Risolatte ai chiodi di garofano con cranberries e mirtilli sciroppati

Risolatte ai chiodi di garofano con cranberries e mirtilli sciroppati
Quando si è risucchiati da periodi lavorativi intensi, molte delle abitudini tendono a cadere.
Personalmente, se vengono a mancare certi gesti o situazioni con cui ho preso confidenza, mi sento persa o quantomeno mancante di una parte che, seppur piccola, concorre al mio benessere completo.
Quel che in questo periodo è assente (letteralmente assente) è il tempo per la mia colazione a casa, cosa che sottintende il non aver un briciolo d'occasione per preparare dolci di qualunque sorta. Che tristezza vedere gli stampi chiusi dentro i cassetti!
Oggi però un pò di tempo l'ho trovato, me lo sono preso e mi sono preparata un dessert consolatorio: cosa meglio di un risolatte? In mezz'ora era pronto e l'applicazione è stata davvero minima. La soddisfazione, invece, quella si...

Risolatte ai chiodi di garofano con cranberries e mirtilli sciroppati della valle del Teso

riso glutinoso 75 g (io lo trovo con facilità nei mini market etnici)
latte intero 250 ml
zucchero semolato bianco 2 C scarsi
chiodi di garofano 2
cranberries essiccati una manciata
mirtilli sciroppati del Teso* 2 C

In un pentolino versate il latte, aggiungete lo zucchero e i chiodi di garofano e portate lentamente ad ebollizione. Unite il riso e abbassate la fiamma del fuoco più piccolo al minimo: la cottura deve essere prolungata e dolcissima affinchè il riso diventi molto morbido (a me è servita una mezz'ora). Non smettete mai di mescolare.
Quando il riso sarà cotto prelevate i chiodi di garofano e aggiungete i cranberries (io li ho lasciati interi), mescolate bene e suddividete il composto in due cocotte. Pressate bene e servite con i mirtilli sciroppati (io ho lasciato intiepidire il risolatte e poi l'ho sformato su un piattino).

*Presidio Slowfood Montagna pistoiese

Nota: il riso glutinoso deve il suo nome alla parola latina glūtinōsus, non al suo contenuto di glutine che è, in realtà, del tutto assente, rendendolo perciò un alimento adatto anche ai celiaci.
Quel che lo rende "appiccicoso" è l'elevata quantità di amido che contiene :)

26 commenti:

  1. Ciao cara Wenny...
    Come stai?
    Mi pare di capire che stai attraversando un "bel" periodino... Giusto?
    Anch'io mi sento spaesata quando le buone abitudini vengono a mancare... E non mi piace! Però, purtroppo, a volte è inevitabile, ma poi si torna anche alla normalità (te lo giuro, per cui tranquilla!), sai?!
    Un abbraccio forte,
    Caro

    RispondiElimina
  2. Adoro il risolatte ma nn l'ho mai fatto... e se lo faccio mi piacerenbbe così condito... delizioso!!!
    che bella la foto, così invitante!

    RispondiElimina
  3. non l'ho mai fatto neanche io, ma questo mi tenta moltissimo ...
    mia nonna lo faceva al cacao... proverò entrambi, appena avrò un minuto!

    RispondiElimina
  4. @Carolina: ciao cara! Io sto bene, il periodino è denso ma sarà così per parecchi mesi, quindi è bene che ci faccia l'abitudine :)
    Mi fido ciecamente di quello che dici :)
    Un abbraccio forte forte anche a te

    @terry: grazie carissima! Io l'ho preparato "andando a naso" :)
    Buona serata

    @simo: allora aspetto golosa golosa...
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  5. ...é importante fare una prima colazione coccolosa, io prendo tutto il mio tempo alzandomi presto e garantendo cosi' lo spazio giusto a volte mi preparo anch'io qualcosa di sfizioso...non potrei uscire di casa senza. Metto in lista questo delizioso dessert che vale anche come delicata merenda pomeridiana...io mi voglio trattare bene ehhhh!!!!
    Un'abbraccio e buona giornata!

    RispondiElimina
  6. Oh, sì, cara, come dicevi ieri via email (scusa, non ti ho ancora risposto, ma sono nelle peste quanto te), non cucinare è un po' come privarsi di qualcosa di rassicurante e defatigante. Quando non riesco a farlo mi manca molto. Però il riso al latte è il cibo consolatorio per eccellenza, non so se hai mai letto "Afrodita" , ne parla anche lì e se lo dice l'Allende... e i mirtilli sono il mio comfort food personale. Ti abbraccio

    RispondiElimina
  7. @Mariluna: alzarsi presto è il segreto, hai ragione: ma l'inverno riesce a farmi desistere da questo buon proposito in maniera assoluta :)
    Un abbraccio caro e buona merenda :)

    @Onde99: Afrodita è qui in casa, è un libro di mia sorella (che è una lettrice appassionata e dell'Allende e dei testi di cucina d'autore) che ancora non ho carpito. Grazie di avermelo segnalato, lo guarderò con altri occhi d'ora in avanti.
    Buona giornata, un bacione

    RispondiElimina
  8. il risolatte con i chiodi di garofano? Wow avrà il sapore d'inverno!!!

    RispondiElimina
  9. Ciao tesoro, questo risolatte è una delizia! Così profumato e arricchito da cranberries e mirtilli. Bravissima, un bacione e grazie della visita

    RispondiElimina
  10. io svelo un connubio a te...e tu uno a me. mai fatto il risolatte, mai davvero. e adesso sono curiosa. e per quanto io adori la Allende...non sono riuscita a leggere afrodita, è lì con il segnalibro a pag 60 credo...e forse anche questa è una cosa da riguardare...in questo inverno che non ha fine la mia sveglia suona a vuoto. mai come in questo anno il mio essere si rifiuta al mio volere...
    abbraccione consolatorio, silvia

    RispondiElimina
  11. il risolatte ha consolato anche me svariate volte :D questa tua versione è fascinosissima! io in genere uso il riso "balilla": lo trovo nei negozi bio, è ottimo perché sprigiona amido ma rimane tondo e bello cremoso :) gnam...

    RispondiElimina
  12. Ciao! ottima questa versione dolce del risolatte! molto ricercata e che bellissimi colori!!
    un bacione

    RispondiElimina
  13. @Matteo: infatti credo di essere stata ispirata dalla giornata di ieri: grigia e nevosa ;)

    @Lady Boheme: ti ringrazio. E' una vera delizia, si!

    @silvia: anche io su alcuni libri mi pianto. Non riesco a proseguire. Mica perchè proprio non mi piacciano, magari non li reputo "brutti" ma divento insofferente alle loro pagine e li abbandono. Che triste destino il loro :)
    Ricambio l'abbraccio

    @sara b: ma che è, cambiate tutti il nick? :)
    Il riso "balilla2 l'ho già sentito rammentare, non ricordo da chi purtroppo.
    La prossima volta che mi capita sottomano ti penserò e lo farò mio!
    Buona serata

    RispondiElimina
  14. @manuela e silvia: ops, postato insieme :)
    Vi ringrazio ragazze, siete sempre così carine! Buona serata!

    RispondiElimina
  15. venire qui e trovare l'eleganza pacata di sempre è confortante e piacevole, sono contenta di sapere che hai trovato finalmente un attimo per te.

    davvero bello questo riso, così cremoso e invitante. Io non sono bravissima col risolatte, a volte è perfetto, altre è terribile... tu che riso consigli?

    RispondiElimina
  16. Leggendo distrattamente il titolo, mi era sembrato strano che tu usassi i mirtilli in questo periodo ....
    E' un dessert fantastico che tu hai impreziosito ulteriormente :))
    Qualche tempo fa ti ho lasciato un commento sul post dello yogurt ...

    RispondiElimina
  17. ecco, l'ho letto ora, glutinoso!
    l'ho usato anch'io ultimamente per delle quenelles all'acqua di fior d'arancio, da caldo mi ha soddisfatto molto, da freddo...

    RispondiElimina
  18. @cavoliamerenda: "eleganza pacata": addirittura?!? Ma sei sicura si? :)
    A mio parere quel riso è buono anche per il risolatte, ma ho intenzione di provare quello che mi ha suggerito Sara (qualche commento più sopra), il riso "balilla".
    Buona serata!

    @Milena: mirtilli in inverno, sia mai! :)
    Ho letto il commento al post dello yogurt si: mi sembra davvero favoloso il metodo :)
    Un abbraccio forte

    RispondiElimina
  19. il riso latte è una di quelle cose a cui non so rinunciare, mi piace molto l'idea di metterci i cranberries

    RispondiElimina
  20. anche io in un periodino denso! mi ci vorrebbe proprio questo meraviglioso dessert (che solo pensare al risolatte mi evoca senso di benessere, da sempre...). mi ci vorrebbe però anche una tata protettiva e materna che me lo prepari, che sono poco cucinosa in questi ultimi giorni... voglio troppo eh? ;)
    un caro saluto!
    t.

    RispondiElimina
  21. Molto molto coccoloso, soddisfa occhi e palato. Un tripudio di amore in una cucchiaiata!Per farci del bene;)

    RispondiElimina
  22. @Gunther: mi piacerebbe molto poterli reperire freschi i cranberries sai? Buona serata!

    @anch'io voglio la tata! Che bella idea si, la tata che prepara la merenda :)
    Un abbraccio

    @Elga: infatti, ci facciamo proprio del bene :)
    Buona serata!

    RispondiElimina
  23. Davvero diverso e gustoso questo dessert... devo provarlo visto che adoro il riso e i frutti di bosco.. sei una maghetta.. bacino

    RispondiElimina
  24. @La cuoca Pasticciona: ti ringrazio :)
    Buon pomeriggio!

    RispondiElimina
  25. Wenny, questo tuo risolatte mi ricorda che prima o poi dovrei imparare a fare, per l'appunto, il risolatte... l'ultima volta che l'ho fatto era un'immonda montagna di riso crudo e appiccicoso... :(
    Magari prossimamente riprovo con la tua ricetta! :) Mi fido di te!!
    A presto
    Jas

    RispondiElimina
  26. @jasmine: forse colpa del riso? Malandrino :P
    Io proverei con il riso che ha indicato qui Sara, il balilla...
    Un abbraccio!

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...