Perdita d'identità

pietraforte
Conoscete la pietraforte?
E la stazione di Santa Maria Novella, a Firenze?

Stamattina parliamo di queste due signore e ahimè ne parliamo male. Non di loro in se stesse, per me sarebbe sacrilego, ma di come stanno oggi, di quello che sta accadendo loro in questi giorni.
Il loro legame è presto detto: il rivestimento della stazione è in alta percentuale in pietraforte, classica arenaria molto utilizzata a Firenze. E' sufficiente guardare ai palazzi medicei rinascimentali per farsi un'idea; per quanto riguarda il sacro, escludendo le facciate più o meno contemporanee al resto del corpo di fabbrica e completamente marmoree, cito Santa Croce o Santa Maria Novella: la stazione porta appunto il suo stesso nome, in un colloquio architettonico rispettoso ma non ossequioso o di vessazione.
Firenze da anni è campo di battaglia circa la costruzione di una tramvia, che tra varie le tratte ne prevede una che passa proprio per il centro, toccando i principali monumenti della città: Santa Maria Novella stazione, la chiesa, il Duomo e il Battistero. Vi pare poco?
Il risultato di queste schermaglie politiche è una città ferita e snaturata, con cittadini offesi e nervosi. Spaesati.
Molto spesso in autobus si incontrano anziani che ne parlano, chi col cuore stretto chi in tono molto risentito: in pratica non piace quasi a nessuno quest'idea.
I cantieri si moltiplicano, invadono, sovvertono, costringono a giravolte e manovre al limite del possibile e a prove di nervi davvero toste. E la stazione?

Firenze SMNovella, stazione di Michelucci
Disastro.
In queste fotografie vi mostro un fianco poco conosciuto, poco ripreso: è quello "di servizio", del DLF, che proseguendo si conclude con la scalinata delle partenze.

Firenze SMNovella, stazione di Michelucci
Sentivo che qualcosa non andava, ma non focalizzavo cosa: i miei occhi, come quelli di tanti, sono abituati a certe cromie, a certe texture, a un certo ambiente urbano.
La stazione lo sta perdendo: ecco qui una fiancata completamente intonacata di un pallido giallino, laddove c'era l'ocra potente della pietraforte, carico di identità per i fiorentini e per Firenze. Lì sotto c'è un pezzo di storia. E' giusto mettergli un vestitino? I writers imperversano: francamente sono stizzita con loro quanto con l'amministrazione, io, che sostengo la libertà d'espressione, si.
Ma non quando cancella l'identità.

Firenze SMNovella, stazione di Michelucci

Firenze SMNovella, stazione di Michelucci

6 commenti:

  1. Guarda Wenny, hai tutta la mia comprensione...mi chiedo con quale criterio (se mai ce ne sia uno) vengano fatti questi deturpamenti del patrimonio architettonico.
    Certo che vedere queste foto mi mette una nostalgia...in queste prime giornate d'"autunno" finlandese, la Toscana mi manca tantissimo! :)
    Un abbraccio!
    Lucy

    RispondiElimina
  2. Mi è venuto un cuoricino piccino, piccino...
    Quasi mi vergogno a vedere le foto della mia amata città ridotta in questo stato. Perché non vogliono capire la sua essenza? Perché ne vogliono fare qualcosa che non sarà mai dato che è Firenze e non un altro genere di città? È grave non capire, ma lo è di più non VOLER capire...
    Che tristezza queste foto.
    Sarebbe così bella, è così bella la nostra città...

    RispondiElimina
  3. Verissimo, non parliamo dello schifo che sta diventando questa città... ormai in centro non vado quasi più, preferisco ricordarmelo com'era ai tempi in cui facevo l'università e me lo vivevo nella sua bellezza, di giorno e di notte... Ma ormai quella Firenze non c'è più, c'è un ammasso di ferraglie e di pareti trasparenti...

    RispondiElimina
  4. Mi sentivo di fare questa riflessione, è servita a "depressurizzarmi" un pò, in effetti in gran parte è anche di sfogo.

    @Lucy: non ho mai visitato la Finlandia, non riesco neanche ad immaginarla: se puoi, posteresti delle fotografie?
    Baci :)

    @Carolina, Onde: due concittadine capiscono benissimo...
    Mi sento meno sola grazie ai vostri commenti, vedo che anche per voi è così.
    Grazie :)

    RispondiElimina
  5. @Wenny
    Sí, credo che si possa fare! :)

    RispondiElimina
  6. Da fiorentina, non posso che concordare con te, con Carolina e con Onde. Se ripenso alla Firenze dei miei ricordi di bambina, che grande tristezza :(

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...