un modo invitante e appetitoso di mangiare le uova! A presto. Deborah

    RispondiElimina
  11. molto molto buona, mi piace tanto il condimento che hai fatto. un modo invitante e appetitoso di mangiare le uova! A presto. Deborah

    RispondiElimina
  12. beh! potrei piangere se mai il mio vecchio cucinasse per me. mi basta che si limiti a ingurgitare quel che gli propino. SPOSALO. ha ragione onde.
    baci

    RispondiElimina
  13. aaapperòòò!!!
    caliente il ragazzo!! ;-)

    RispondiElimina
  14. @terry: come sei cara, hai detto delle cose giustissime e molto belle. Ti ringrazio :)

    @Duck: sai che la metà conosce il tuo nick vero? E' stato particolarmente attento a leggere il tuo commento e se ne è beato :)
    Un abbraccio

    @Deborah: in effetti quella salsetta era super! A presto!

    @silvia: accidenti, adesso si va sul maiuscolo... :)

    @pinguil: ora che ci penso, non mi ha sfornato neanche un dolce. Meglio così, lì preferisco avere il dominio assoluto!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  15. *wenny: no, sai, per forza, perchè il suddetto "somigliante" sostiene che la dose esatta di uova a testa, è di 3 (TRE, non si fosse capito) uova a cranio, per quelle semplici, ma dto che le tue sono "ricche"...
    comunque cara, sai una cosa? ero un po' svogliata sul fronte pranzo, oggi (saranno le centomila foto fatte stamattina al quasibuio della primavera che si fa aspettare, sarà la spirale di tempi forzati della liavitazione naturale che stanotte alle 2 mi teneva sveglia, sarà... ?), e poi mi sono ricordata di queste splendide omelette, e mi sono ringalluzzita tutta...
    adesso (cioè esattamente ora) le faccio, va'!
    ;)
    grazie!

    RispondiElimina
  16. ps.
    tesoro, ho mangiato "a 4 ganasce"...
    mentre cucinavo patou ha detto "vuoi vedere che impari a fare una omelette COME SI DEVE?"
    sfacciato.
    cia'

    RispondiElimina
  17. @vaniglia: dai? La nostra cucina entra nella vostra, che bello, sono proprio felice che siate stati bene (io ho qualche difficoltà a concepire le dosi di patou, già mi paiono eccessive 3 in due!).
    Un abbraccio cara :)

    RispondiElimina
  18. Questa omelette è speciale per tanti motivi allora, non solo per la sua bontà! :) Grazie mille per aver partecipato al mio contest!

    RispondiElimina
  19. ♥ Grazie di cuore per aver partecipato con la tua gustosa ricetta!

    GLORIA
    www.scaccoalleregine.it

    RispondiElimina
  20. J’adore vraiment ce que vous faites je me demande comment j'ai pu rater votre blog

    voyance sérieuse en ligne

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...