Una nuova iniziativa per l'Abruzzo

Tutto sono tranne che sentimentalista.
L'immagine che ho scelto per aprire il post si riferisce a una campagna a cui dette vita tempo fa la Co*p. Non mi sono sentita di pubblicare a diritto il logo della cooperativa, abbiate pazienza, con questo vespaio di leggi e normative non ci si capisce molto e non si sa bene come comportarsi. Credo però che molti di voi la riconosceranno: ho ricevuto questa mail poco fa da un'amica; decido di pubblicarla qui perchè la ritengo un messaggio importante e significativo.
Grazie Sonietta per averla spedita tu per prima a me.

"Carissimi amici e parenti,

il terremoto de L' Aquila ha ad ora provocato più di 250 morti , più di 1500 feriti e più di 70.000 sfollati. Senza considerare i vari dispersi.

Ma sicuramente come me siete informati su questi terribili numeri, e se come me avete versato lacrime per questo terribile disastro , cercate di trasformare questo dolore in qualcosa di utile (come sto facendo io adesso) per le decine di bambini che sono rimasti senza genitori, le decine di genitori che non hanno più un figlio, tutti coloro che hanno perso un parente, un consorte, un amico ...un compagno di banco, le molteplici persone e gli anzianiche non hanno più una casa, un tavolo sul quale mangiare , un frigo dal quale bere il latte. Una VITA.

La solidarietà italiana si è fatta sentire come mai fino ad ora, ma c'è ancora biosogno di noi.
Le associazioni umanitarie sono molte. I conto corrente pure, e c'è anche il n°48580 per gli sms (costa solo 1€, pensate a quanti messaggi inutili mandiamo ogni giorno).

Ma BASTA POCO, veramente poco per far sentire la nostra vicinanza a delle persone così vicine a noi che stanno lottando contro la natura che , giustamente anche lei , vuole il suo spazio.

Basta una coperta, un pacco di pasta, dei biscotti , una cassa d'acqua, un pacco di pannolini, un giocattolo , una qualsiasi cosa che si possa comprare o semplicemente togliere da tutte quelle cose inutili che ognuno di noi ha in un armadio , in una dispensa , in uno scatolone gettato nel ripostiglio.

Coop ha organizzato dei punti di raccolta all'interno dei propri punti vendita e ipercoop.
E così anche altri centri commerciali , punti di raccolta in alcune piazze e enti umanitari.

Prestate solo attenzione ad una terrible razza: Sciacalli , conti corrente non sicuri , e falsi gruppi che girano su Facebook.

BASTA POCO per informarci e renderci utili. BASTA POCO per fare del bene.
Come popolo italiano , ma soprattuttto come esseri umani.
Aspettando che questa volta ,almeno , il governo italiano sappia davvero che cosa deve fare nel più breve tempo possibile.

Grazie
Ale"

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...