Mi manca un tappeto



Vi scrivo dal cortile dell'università ovvero dal punto in cui ci sono più prese in tutta la facoltà. Ho attaccato il portatile con il buon proposito di rileggermi il lavoro e fare le ultime correzioni prima di mandare in stampa la bozza: peccato che non possa fare tutto ciò in tranquillità, dato che ho scoperto che la presa è fasulla e che potrò continuare solo finchè ho batteria. Cercare un altro attacco? Peggio che mai, sono tutti chiusi con una vite. Ha dell'incredibile no?
Eppure queste sono storie di vita quotidiana in un'università agonizzante, per la quale è già stata preparata una bara in cartone posizionata all'ingresso, tra fogli svolazzanti di revisioni e orari che i docenti non rispetteranno. Qui intorno è deserto; sento le ragazze del bar che hanno acceso lo stereo e scaricano la lavastoviglie facendo tintinnare tazze e piattini: niente a che vedere con la ressa di alcuni mesi fa, quando le code per un caffè erano minimo dell'ordine di tre metri.
Tra l'altro stamattina pioviggina e da brava metereopatica (almeno un pò, nella media penso) mi rattristo, quantomeno per il silenzio in questi corridoi e per le aule deserte. Mi chiedo che fine abbia fatto l'amore per la conoscenza in un mondo direzionato nientedimeno che dal denaro e dal profitto da un lato, da quella soddisfacente superficialità dall'altro.
Certo ci sono l'eccezioni, ma a volte preferirei trovare più regole. Che siano regole ragionevoli però.
A fronte di questa situazione, vi dico che in questo momento l'unica cosa che desidero è un soffice tappeto: un bel tappeto di foglie dorate, magari ancora umide per la pioggia notturna, che si stanno asciugando a un sole gentile e caldo. Che permettano di fare passi sicuri.
Sempre in avanti.
Per ora andiamo avanti sull'asfalto.
Un abbraccio.

2 commenti:

  1. Com'è bello, delicato, fiorito e a volte dolente nei contenuti il tuo blog!!!!
    Ti faccio tanti auguri per i tuoi studi, sperando che prima o poi qualcosa di buono possa accadere per gli atenei, gli studenti di tutte le età
    Grazia!

    RispondiElimina
  2. Grazie Mammazan, per i complimenti e per gli auguri.
    Ho dato un'occhiata al tuo blog (mi manca quello di cucina ancora) ed è interessantissimo! Non posso esimermi dal guardarmelo a dovere ;)
    A presto,
    wenny

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...