Pesche sciroppate

...si passa una mattinata di inizio settembre a preparare vasetti di pesche sciroppate. Ne ho tre al momento, pronti per esser bolliti, mentre nel pentolone comincia a borbottare l'acqua che si sta prendendo cura di altre sei o sette pesche dimezzate. Mi frullano in testa diverse ricettine per gustare queste delizie; ma so anche che tirare fuori una cucchiaiata di pesche, in quella famosa mattina d'inverno, mi regalerebbe un nostalgico piacere, prima che per il palato certamente per gli occhi, con il loro colore dorato. Ho seguito la ricetta di questo libro, diminuendo le dosi dello zucchero perchè...le scorte erano misere e il saccheggio della zuccheriera non si è rivelato determinante per raggiungere la dose indicata :)
Buon lavoro.

Pesche sciroppate

pesche gialle
zucchero semolato bianco 250 g per ogni 1/2 l di liquido di cottura delle pesche

Lavate le pesche, sbucciatele e tagliatele a metà. Sistematele in una casseruola, coprite a filo d'acqua e fate bollire per 2 minuti. Lasciatele raffreddare nel loro liquido. Scolate le pesche e disponetele nei vasetti; pesate il liquido di cottura e aggiungete lo zucchero nelle dosi indicate sopra, portatelo a bollore e lasciate andare per 10 minuti. Versatelo nei vasetti fino a ricoprire le pesche.
Io poi procedo a sterilizzare, e cioè
Lasciate raffreddare i vasetti, dopodichè chiudeteli bene con tappi adatti alla sterilizzazione e nuovi. Poneteli in una pentola con tanta acqua quanta ne serve per ricoprirli di almeno due dita. Portate a bollore e proseguite per ca 20 minuti.

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...