Sformato di mele

sformato di mele
Mi capita spesso di imbattermi in ricette di dolci perchè sono in "emergenza colazione".
Questa qui l'ho pescata da un vecchio ricettario di casa: mi è sembrata l'ideale; cercavo difatti qualcosa di diversa consistenza e che annoverasse i frutti autunnali tra i suoi ingredienti principali. Ecco qui, un delizioso sformato dolce, semplice e elegante, senza nessuna pretesa ma che credo possa costituire una di quelle preparazioni sempre attuali. E adesso posso anche cominciare a sperimentare...
Buon fine settimana.

Sformato di mele

mele 500 g
farina 00 250 g
burro 120 g
zucchero semolato bianco 200 g
uova 1
sale una presa
cannella 1c, in polvere
bicarbonato 1c
uvetta sultanina 100 g
gherigli di noci 75 g

Preriscaldate il forno a 180°C.
Lavate, sbucciate e riducete in piccoli pezzi le mele; cuocetele in un paio di cucchiai d'acqua finchè diventano morbide. Passatele al setaccio e tenetele da parte.
Setacciate insieme farina, sale, bicarbonato e cannella.
Mettete in ammollo per una decina di minuti l'uvetta, dopodichè asciugatela e passatela leggermente in un pò di farina.
Passate al coltello i gherigli di noce e riduceteli in pezzi.
In una terrina montate a crema lo zucchero con il burro, mescolatevi l'uovo sbattuto e poi, alternando, un cucchiaio di purea di mele e uno del composto di farina. Amalgamate bene. Aggiungete l'uvetta e le noci.
Versate il composto in una teglia del diametro di 24 cm e infornate. Cuocete per almeno 45 minuti, trascorsi questi controllate bene la cottura e appena si indora la superficie del dolce sfornate.
Lo trovo gustoso servito tiepido, magari accompagnato con una cucchiaiata di crema o di panna...

sformato di mele

sformato di mele

13 commenti:

  1. Penso sempre che non ci sia niente di più rassicurante di una torta di mele...
    Forse perché è l'unico dolce che mia mamma (che è una cuoca strepitosa, ma che non cucina dolci!) abbia mai preparato. La torta di mele mi trasmette proprio quella sensazione di "casa, famiglia"...
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  2. Un'altra ricetta con le mele preziosa, da tenere a mente e da proporre al marito, torta-di-mele-dipendente.
    Grazie!

    RispondiElimina
  3. @Carolina: in effetti le torte di mele sono n classico... credo che nessuna donna possa esentarsi dal saperne fare almeno una ;)
    buona serata!

    @Duck: felice di esserti stata d'aiuto ;)

    RispondiElimina
  4. Dolce e coccolosa. Sono d'accordo con Carolina. Ne prendo un po' per domani mattina? :-) Buona notte

    RispondiElimina
  5. A quest'ora, carissima Wenny, sarei felice di gustare una fetta del tuo strepitoso dolce!...
    Pazienza... mi accontenterò di guardarlo nelle foto!

    RispondiElimina
  6. Altro che colazione, io con questo chiuderei una cena di quelle autunnali, belle coccolose, con zuppa di zucca e castagne e quiche di funghi!!!

    RispondiElimina
  7. Allora senti, arrivo qui e mi leggo con tutta calma questa ricettina autunnale, che suggerisce dolcissime atmosfere autunnali, arrivo alla purea di mele e sento un bel tuffo al cuore, guardo le foto, mi immagino il sapore, e che sapore ! L'uvetta, la cannella, sono ammaliata. POSTA UN COMMENTO dice il blog frame.
    Certo che posto un commento, come non potrei, leggo i commenti delle amiche food-blogger, sempre belli, spontanei e generosi, chè se li merita tutti questa autrice di momenti e sogni e ricettine invitanti. Poi Onde rilancia e cala sul tappeto verde una zuppa di castagna e zucca e una quiche di funghi. A questo punto stramazzo. Con il freddo che è arrivato ieri pomeriggio repentino a portarci l'inverno (un affondo di dieci gradi in meno in un paio di ore...) il menù perfetto per oggi è composto. Il problema è che me ne tornerò a casa trafelata come sempre all'una e mezzo per trovare un'insalatina infreddolita oppure ripiegare su un panino al volo... quando si dice la crudeltà della vita... Buon appetito cara Wenny
    P.S. ma sei già in bianco e blu ?

    RispondiElimina
  8. @dada: a me è piaciuta proprio perchè è morbida e "pastosa"...
    buondì :)

    @Lady Boheme: l'autunno è lungo (siii), sai quante volte si può fare questo sformato ;)

    @Onde: concordo con Marilì, poco sotto... in effetti sarebbe una conclusione azzeccata al menù che hai proposto con tanta immediatezza... che dici, lo concretizziamo? buona giornata!

    @Marilì: sono in brodo di giuggiole e mi gusto momenti di autocelebrazione :)
    Come potrei fare a meno dei tuoi, di commenti? Sono certa che m'intristirei non poco...
    Anche qui il freddo è arrivato, ho già la sciarpona nera che tanto mi piace, ma rimane un bellissimo sole che scalda l'umore ed è preziosissimo :)
    buona giornata e un gran bacio!
    p.s.: non ancora... ti pare che non vi tenga aggiornate? ;)))

    RispondiElimina
  9. deliziosissima una vera coccola per il mattino ma anche con un buon tè!!!bacioni imma

    RispondiElimina
  10. ma che meraviglia questo nuovo layout (ma si scrive davvero così? boh!) del blog! chi ha fatto il tema? mi piace un sacco!:)

    RispondiElimina
  11. @imma: si, hai proprio ragione: ci sta bene con un bel tè :)

    @Moscerino: ciao cara, sono molto felice di rileggerti, sai? davvero molto.
    Dunque, tutta la parte grafica del mio blog è curata dal mio compagno, mister f., quindi testata, fasce laterali, inserimento delle fotografie, fiorellini e stelline varie ;)
    sono arrivati apprezzamenti da più parti, quindi sta caldeggiando l'ipotesi di lavorare su commissione. Gli girerò i tuoi complimenti :)
    un abbraccio, e buona giornata!

    RispondiElimina
  12. Questa ricetta è fantastica, sa proprio di famiglia!

    RispondiElimina
  13. @Elga: benvenuta! Si, concordo :)

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...