Millefoglie autunnale

millefoglie autunnale di mele e patate
Credo che questo sia stato uno dei miei lunedì più squallidi: vi è mai capitato di rientrare, "supporre" che qualcosa in frigorifero o in dispensa debba esserci, e realizzare che così non è?
Ebbene, oggi neanche una mozzarella!
Per cena volevo una coccola, ma per averla avrei dovuto barcamenarmi con quello che c'era in casa, non avendo tempo per una spesa.
Qualcosa di caldo, che sapesse di autunno, che si facesse scoprire poco per volta.

Millefoglie autunnale di mele, patate e cipolle

patate a pasta gialla 1 grande o un paio medio piccole
mele staiman una (io ho avuto la fortuna di cucinarne una bio della Val di Chiana)
cipolla di Tropea 1/2
latte 1/3 bicchiere
groviera un paio di pugni, grattugiato
pepe nero macinato al momento

Preriscaldate il forno a 200°C.
Oliate una teglia ovale, di dimensioni contenute, alta non più di 5 cm e lunga circa 20.
Lavate sotto l'acqua corrente le patate, pulitele bene con l'aiuto di una piccola spazzola. Asciugatele, passatele alla mandolina.
Lavate bene la mela, tagliatela a metà e eliminate il torsolo: affettatela sottilmente, così come la cipolla.
Distribuite sul fondo della pirofila un primo strato di cipolle, proseguite con le mele e poi le patate. Continuate nella successione fino ad esaurimento degli ingredienti, avendo cura di terminare con le patate.
Spolverate con il formaggio e versate il latte; in ultimo macinate sopra il pepe.
Infornate e cuocete per 15' dopodichè abbassate la temperatura a 180°C e proseguite per un altro quarto d'ora.

16 commenti:

  1. mi sfizia un sacco, sembra una versione boho-chic della rustica (e poverissima)baciocca ligure, e in più ha un'aria molto confortante, brava hai reso l'autunno e il calore della sera con niente!

    RispondiElimina
  2. Che brava! Improvvisare con gli ingredienti a disposizione sul momento, non è facile! Tu hai saputo creare invece una ricettina formidabile!

    RispondiElimina
  3. @cavoliamerenda: mi piace la dizione "boho-chic" per questo millefoglie!
    buona giornata!

    @Lady Boheme: grazie mille... beh, in effetti ne sono rimasta contenta :)

    RispondiElimina
  4. Wenny, ma io non mi barcameno così bene quando non ho niente nel frigorifero...
    Chapeau!

    RispondiElimina
  5. Gnam! Bello l'accostamento mele-patate-cipolle epoi sono bene o male ingredienti che si hanno sempre in casa ;-) Bella questa "coccola"!
    iLa

    RispondiElimina
  6. Mi piace da impazzire questa cosa calda gratinata, un po' agrodolce e un po' formaggiosa, una vera coccola che dimostra che non bisogna arrabbiarsi per nessun motivo, perchè a tutto si può rimediare, anche a un frigorifero vuoto!

    RispondiElimina
  7. @Carolina: ti assicuro che ero proprio intristita all'idea di una cena sbiadita come il pranzo...
    buona giornata!

    @iLa: si, apprezzo anch'io questo trio :)

    @Onde99: ad averne un pò di più di formaggio sarebbe venuta una cosina un pò più sostanziosa ma ti dirò, è forse più interessante avvertire il sapore iniziale del groviera per poi sprofondare nella dolcezza e morbidezza degli altri ingredienti... credo che la chiave sia nell'affettare sottilmente il tutto.
    un abbraccio

    @simona: grazie carissima!

    RispondiElimina
  8. Quanto mi ispira questa millefoglie! Che bel blog!

    RispondiElimina
  9. @Gloria: benvenuta! Passo subito da te.
    buona giornata!

    RispondiElimina
  10. ecco come creare qualcosa di godurioso con pochi ingredienti!!davvero gustosissima!!baci imma

    RispondiElimina
  11. Sììììì ! Ma qui siamo in piena "jazz improvisation", e mi sembra di sentire sulla pelle il brio dell'imporvvisazione, il brivido, la gioia di creare, la sorpresa, ma quanto mi piace questa cosa... W Wenny !

    RispondiElimina
  12. ...che bella coccola autunnale hai creato? ho sperimentato anch'io varie volte preparazioni analoghe, osservando che le mele nella loro versatilità si prestano tantissimo ad accostamenti di qeusto tipo..

    RispondiElimina
  13. @imma: grazie! ho tentato e sono stata premiata!
    buona giornata

    @Marilì: sei tu la jazzista tra noi due cara :)
    un bacio

    @pinguil: concordo con te sulla versatilità delle mele: preparazioni dolci, salate, agrodolci, dall'antipasto fino al dessert. una carta vincente insomma!

    RispondiElimina
  14. Bell'idea Wennycara!
    Finita sul mio quaderno delle ricette.

    RispondiElimina
  15. @Duck: non è niente di che, ma sono felice che ti abbia attratto.
    speriamo bene!

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...