Ciofeca!

ciofeca!
Ieri pomeriggio.
Rientro a casa zuppa d'acqua, stanca, sbagliando necessariamente autobus perchè quello giusto ha deciso di cambiare orari, che manco a dirlo sono inaccettabili.
In queste condizioni ho bisogno di ritrovare la tranquillità il più in fretta possibile; avverto chiara la necessità di circondarmi di silenzio e di oggetti amichevoli e cari (arrivando a rifuggire con orrore perfino un telecomando).
Necessità assoluta di un dolce.
In casa non c'era nessuno (e questo è stato un bene per i nervi) ma anche il frigorifero e la dispensa erano vuoti (e lo sono tutt'ora, col cavolo che andavo a fare la spesa).
Cerco speranzosa una ricettina facile facile e senza pretese: mi aggiro a piedi nudi sul marmo alla ricerca del ricettario giusto e poi, eccola, trovata.
Mezz'ora dopo sfornavo una gran bella ciofeca, con conseguente abbruttimento esistenziale che mi ha permesso però di lavorare fino alle 2, nella speranza di sentirmi utile.
Dire che è un dolce banale, con la b smodatamente maiuscola: una "torta" di pangrattato e marmellata, che nel tentativo di guadagnarsi quell'appellativo chiede soltanto di separare tuorli da albumi per montarli, rispettivamente, con zucchero e a neve.
Ieri sono riuscita a fallire. Ritenterò, non so ancora quando, così da postare la ricettina. Povera, lei che non ha nessuna colpa.

5 commenti:

  1. Ma pensa che anch'io ho sfornato recentemente una torta di marmellata... ma non c'era il pangrattato, c'era la farina... perché dici che la tua era una ciofeca?

    RispondiElimina
  2. E' deprimente si. Ti assicuro che era una ciofeca da primato: lì in fotografia nicchia e fa la primadonna, in realtà quando l'ho sfornata s'è afflosciata tutta e dentro non s'era cotta!
    Comunque la ricetta è strana: non c'è farina, mi domando in effetti come possa "reggersi"!!!

    RispondiElimina
  3. Se ti puó consolare, proprio sabato ho "toppato" la crema pasticciera per il compleanno della mia amica :P Ho incolpato le uova il cui tuorlo era inspiegabilmente grinzoso (giuro, mai visto una roba del genere!)
    Aspetto la nuova ricetta della torta :)

    Baci,
    Lucy

    RispondiElimina
  4. az... mi sa che qui però l'errore sta nella ricetta! anch'io ho avuto esperienze disastrose con dolci contenenti pangrattato e niente farina: chiaramente la lievitazione è dovuta al rigonfiamento dell'albume, e non al mix farina-lievito, visto che di farina non ce n'è! e quindi il composto, raffreddandosi, si sgonfia esattamente come un soufflé. secondo me potrebbe venir bene rifatta in modo diverso, senza lievito, tipo "pudding"... che ne pensi?

    RispondiElimina
  5. @lucy: appoggio anch'io la tuo supposizione(/granitica certezza per scongiurare la depressione ;)): chissà com'erano orribili!

    @salsadisapa: guarda, non so, mi pare giustissimo quello che dici: alla questione ho dedicato il post sopra e come vedi... niente lievito!

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...