Honest Scrap


Possibile che sia stato perlomeno un mese fa? Non avevo la certezza assoluta, ma ragionevolmente mi sentivo tranquilla, me ne stavo dimenticando.

Errore.

Un mese fa vidi per la prima volta quel simpatico, ahimè rognosissimo, simboletto dell' Honest Scrap: "seee, figurati se mai mi ci troverò implicata" pensai subito, abituata a non esser toccata da simili catene-meme o a cestinarle o interromperle crudelmente.
Invece la sorte, travestita da ricciolo biondo (:D) è venuta a bussare alla mia porta.
Non le potevo proprio dire di no, l'esitazione è stata minima, lo ammetto :)

Dopotutto può essere una via divertente per parlare di sè, o per gettare delle stelline che brillino mostrando soltanto quello che vogliamo rivelare.

1. Ho un rapporto molto particolare con la tecnologia. Parto dal principio che deve essere subordinata a me, in ogni declinazione possibile: il discriminante è la necessità d'uso, deve esserci una precisa giustificazione all'acquisto, un motivo valido che mi serva per avere fin da subito un atteggiamento "attivo" nei suoi confronti. Quando ho stabilito che mi serve davvero, allora deve avere tutte le carte in regola: svolgere a meraviglia il lavoro per il quale è stato concepito e avere un bel disegno (essì).

2. Gran parte della mia infanzia l'ho passata nella seconda casa di famiglia, all'oggi perduta, situata in una campagna bellissima.
I ricordi più vividi riguardano le estati; spesso venivano a trovarmi le mie amiche di scuola. Di una in particolare, quella che è da sempre la più vicina, conservo immagini che sono indelebili. Per dirne una: ci divertivamo a saltare su vecchie reti di materassi, mentre accanto a noi i nostri vicini di casa giravano e giravano i pomodori, che cuocevano nei pentoloni per ore con i barattoli da conserva come destinazione finale.

3. Ho praticato equitazione fin da 10 anni. Al primo anno di università mi sono regalata (essì) il mio primo (e unico) cavallo: una femmina, una giovane sella italiano sangue misto. Con lei ho trovato grandi soddisfazioni, senza velleità agonistiche (troppo anziana, senza tempo e senza soldi -tutto questo io, ovviamente!) bensì nel lavoro classico, "di scuola".

4. Ho la patente Guida Equestre. L'ho conseguita con un corso di formazione professionale e sfruttata principalmente in un centre equestre, dove ho lavorato alcuni anni. Mi occupavo sia della scuola per i bimbi e ragazzini che del settore turistico.

5. Adoro le ballerine, calzate sui piedi nudi, e lo smalto scuro scuro. Mi piacciono i contrasti e la mia pelle abbronzata dalla luna mi aiuta molto.

6. Durante la preparazione di alcuni esami universitari mi è capitato di perdere la cognizione spazio-temporale: le nottate le hanno fatte in molti, ma non so in quanti siano dovuti ricorrere al post it. L'ho utilizzato per qualunque cosa e attaccato in qualunque punto della casa.

7. La scrittura, la lettura e le arti figurative sono fondamentali per me. Ho studiato le ultime al liceo, è qui che un professore sconclusionato, un pò pittore, un pò scultore, mi fece capire quanto fosse straordinario leggere e metter su carta i corpi visti nella penombra.

8. Amo passeggiare per la mia città, scoprire angoli verdi curati e mercatini antiquari. Una mattina ho scovato una nuova bancarella al mercato di fronte alla mia facoltà: ho comprato due serviti di ciotoline monoporzione, uno stampo per tatin e qualche piatto spaiato.

9. Nella mia logica dell' "eccesso controllato" passo dall'acqua e sapone a un trucco più impegnativo come dalle birke ad un tacco 12.

10. Mi intimorisce la solitudine; sembra assurdo ma una pianta di margherite dalla corolla viola regalatami dalla persona a me più cara mi sollevò davvero moltissimo, impedendomi chissà che cosa.


A questo punto dovrei passare la palla...

Proprio non ci riesco...

Ecco, diciamo che la passo a chiunque sia arrivato fin qui a leggere e che abbia voglia di proseguire la catena.
Va bene uguale Caro? ;)

15 commenti:

  1. La sorte travestita da ricciolo biondo si prepara a commentare... ;)
    Non sapevo di questa tua grande passione per i cavalli e l'equitazione. Pensa, anche mia sorella ha fatto equitazione per diversi anni. Io, invece, ho sempre avuto paura... Razionalmente mi rendo conto che è assurdo, ma si tratta di una paura che stupidamente non riesco a vincere...
    La passione per i mercatini dell'antiquariato e quella per "scoprire" qualche angolo di Firenze inesplorato le condivido totalmente!
    Grazie per esserti prestata a questo gioco. È bello scoprire qualcosa in più su chi si legge tutte le settimane... :)

    RispondiElimina
  2. Sono d'accordo con Carolina.
    Dopo aver letto questo tuo post mi sento di conoscere qualcosa in più di te. Oltre alle informazioni che hai voluto darci, mi sembra la più importante sia stata la tua capacità (non comune) di darti agli altri in modo generoso ma sobrio, preciso e puntuale, senza sbrodolamenti né leziosaggini. Più che quello che hai scritto, il modo in cui lo hai scritto, per me è stato essenziale.
    Chapeau!

    RispondiElimina
  3. che bellissimo il tuo post, direi che avrei fatto bene ad appioppartene altre 10, come promesso ;-).... perchè è un taglio di scrittura che ti sta a pennello.. e non scherzo!
    tra l'altro i compitini della carolina li ho postati oggi anche io... alla fine ci siamo impagnate a fondo come due scolarette!!
    è vero però, è un bel modo di comunicare cose diverse dal solito, o di dire in modo diretto cose che invece trapelavano (di dirle quindi anche a noi stesse?? :-))
    ciao!!!

    RispondiElimina
  4. ho peso il commento! lo avevo scritto ma poi è successo qualcosa in fase di pubblicazione e boh, esso scomparve. dovesse arrivare due volte sapete perché. altrimenti sarà appeso in qualche bachechina dell'etere. lo riformulo. wenny, mi è piaciuto molto leggerti. in questi piccoli spaccati si svela di sé più di quando facciano le parole. tra queste pare di intravedere certe atmosfere, gesti, consuetudini, e non solo.
    senti, la prossima volta che la vedi, dai una grattatina (si gratticchiano i cavalli? gradiscono? purtroppo non ho esperienza in merito...) da parte mia alla signora cavallo? :)

    RispondiElimina
  5. @Carolina: E' ragionevole aver paura, eccome se lo è! Credo che sia quella che a volte ha il ruolo decisivo nel salvarti ;)
    Magari ecco, trasferito il discorso in ambito "ippico" potrei dirti che potrebbe risparmiarti qualche morsico :)
    standoci tanto tempo con i cavalli arrivi a concludere che sono buoni e belli, si, ma grossi e, generalmente, piuttosto spaventabili (dopotutto sono prede e non predatori...).
    non sono cagnolini o micini, e bisogna imparare a trattarli: essere intimoriti è comprensibile e non c'è proprio niente che deve fartene vergognare: sei molto più intelligente tu piuttosto che la mamma che dice al bimbetto "vai a carezzare il cavaaallo, dagli lo zuccherino!".
    E' stato un piacere scrivere queste righe, grazie a te :)

    @Duck: davvero lo pensi? e' un vero onore, detto da te mi imbarazza quasi. Sono felice che ti sia arrivato qualcosa di me, perchè sono certa che l'hai recepito nella "maniera giusta".
    un abbraccio

    @vaniglia: sono commossa, è piaciuto pure a te? che bello, siii :)))
    siamo state bravebrave davvero, nonostante gli impegni (suppongo anche tuoi) il tempo è stato trovato!
    penso che si, sia stato un modo per riconoscere (e in alcuni casi conoscere proprio direi) tratti della nostra persona a noi un pò "sbiaditi": credo proprio che sia un bene.
    un bacio

    @the t time: malefico blogger, si mangia i commenti lui :\
    sapere che con la scrittura riesco a far passare ben più che l'idea mi rassicura e compiace allo stesso tempo.
    vorrei poter esaudire la richiesta di gratticchiamento, ma non posso: per diverse ragioni mi sono dovuta separare dalla signora cavallo, vendendola qualche anno fa. Ma sono certa che sta bene e che la tua gratticchiata le arriverà via etere :)
    un abbraccio forte

    RispondiElimina
  6. Bravissima, immagino sia difficile scovare 10 segreti..condivido il tuo amore per le ballerine, le birkenstok e i tacchi (ma non ho mai calzato un tacco 12, non credo di essere capace!!)

    Grazie per aver condiviso con noi queste cose.

    Alice

    RispondiElimina
  7. Ciao wenny,

    Bello il tortino di mele e quelle foto autunnali poi sono davvero belle. Quasi mi fanno venire un po' la malinconia di castagne e caldarroste...
    Ciao,

    iLa

    RispondiElimina
  8. che bello leggerti e tra le righe conoscerti!!!

    RispondiElimina
  9. Ciao tesoro, grazie della visita e complimenti per il tortino di mele che è la fine del mondo! Bacioni

    RispondiElimina
  10. @Alice: siamo sorelle di calzature allora :)
    buona serata!

    @ila: che bello, ti rileggo anche qui :)
    Di castagne qui ce ne sono tante tante: se vuoi te ne spedisco qualche kilata, non scherzo! ciao!

    @pinguil: l'invito è aperto... se vuoi cimentarti ;)

    @Lady Boheme: quanti complimenti :)
    baci anche a te!

    RispondiElimina
  11. sempre un piacere leggere fuori dal mondo blog :), e davvero interessante la tua idea sulla tecnologia :D
    ciao cara,
    nina

    RispondiElimina
  12. @pinguil: ecco, un punto in comune, giusto perchè me l'ha passato una bloger a me cara ho fatto questo test ;)

    @nina: piacere mio di averti qui cara :)
    la teoria sulla tecnologia si va rafforzando sempre più, in questi giorni bui (tu da artista dovresti ben comprendere...). baci

    RispondiElimina
  13. Che bello scoprirti sotto altre vesti, spumose e anche profonde...Bellissimo il tuo ricordo con le reti dei materassi, sembra di esserci, e la tua riflessione sulla tecnologia, da approfondire :-). Un bacio

    RispondiElimina
  14. @dada: che bello vederti passare ogni volta di qui cara :)
    buona giornata!

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...