Crostata di sambuco

crostata
Un pomeriggio stanco quello di oggi.
E' un periodo lavorativo intenso, la pesantezza non è data tanto dalla quantità (che eppure non è indifferente) ma dalla molteplicità di persone con le quali devo relazionarmi, ognuna della quale richiede uno spazio e dei tempi particolari, i suoi e quelli di nessun altro.
Un "multitasking" che mi porta una certa fatica insomma :)
Ecco perchè, rovistando nel quaderno di ricette con la copertina verde, ho cercato qualche dolce estremamente semplice eppure soddisfacente. Talmente semplice da essere quasi "spontaneo".
Ho scelto una crostata, non ortodossa perchè è pure senza le strisce, una docile frolla che fa da culla a una delle marmellate che amo di più, quella di sambuco (ho promesso la ricetta, arriverà :)).
Lasciare la ricetta? Mi vergogno quasi, una frolla la saprete fare sicuramente. Ad ogni modo riporto le dosi, le ho trovate buone: base friabile e non troppo burrosa, soltanto perchè è estate e è bene stare leggeri. Una volta impastata, mentre fa la nanna in frigo, potrete consultare la vostra dispensa e scegliere la marmellata che più vi si addice per quel pomeriggio, come se fossero vestiti.

p.s.: per lo stampo che ho (24 cm di diametro) la frolla era troppa: l'ho utilizzata per dei biscottini.

cerniera
Crostata di sambuco

farina 300 g
burro 150 g
zucchero semolato bianco 80 g
uovo 1
marmellata di sambuco un paio di C

Fate la frolla come di consueto: in una ciotola mischiate la farina con lo zucchero, unite il burro tagliato a dadini e cominciate a lavorare velocemente con una forchetta, unite l'uovo e finite poi di sbriciolare il composto con le dita, in pochissimo tempo. Formate una palla, avvolgetela nella pellicola e lasciate riposare in frigo per una mezz'ora.
Preriscaldate il forno a 180°C.
Riprendete la frolla e stendetela, trasferitela nello stampo (imburrato e infarinato o rivestito di carta da forno), premete bene ai bordi rialzandoli un poco. Versate al centro la marmellata distribuendola poi su tutta la superficie.
Infornate per 35 minuti.

in riga

6 commenti:

  1. mmmh che bontà ! Peccato sei così lontana...stamattina altrimenti citofonavo e reclamavo anch'io un pezzettino di spazio e di tempo solo per me e per nessun'altro (hi hi), il tempo appunto di gustarmi questa crostatina...poi ti lasciavo in pace a lavorare tutto il giorno! Anche io ho fatto lo scorso anno la confettura di sambuco, così vediamo la differenza fra le ricettine ! Bacioni grandi Wenny !

    RispondiElimina
  2. ecco dunque: fatevi avanti e raccontate le vostre marmellate, che qui la tonta sottoscritta non ha mai assaggiato la marmellata di sambuco!!!
    Cara Wenny, ti confesso che la crostata (soprattutto quando non è troppo dolce come questa tua!) rimane uno dei miei dolci-coccola preferiti.
    un bacio

    RispondiElimina
  3. @Marilì: che bella colazione sarebbe stata! e poi come si dice, il buon giorno si vede dal mattino- chi ben comincia...- il mattino ha l'oro in bocca...
    Quindi, anche solo per ottemperare ai detti avresti dovuto farlo!

    @la frenk: infatti l'ho scelta proprio perchè è povera di burro e di zucchero (o almeno così pare a me, rispetto alle altre ricette che fin'ora ho utilizzato per le crostate).

    Bacioni a entrambe, vi spedisco i barattoli di marmellata appena la faccio :)

    RispondiElimina
  4. La marmellata di sambuco più buona l'ho comprata (perché non è una che faccio di frequente) in Toscana, a Cortona, e sulla crostata ci stava proprio bene... quindi applaudo questa tua scelta! :)

    RispondiElimina
  5. @elisabetta: grazie mille... detto da te poi ha un valore aggiunto ;)

    RispondiElimina
  6. Troppo cara, Wenny ! (Quando ci si incontra noi tre fra le nostre pagine è proprio una festa!) Bacioni grandi e buon lunedì !!!

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...