Legami di famiglia

Ero ancora nel dormiveglia quando ho iniziato a pensarci, a ricordare.
Complice la passeggiata di ieri, per un regalo che ancora non aveva trovato il modo di essere fatto. Complici l'esser donna e l'aver a che fare con oggetti femminili. Lo scoprire l'identica necessità che abbiamo per il bell'oggetto, di buona fattura, elegante e di classe. Il gusto di lei che anticipa e indovina quello che poi avrei scelto. Solo una madre conosce la propria figlia così, solo lei, con il suo istinto e lo sguardo dolce, il primo veramente significativo per ogni neonato.
Tornando a casa e commentando l'acquisto si ridipingevano di fronte ai nostri piedi momenti particolari della giovinezza di lei, che io conosco solo grazie ad alcune fotografie: come giovani viti snelle e vigorose avviluppavano asfalto e marciapiedi in uno slancio di vita, lastricando la via del ritorno di una complicità da assaporare lentamente, tanto era preziosa perchè unicamente nostra.
Stamattina, avvolta nel mio sciallone di lana celeste sono andata a cercare quelle foto: cercavo il vecchio astuccio giallo, quello un pò sporco e con il marchio di quel vecchio fotografo vicino alla casa in campagna. Quando l'ho trovato, con appena un pizzico di delusione ho visto che quelle fotografie non sono più lì. Staranno dormendo in chissà quale altro album, forse sotto i polpastrelli di un'altra mano che con una delicatezza struggente le accarezzano il viso, malinconicamente riandando a giorni persi. Anche se fosse, va bene così: rimarranno comunque vicine a una persona che le ha voluto o che tutt'ora le vuole bene.
Prima di chiudere il cassetto però ho trovato un tesoro: una foto scattata d'estate, dov'è seduta su una panchina. L'ho lasciata lì, chiederò di poterla tenere più avanti.
Così come m'è stato detto, via via che cresco le assomiglio sempre di più, lo vedo io stessa. Di questo sono felice, tanto quanto spero che possa valere lo stesso anche tra una generazione.
Vi auguro un dolcissimo fine settimana.

2 commenti:

  1. Che belle parole. Leggendo da mamma, ma anche da figlia, non ho potuto fare a meno di pensare a quanto sia vero quello che dici.

    Un abbraccio
    Gallinavecchia

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...