Sospesa nello zucchero

lux

Non chiedetemi il senso del titolo del post perchè lo ignoro anch'io.
Parole che dovevano essere notturne quelle che seguono, lunari, anche se di luna non ne avrebbero visto neanche uno spicchio, che in certe ore si chiude bottega spegnendo ogni luce e tutto e tutti dormono o devono fingere di farlo. Come avrebbero potuto nascere allora, visto che avevano bisogno di uno schermo scintillante?
Furbamente hanno aggirato l'impedimento, si sono prese l'un l'altra, vestendosi dell' unico abito, scuro e viscoso, che l'indistinto notturno ha da offrire: scivolando lentamente, capitombolando al rallentatore animavano i miei pensieri. Ho preso appunti al cellulare per poterli restituire poi alla mattina e ad una mente lucida. Che non vuole organizzarli in maniera a lei comprensibile nè farvi luce, soltanto leggerseli e coccolarsi.
Gli scivoli e i capitomboli si raccoglievano e concludevano soltanto una cosa: cercavano il senso degli anniversari, estensivamente le ricorrenze di eventi eccezionali. Possono cambiare di significato? Possono rinnovarsi o mutare i sentimenti con i quali si affrontano o è opportuno perpetuare la celebrazione simbolica, per non perdere la dignità dell'atto che si va ricordando?
Domani è il primo anniversario di una "cosa" per me molto forte e che ho vissuto con mutevoli stati d'animo, forse proprio per questo così stancante.
Forse conviene distinguere: distinguere tra le "vette" della nostra vita e le tante pietre miliari disseminate nella famosa valle che ognuno di noi attraversa. Lo ieratico e l'effimero, l'uno che si aspetta l'onore della tradizione e l'altro che offre una paterna comprensione dell'animo umano.
Forse no, sono categorie stupide, inapplicabili nella loro astrattezza.
Chi lo sa, mi sono addormentata e stamattina avevo tanto da fare.

lux

8 commenti:

  1. Ah, la post-modernità...
    Hai preso appunti notturni sul cellulare...
    Avessi dovuto farlo io avrei lasciato perdere! Ho un pessimo rapporto con i telefoni (fissi e mobili)...
    Viaggio con un quadernino Moleskine (sì, sono consapevole del fatto che faccia un po' bohémien e non tanto simpatico...) sul quale appunto i pensieri in libertà... Proprio perché sono in libertà emergono nei momenti più bizzarri, ed io devo essere pronta con qualcosa di pratico!
    "Sospesa nello zucchero" a me piace da impazzire...
    Buona fortuna per l'anniversario che ricorre.

    RispondiElimina
  2. cara Wenny, le tue parole sono dense e m'accorgo in parte misteriose... seguo il filo e forse mi perdo... capisco che qualcosa di importante è in ballo o forse lo è stato... il tempo fa vedere le cose forse con occhi diversi... il titolo m'incanta :-)
    un abbraccio

    RispondiElimina
  3. Scrittura incantevole, eventi nascosti e titolo seducente dai mille significati, complimenti! Anch'io non avrei potuto prendere appunti sul telefonino...

    RispondiElimina
  4. conosco Wenny da... 4 anni, ma sembra una vita. soprattutto ho conosciuto chi c'era prima di Wenny e posso dire che in pratica Wenny l'ho vista nascere come una fenice: cenere alla cenere per una nuova vita.
    "Appunti di una mente in libera uscita", "sospesa nello zucchero" SONO Wenny, sono quel modo di narrare, di raccontarsi per immagini, impressioni, metafore... una cosa che adoro di lei e che un po' le ho sempre garbatamente invidiato.
    Cara amica di tastiera tanto di cappello, perché ogni volta che scrivi c'è sempre qualcosa di nuovo da scoprire...

    RispondiElimina
  5. @tutti: grazie, siete davvero preziosi :)

    @Carolina: compro le Moleskine da anni, le trovo bellissime e irrinunciabili. Fanno bohémien? Bah può darsi... non è tanto simpatico? Può darsi e anche di più, forse fanno "intellettualoide" machissenefrega :)
    Pensa che io ne ho addirittura una (allegato speciale alla guida Michelin) dove mi segno i vari ristoranti con tanto di note sul menù: non mi faccio scrupoli a tirarla fuori a fine pasto per segnarmi il vino, che dimenticherei appena uscita (sai com'è :)). Se non è fastidiosamente snob questo :PPP

    @la frenk: ti ringrazio doppiamente per la pazienza che hai nel seguirmi :* comunque cogli nel segno, devi avere "naso" :)

    @Dada: benvenuta! Sei molto gentile; ho fatto un salto sul tuo blog e sono rimasta sbigottita dalla sua eleganza... mi hai messo in soggezione, ma tornerò spesso ;) complimenti!

    @zio: è più che un piacere leggerti, mi commuovi con certe tue parole, quindi hai ben poco da invidiare ;) magari si potrebbe "tornare in palestra" :)

    Baci a tutti!

    RispondiElimina
  6. Ops dimenticavo: "sospesa nello zucchero" (contenta che vi piaccia) sono le uniche parole che ho appuntato sul cellulare ;)
    Il resto è venuto a cascata!

    RispondiElimina
  7. Ho galleggiato per un po' nelle tue parole, senza rileggerle, lasciandole andare dentro me, così come hai detto tu, a cascata, e mi hanno regalato attimi di verità. Di me, forse, o di quello che ancora aspetto. Ciao Wenny, piccola luce nella notte.

    RispondiElimina
  8. @Marilì: sono felice che in un modo o nell'altro ti siano state vicine :)
    un gran bacio, buona serata!

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...