Di paese, di croccante

croccante
L'estate vera comincia in questi giorni.
Il calendario ha fatto i suoi conti diverse settimane fa, abitudinario e tradizionalista; io l'aria diversa la respiro adesso.
L'ultimo fine settimana di luglio: c'è soltanto agosto che ci separa dall'autunno, agosto il grande, rovente e infuocato, che si erge monolitico a simbolo indiscusso delle vacanze estive.
Agosto dei bandoni abbassati con i cartoncini fluorescenti appiccicati sopra, dei palinsesti modificati, delle terrazze spalancate regno del signore in mutande che mangia l'anguria e di quelle mute e incernierate dallo scintillio dei cancelli anti ladro.
Agosto dei ricordi delle settimane di luglio, dei mercatini serali per il corso, delle bancarelle che svendono oggetti etnici di pessimo gusto o di quelle che offrono perline fiocchetti e animaletti di plastica infilati a formare un girocollo.
Aria di paese, di croccante.
Aria piccola, contenuta e raccolta, aria di festa.
Agosto delle piscine cittadine ormai poco frequentate.
Delle valigie nei corridoi. Di biglietti e passaporti. Di pieni di carburante per le automobili destinate a una prolungata cottura sulle autostrade, nonostante gli scongiuri delle partenze intelligenti.
Dei blog chiusi per ferie.
Ancora wennycara non va in vacanza, ha tanti pensieri e dubita che il suo cervello riuscirà a prendersi una vera pausa da qui a settembre.
Intanto buon fine settimana.

12 commenti:

  1. Se può consolarti, anche il mio blog non va in vacanza, ha ancora davanti due settimane di iperproduttività... ma, ti dirò, a me non dispiace che a separarmi dall'autunno ci sia soltanto l'Agosto, se non per l'amarezza di un'estate trascorsa un po' così, con tanti pensieri confusi per la testa... sono contenta che tra poco più di un mese tornerà il freddo a ovattarmi dal resto del mondo...

    RispondiElimina
  2. Anche io concordo con Onde... Quando arriva la fine di luglio inizio sempre a pensare con nostalgia all'autunno. Sperando che non tardi troppo ad arrivare... Che qualche temporale mi permetta di coprirmi un po' di più, di accoccolarmi sul divano con un buon libro, di accendere il forno,...

    Era molto bello questo tuo post. Un poetico spaccato d'Italia, di cui inizio già a sentire la mancanza...
    Buon fine settimana anche a te Wennycara!

    RispondiElimina
  3. Anch'io non vedró le ferie prima della fine di Agosto, ahimé! Mi manca la torrida estate mediterranea che é sempre stata la mia stagione preferita...Ho letto che ieri a Firenze la colonnina segnava 38 C!! :P

    Un abbraccio :)
    Lucy

    RispondiElimina
  4. foto spettacolare!! quasi quasi mi ci faccio lo sfondo del desktop............... bacioni

    RispondiElimina
  5. @Onde e Carolina: vedo che non sono la sola :)
    io ho cominciato ad amare l'inizio dell'autunno quando lavoravo in un centro equestre: in luglio e in agosto c'erano i turisti, ma nei mesi a seguire lavorare con i cavalli con il sole gentile e la brezza tra le betulle era davvero tutt'altra cosa :)

    @lucy: il prossimo anno facciamo uno scambio di casa :D
    Si, Firenze è terribile in questi giorni, fortuna che c'è la triade venerdì-domenica che consente la fuga!

    @pinguil: mi fai arrossire :)

    baci :*

    RispondiElimina
  6. Ciao Wenny ! Un bacio al volo, di partenza con ancora mezzo mondo da invaligiare, il cuore in sobbuglio e Marta che mi supplica di giocare con lei sul divano invaso da camicie e vestiti, scarpe e buste. Mi porto anche un bel pezzetto di questo tuo blog, della tua voce e della poesia che si respira qui. Baci baci :-))

    RispondiElimina
  7. Ciao, ho letto con grande piacere (e un po' di emozione) questo tuo post. Mi ci sono ritrovata, almeno in parte. Io partirò a breve, ma mi farà piacere venire a trovarti dopo le vacanze... A presto

    RispondiElimina
  8. E' vero, ad agosto l'aria è diversa, giusto ieri ci pensavo... stavo distesa al sole alle 5 del pomeriggio e la luce a quell'ora è diversa da un mese fa... anche il profumo nell'aria in certi momenti della giornata. Io parto tra una decina di giorni, nel frattempo i tuoi bellissimi post continueranno a tenermi compagnia.
    Baci

    RispondiElimina
  9. @Marilì: buon viaggio cara, al ritorno sarete tutti e tre ancora più belli, ne sono certa ;)

    @sabrine d'aubergine: benvenuta!
    grazie delle tue parole, mi farà molto piacere rileggerti. Vengo a dare un'occhiata anche da te :)
    a presto!

    @elisabetta: allora ti augurerò buone vacanze tra qualche post ;)
    bacioni

    RispondiElimina
  10. Le vacanze per me quest'anno sono ancora da definire, ma i mercatini serali non mancano e la magia delle sere di fine luglio è ammaliante. Mi piace l'autunno, ma è bello godere di ciò che agosto ci riserva :-D

    RispondiElimina
  11. e di cicale.
    anche qui, a roma, alle quattro di un pomeriggio lavorativo. pensavo oggi, che sono comunque da qualche parte, e ad agosto è sempre così, la città non riesce a coprirle. è una cosa che si ripete esattamente tutte le estati. per fortuna!

    RispondiElimina
  12. @lenny: è vero. Ognuno ha i suoi mesi prediletti, ma riuscire a "seguire" l'anno con le sue naturali modificazioni è molto significativo. E' un pò simile al discorso della stagionalità in cucina :)

    @vaniglia: cicale! ce ne sono un paio che hanno eletto a residenza estiva il melograno di fronte alla mia finestra: le loro compagne sono sparse per tutto il giardino. Sono tantine...

    baci, buona giornata!

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...